Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Tisane depurative: come prepararle e quando berle

Benvenuto nel favoloso mondo delle tisane depurative!

Depurare l’organismo è il primo passo per cominciare a prenderti cura della tua salute. Fai attenzione all’alimentazione, durante il giorno bevi molta acqua e la sera una tisana depurativa”. Quante volte hai letto o ti hanno detto parole simili a queste? Immaginiamo tante, così tante che ormai quando le senti o le leggi fai occhi e orecchie da mercante. “Sì, lo so devo smettere di fumare, bere un litro di acqua al giorno e bla bla bla”. 

Ecco, qui non vogliamo fare “le maestrine” e dirti quelle che devi fare, probabilmente in parte lo sai già. Vogliamo spiegarti (brevemente) perché farlo e suggerirti le erbe migliori per preparare in casa tisane depurative buone ed efficaci che berrai anche solo per il piacere di coccolarti.

Tisane depurative: a cosa servono

Lo dice il nome stesso, le tisane depurative servono a depurare il tuo organismo. Da cosa? Dalle tossine, ossia da tutte quelle sostanze che non apportano nulla di utile alle tue cellule, anzi! Le tossine sono “rifiuti” che ossidano e infiammano i tessuti causando ritenzione idrica, pelle dal colorito spento, pancia gonfia, stanchezza e, a lungo andare, se non eliminate, possono dare il la a patologie molto più serie.

Pensa che il nostro organismo tutti i giorni deve combattere con due tipi di tossine:

  • Endogene, ossia le tossine prodotte dal nostro corpo e legate al metabolismo.
  • Esogene, ossia quelle introduciamo nel nostro corpo attraverso il cibo o l’aria.

Nella lotta alle tossine, in prima linea, troviamo i nostri organi emuntori: polmoni, intestino, reni, fegato e pelle. Ed ecco la risposta alla domanda “a cosa servono le tisane depurative”: servono ad aiutare gli organi emuntori a espellere con più facilità le tossine, soprattutto quando questi organi sono sovraccarichi di lavoro. Se la tua quotidianità (come la nostra!) non è fatta di passeggiate in campagna e cibo della nonna, è proprio ora di prenderti cura di polmoni, intestino, reni, fegato e pelle.

GUIDA ALLA DEPURAZIONE (E-book gratuito)

Tisane depurative: quali erbe scegliere

Una tisana non vale l’altra perché una pianta non vale l’altra. Una buona tisana deve contenere almeno una pianta che rientri in ognuna di queste categorie: piante depurative, piante purificatrici del fegato, piante con proprietà antiossidanti. Scopriamole insieme una per una.

Piante depurative

Ecco le piante depurative per eccellenza:

  • Bardana. Pianta che possiede spiccate proprietà diuretiche e purificatrici del sangue.
  • Cicoria. Le sue radici presentano colina e sostanze amare, elementi che stimolano l’attività di pancreas e fegato.
  • Ortica. Le sue foglie hanno proprietà detossicanti e depurative per la pelle e favoriscono la diuresi!
  • Lampone. Le sue foglie sono un antinfiammatorio naturale.
  • Acetosella. Erba diuretica e rinfrescante fonte di vitamina C e mucillagini.
  • Salsapariglia. Pianta dall’azione diuretica e depurativa. Molto efficace anche in caso di ritenzione idrica.
  • Ribes nero. Pianta antinfiammatoria, stimola la diuresi ed elimina gli acidi urici in eccesso.
  • Viola tricolor. Ha un’azione depurativa ed è ricca di antiossidanti.

Piante purificatrici del fegato

Di seguito le piante specifiche per il benessere del fegato e delle vie biliari:

  • Fillanto. Ha proprietà di stimolo delle funzioni del fegato e contrasta la formazione dei calcoli renali.
  • Boldo. Protettore epatico naturale che fluidifica la bile.
  • Curcuma. Ha proprietà depurative, antiossidanti e protegge le vie biliari.
  • Tarassaco. Antinfiammatorio e disintossicante specifico per il fegato. Consigliato in caso di calcoli biliari.
  • Carciofo. È il principale protettore del fegato perché ricco di cinarina, sostanza che stimola la produzione della bile.
  • Fumaria. Aiuta l’intestino ad assorbire le sostanze nutrienti e a eliminare quelle dannose.

Piante con proprietà antiossidanti

Di seguito la lista delle piante con proprietà antiossidanti più efficaci:

  • Cardo mariano. Protegge le cellule del fegato dall’attacco delle tossine.
  • Tè verde. È forse una delle piante più ricche di antiossidanti che esistono.
  • Rooibos. Tè rosso africano privo di teina e ricco di flavonoidi e vitamina C.
  • Zenzero. Le sue radici sono un concentrato di gingeroli, sostanze dalle proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e disinfettanti.
  • Ginkgo biloba. Combatte la formazione dei radicali liberi e migliora la circolazione del sangue.
  • Rosmarino. Contrasta l’invecchiamento cellulare e sostiene la depurazione epatica.
  • Ginepro. È ricco di antiossidanti, aiuta la rigenerazione del fegato ed è un antisettico delle vie urinarie.

Trovi anche delle idee per preparare tisane drenanti anticellulite in questo articolo.

Come preparare le tisane depurative

No, non puoi preparare una tisana con tutte queste piante, verrebbe fuori un minestrone imbevibile. Ti basta sceglierne una per ogni gruppo: una pianta depurativa, una specifica per il fegato e una ricca di antiossidanti. Prova varie “combinazioni” e trova la tua tisana perfetta.

Noi abbiamo le nostre tisane preferite. Se vuoi, puoi partire da queste:

  • Lampone, tarassaco e Ribes nero. Ideale se vuoi favorire l’eliminazione di liquidi, questa tisana è davvero buonisima!
  • Bardana, carciofo e zenzero. Gusto forte e diciso, sceglila se vuoi privilegiare lo stimolo alla funzione del fegato.
  • Cardo mariano, curcuma e tè verde. Se vuoi favorire l’effetto antiossidante e rigenerante. Molto piacevole al palato: questa tisana accontenta un po’ tutti i gusti.

Per preparare la tisana puoi comprare i filtri già pronti, ma in questo caso dovrai accontentarti delle “combinazioni” che trovi al supermercato. Oppure puoi andare in erboristeria e acquistare le piante essiccate. Noi ti consigliamo la seconda soluzione, in questo modo hai la certezza che la tisana avrà le erbe e le proprietà benefiche che hai scelto. Una volta decisi gli ingredienti non ti resta che far bollire l’acqua necessaria per una tazza, spegni il fuoco e versaci dentro un cucchiaino raso di ogni pianta. Lascia in infusione per 10 minuti. Filtra la tisana e bevila calda. Puoi bere due tisane al giorno, l’importante è che siano lontane dai pasti. 

Due consigli in più:

  • 1) Se ti piacciono i sapori dolci, evita la bardana, l’acetosella e il carciofo. Sono molto amare.
  • 2) Non zuccherare la bevanda. Al posto dello zucchero, usa il miele o la cannella o del succo di limone.

Lo sappiamo che preparare le tisane porta via un po’ di tempo, se poi il loro sapore non ti piace, la tisana non è più una coccola… è una tortura. Abbiamo la soluzione anche in questo caso: gli integratori naturali specifici per l’eliminazione delle tossine. L’importante è scegliere quelli di qualità, ossia quelli a base di estratti secchi titolati. La loro azione è senza dubbio molto più forte di quella delle tisane, perchè gli estrattis ecchi titolati sono più richi di principi attivi: ti aiutano a eliminare le tossine e a sentirti meglio in pochissimo tempo.

Ricorda comunque che una soluzione non esclude l’altra. È questo il bello dei rimedi 100% naturali. Che la depurazione abbia inizio!

Guida alla depurazione

Ultimo aggiornamento il: 10/12/2018

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

Scritto da:

La Redazione
Naturopata

il 03/10/17 19.38

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 26/10/2017

Tags: , , ,

Trackback dal tuo sito.

Facciamo due chiacchere?

  • Avatar

    sofia rosa

    |

    Complimenti davvero per l’articolo, è pienissimo di informazioni utilissime per chi come me vuole iniziare un ciclo di depurazione non troppo aggressivo e man mano integrare cibi e bevande depurative all’interno della propria dieta…non sapevo che ce ne fossero così tante…incredibile!!!
    A dire il vero io già consumo tè verde e tisana depurativa terza luna da qualche anno, ma ora sono curiosa di provare anche le altre alternative che proponete!!!! Sembrano tutte molto interessanti!!!
    grazie mille…condivido direttamente nel gruppo whatsapp di yoga!

    Rispondi a sofia rosa

    • Avatar

      Redazione

      |

      Ciao Sofia
      Grazie per le tue parole! Tienici informati man mano che provi tutte le tisane 🙂

      Rispondi a Redazione

Lascia un commento

Pilosella: quale comprare? La Pilosella è una pianta molto conosciuta nell'ambiente femminile per il suo potere drenante e sgon...
Tarassaco: tisana, decotto o infuso? Hai letto che la tisana al tarassaco fa bene a stomaco e intestino, contrasta la pancia gonfia e dep...
Ricetta Tisana per la sudorazione Un tisana fredda per la sudorazione eccessiva, facilmente preparabile in casa In questi giorni di c...
Ritenzione idrica o cellulite: ecco le differenze Ritenzione idrica e cellulite non sono la stessa cosa. Sono collegate, questo sì, e la ritenzione id...
Depurazione in 5 step! Cambio di stagione: è tempo di depurarsi e preparare l’organismo all’arrivo dell’autunno. Ai cambi ...
Proprietà del Frassino Il frassino è un arbusto appartenente alla famiglia delle Oleacee, presente in tutta Europa, in Asia...