Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Chi ha il colesterolo alto può bere il vino?

Hai sempre amato i piaceri della buona tavola e da bravo intenditore o intenditrice sai che non c’è niente di meglio di un buon bicchiere di vino per accompagnare un piatto di pesce, di carne o delle verdure al gratin. Specie quando si mangia fuori con gli amici. Purtroppo, però, i tuoi livelli di colesterolo ultimamente stanno facendo i capricci e sono superiori a quelli indicati come nella norma. E giustamente … ora ti stai domandando se chi ha il colesterolo alto può bere il vino o se è meglio smettere prima di peggiorare la situazione.

colesterolo e vino

In quest’articolo faremo luce sul rapporto che lega insieme vino e colesterolo e se bere un bicchiere di vino ogni tanto incide sul rischio cardiovascolare.

Nello specifico vedremo:

So che non vedi l’ora di scoprire se puoi continuare a bere il vino con il colesterolo alto direi quindi di non farti aspettare e iniziare subito con l’articolo. Se poi vuoi scoprir tutto quello che c’è da sapere sui valori del colesterolo e come mantenerli sotto controllo scarica la nostra guida gratuita! Per sfogliarla basta un click qui sotto:

eBook Valori ottimali del colesterolo

Vedrai che si rivelerà un’utile lettura ricca di consigli da mettere in pratica tutti i giorni.

Consumo di vino e colesterolo: ecco perché devi fare attenzione

Prima di approfondire il legame tra vino e colesterolo è bene fare un po’ di chiarezza sul colesterolo, sempre e solo additato come nemico giurato del benessere cardiovascolare.

Il colesterolo è una molecola lipidica e viene prodotto per 2/3 dal fegato e per 1/3 viene introdotto con l’alimentazione. Al contrario di cosa siamo abituati a pensare, il colesterolo è un componente fondamentale delle membrane cellulari e un precursore di molti ormoni steroidei. Precursore significa che attraverso una serie di reazioni biochimiche il nostro organismo partendo dalla molecola del colesterolo riesce a produrre altre sostanze, come appunto gli ormoni steroidei, la vitamina D e i sali biliari.

Guai quindi se non ci fosse!

Tuttavia, troppo colesterolo nel sangue può aumentare il rischio cardiovascolare ed esporre chi soffre di ipercolesterolemia a una serie di disturbi più o meno gravi.

Per mantenere i livelli di colesterolo entro il range considerato nella norma è fondamentale seguire uno stile di vita sano e seguire una corretta alimentazione e ciò include anche rivedere il consumo di alcolici, tra cui il vino.

Il vino di per sé non contiene colesterolo, ma il suo consumo può avere lo stesso un impatto sul benessere cardiovascolare perché aumenta i livelli di un altro tipo di grasso presente nel sangue, ossia i trigliceridi. Come del resto fanno anche altri tipi di alcolici1 come la birra, il whisky o il rum.

Inoltre, un consumo di alcolici può esporre anche ad altri disturbi come ad esempio la steatosi epatica, una condizione conosciuta anche con il nome di fegato grasso e che si manifesta con sintomi quali:

  • stanchezza
  • dolore al fianco destro
  • mal di testa
  • difficoltà digestive

E mettere a rischio il benessere del fegato non è mai una buona idea quando si tratta di colesterolo alto, visto che è proprio il fegato l’organo deputato alla sua produzione! Non sei d’accordo anche tu?

Quanto vino consumare quando si ha il colesterolo alto

Anthelme Brillat-Savarin, politico e gastronomo francese vissuto nel XVII secolo sul vino era solito dire:

Un pasto senza vino è come un giorno senza sole.

Come dargli torto? In fondo è vero, il vino mette allegria, è buono e ha il dono di rendere speciale anche il pasto più semplice.

Se consumato in quantità modeste, poi, il vino – e nello specifico il vino rosso– potrebbe avere addirittura un impatto positivo sui livelli di colesterolo, stimolando la produzione da parte del fegato del colesterolo HDL, ossia del colesterolo buono.

Questo effetto, secondo quanto evidenziato da alcune ricerche2 dipenderebbe dal resveratrolo presente nel vino, un potente antiossidante naturale in grado di contrastare il danno ossidativo e i processi infiammatori ad esso collegati e questo potrebbe avere un impatto sulla sintesi del colesterolo buono. Un beneficio che comunque è bene ricordare svanisce quando il vino viene consumato in eccesso. Sono inoltre necessari altri studi per confermare in modo definitivo i benefici del resveratrolo sul benessere cardiovascolare.

Possiamo quini dire che gli effetti del vino sul colesterolo dipendono da quanto ne consumi e per il benessere cardiovascolare è sempre bene non eccedere.

Il consiglio è quindi quello di non cedere alla tentazione di bere un bicchiere di vino ogni volta che stai in compagnia degli amici e di fare sempre attenzione a consumarlo con moderazione.

Cosa fare per riportare i valori di colesterolo nella norma

Quando i livelli di colesterolo sono di poco superiori a quelli considerati nella norma, seguire una sana ed equilibrata alimentazione è di solito sufficiente per rientrare nei limiti.

Per i prossimi mesi devi quindi prestare attenzione al consumo di:

  • evitare cibi e alimenti ricchi di grassi saturi
  • evitare il consumo di formaggi, specie quelli stagionati
  • limitare il consumo di olio
  • limitare il consumo di dolci, specie quelli già confezionati
  • evitare i fritti e i soffritti
  • limitare il consumo di carne rossa a non più di 2 volte a settimana
  • evitare gli insaccati
  • evitare i latte intero che puoi sostituire con quello scremato o un latte vegetale senza zuccheri aggiunti
  • aumentare il consumo di grassi buoni, ossia di Omega3 con un maggior consumo di pesce azzurro
  • inserire nella tua alimentazione delle fibre alimentari, che puoi trovare nella verdura e nei cereali integrali
  • optare per metodi di cottura degli alimenti salutari come quello a vapore o ai ferri

Alla sana alimentazione ricordati poi di aggiungere dell’attività fisica costante ed evitare altri fattori di rischio cardiovascolare come il fumo.

Laddove questi accorgimenti non dovessero bastare puoi valutare, anche insieme al tuo medico curante la possibilità di assumere per un periodo degli integratori naturali a base di Monakolina K, Silimarina e Berberina, sostanze naturali in grado di agire sia sui livelli di colesterolo endogeno, ossia quello che viene prodotto dall’organismo, che sui livelli di colesterolo esogeno, ossia quello introdotto con l’alimentazione.

L’efficacia di queste tre molecole naturali all’interno di Liposan Forte Salugea è stata dimostrata da uno studio clinico disponibile qui.

Liposan Forte

Spero di aver risposto in modo sufficiente alla tua domanda se chi ha il colesterolo può bere il vino e mi raccomando, se hai altri dubbi o curiosità non esitare a scrivermi nei commenti.

Ultimo aggiornamento il: 10/11/2020

Scritto da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il

"I veri amici condividono tutto"

Hai trovato questo articolo utile? Condividilo!

Colesterolo alto in gravidanza: cosa fare? Hai appena scoperto di avere il colesterolo alto in gravidanza e ora vuoi sapere cosa fare? Cara f...
Astaxantina proprietà e benefici Hai sentito parlare dell’Astaxantina1 e ora vuoi saperne di più? Bene, sei proprio nell’articolo giu...
I lipidi sono colesterolo? Ti sarà sicuramente capitato di entrare in un laboratorio di analisi cliniche e leggere, magari affi...
Colesterolo e formaggi: ecco tre consigli! Caciotta senese con miele di castagne, caciocavallo con composta di mele renette, fontina con marmel...
Colesterolo alto: cosa lo fa alzare? Sei sempre stata una persona attenta al proprio stile di vita e poco avvezza agli stravizi, nonostan...
Chi ha il colesterolo alto può mangiare il burro? Pane burro e marmellata, spaghetti cacio e pepe, besciamella fatta in casa…Che cosa hanno in comune ...

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

NOTE E BIBLIOGRAFIA

1 Klop B, do Rego AT, Cabezas MC. Alcohol and plasma triglycerides. Curr Opin Lipidol. 2013 Aug;24(4):321-6. doi: 10.1097/MOL.0b013e3283606845. PMID: 23511381.

2 Bonnefont-Rousselot D. Resveratrol and Cardiovascular Diseases. Nutrients. 2016;8(5):250. Published 2016 May 2. doi:10.3390/nu8050250

Ebook Gratuito Salugea Manuale del Colesterolo

Non perderti il nostro Ebook gratuito:
Manuale del Colesterolo

Scaricalo GratisScarica l'Ebook gratuito:
Manuale del Colesterolo