Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Colesterolo alto? Scopri le cause e previeni i rischi!

Spesso viene trascurato poiché senza sintomi distintivi: di ipercolesterolemia o colesterolo alto ne soffre il 54% della popolazione europea, in ugual modo tra uomini e donne. Rappresenta il fattore di rischio cardiovascolare più diffuso in Italia: scopriamone qui le cause e i rischi.

Sicuro di non esserne soggetto?

E’ un problema che non manifesta sintomi particolari, spesso lo si diagnostica a fronte di episodi di pressione alta e disturbi vascolari ricorrenti, correlati a sovrappeso, fumo e stile alimentare scorretto…altre volte è più silente, spesso di origine genetica.

In questa pagina trovi una pratica tabella dei valori di colesterolo ottimali, dove puoi verifare quali sono i principali indici di riferimento da tenere monitorati.

→ Clicca qui per scaricare gratuitamente il Manuale del Colesterolo, un e-book dedicato ai rimedi naturali contro il colesterolo alto.

Che cos’è?

Il colesterolo è una sostanza lipidica, di consistenza viscosa come il miele, che il nostro organismo utilizza per proteggere i nervi, formare strutture cellulari e produrre gli ormoni: è quindi utile ed indispensabile per il buon funzionamento dell’organismo; quello che è da evitare è un suo eccesso nel sangue.

Esistono 2 fonti possibili di approvvigionamento di colesterolo per il nostro organismo: quella alimentare, attraverso i cibi che mangiamo, e quella fisiologica, in cui è il nostro fegato a produrlo in quantità necessaria al fabbisogno del corpo per stare in salute.

Il nostro stile di vita incide molto sulla produzione di questa sostanza: un’alimentazione sregolata ed eccessivamente ricca di grassi e zuccheri, unita ad una vita sedentaria, contribuiscono a far aumentare i livelli di colesterolo nel sangue che si deposita nelle arterie causando ostruzioni.

La prevenzione inizia presto…

Tutti gli adulti dai 20 anni in su dovrebbero effettuare dei controlli periodici, almeno una volta ogni 5 anni. Se i livelli di colesterolo sono sopra la media o si presentano altri rischi di malattie cardiache è necessario monitorarli con maggior frequenza.

Colesterolo in eccesso: le cause possono essere molteplici

Molti fattori concorrono al possibile eccesso di colesterolo nel sangue, tra questi ricordiamo:

Avere più di 50 anni per un uomo o più di 55 anni per una donna:

Le funzioni metaboliche dell’organismo tendono a rallentare e c’è maggior probabilità di accumulo di scorie e tossine che si concentrano nel torrente sanguigno e si depositano nelle arterie, causando problematiche cardio-vascolari.

Essere in menopausa:

A causa del calo ormonale, dopo i 50 anni le donne tendono ad avere un incremento del colesterolo totale e del colesterolo LDL che ne aumenta la tendenza a depositarsi nei vasi a formare le placche aterosclerotiche. Si calcola che ben il 38% delle italiane in menopausa abbia colesterolemia elevata (uguale o superiore a 240 mg/dl) oppure sia sotto trattamento farmacologico specifico. Il 35% è invece in una condizione limite, con colesterolemia compresa fra 200 e 239 mg/dl.

Avere un parente prossimo che soffre o ha sofferto di malattie cardio-vascolari

Il colesterolo alto può essere ereditario: la maggior probabilità che si manifesti un problema cardiaco comporta la necessità di dover applicare una costante attività di prevenzione. Alcuni individui inoltre sono geneticamente predisposti a produrre quantità maggiori di colesterolo in forma autonoma indipendentemente dallo stile di vita adottato: questo li costringe a terapie farmacologiche costanti e importanti.

Fumare

Il fumo può aumentare il rischio di malattie cardiovascolari attraverso diversi meccanismi. Le numerose sostanze nocive e tossiche derivanti dalla combustione del tabacco danneggiano la parete dei vasi sanguigni, inducono il deposito dei grassi nelle arterie e favoriscono la formazione di pericolosi coaguli di sangue.

Per quanto riguarda il colesterolo il fumo agisce su due fronti: da un lato porta all’aumento dei livelli di LDL, il colesterolo considerato “cattivo”, e dall’altro riduce l’HDL, il colesterolo considerato “buono”. La conseguenza è un incremento del rischio di aterosclerosi, il pericoloso restringimento delle arterie che può sfociare in gravi eventi cardiovascolari.

Soffrire di pressione alta (ipertensione)

L’ipertensione è un pericoloso elemento di concausa da considerare nella gestione della ipercolesterolemia, e per evitare gravi danni cardio-circolatori!

Essere in sovrappeso

Uno dei problemi più comuni tra quelli correlati al moderno stile di vita è il sovrappeso. Rappresenta il maggiore fattore di rischio per lo sviluppo di molte patologie metaboliche croniche (come il diabete e iperlipemia) e malattie cardiache causate da un’alimentazione costituita da un eccesso di carni rosse, grassi, fritti, zuccheri raffinati, alcool, lieviti e uno stile di vita prettamente sedentario.

I rischi del Colesterolo in eccesso

Dopo questa carrellata di situazioni a rischio ti potresti essere immedesimato in una di queste tematiche o volerle prevenire: è proprio per questo che ti invitiamo a porre la giusta attenzione al tuo stato di salute attuale e prendere consapevolezza della tua situazione per evitare sorprese dell’ultimo minuto!

Il colesterolo in eccesso infatti aumenta il rischio di andare incontro a malattie cardiovascolari, infarti e ictus. Scarica l’e-book gratuito “Manuale del Colesterolo” cliccando qui sotto, troverai tecniche e rimedi utili a ridurlo naturalmente:

Manuale del Colesterolo Ti forniamo infine suggerimenti utili e preziosi per abbassare il colesterolo senza farmaci sintetici in questo articolo. Buona lettura!

Ultimo aggiornamento il: 11/04/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

FONTI E APPROFONDIMENTI

SIPREC Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare. Colesterolo, un killer sottovalutato. 14 marzo 2017, di Redazione AZS.

Humanitas Salute. Colesterolo giù in cinque mosse. Dott.ssa Lidia Rota.

SISA – Società Italiana per lo Studio dell’Aterosclerosi. L’aumento del colesterolo nella donna in menopausa.

Fondazione Telethon. Ipercolesterolemia familiare.

Orphanet. Ipercolesterolemia familiare eterozigote.

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il 01/07/16 16.26

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 14/11/2018

Trackback dal tuo sito.

Facciamo due chiacchere?

  • Avatar

    piergiorgio

    |

    Buongiorno, seguo il suo blog da diverso tempo, ho il colesterolo alto 270 totale, e da circa due mesi sto usando un integratore a base di riso rosso fermentato armocolest, ho avuto una riduzione fino a 210, ma vorrei integrare con la dieta. Sa indicarmi dei cibi da privilegiare per abbassarlo ulteriormente o tenerlo su questi range ?

    Rispondi a piergiorgio

Lascia un commento

Trigliceridi alti cosa fare per abbassarli subito Se hai i trigliceridi alti e vuoi sapere cosa puoi fare per abbassarli naturalmente sei nel posto gi...
Trigliceridi valori ottimali: tabella di riferimento Si parla sempre di colesterolo alto e ormai quasi tutti sanno quali sono i valori che indicano se la...
Rapporto colesterolo totale e HDL: l’indice di rischio cardiovascolare Il rapporto colesterolo totale e HDL serve per determinare l'indice di rischio cardiovascolare. Lo s...
Trigliceridi alti: 4 cause non alimentari Ogni volta che ripeti le analisi del sangue il valore dei trigliceridi è sempre più alto della norma...
Stress e colesterolo Vivere sotto tensione aumenta i valori del colesterolo e il rischio cardiovascolare È vero, a confe...
La statina naturale del riso rosso fermentato: la Monacolina K In principio, per curare il colesterolo alto c'erano solo le statine. Atorvastatina, cerivastatina, ...
eBook Gratuito
Manuale del Colesterolo

Vuoi riceverlo gratuitamente nella tua casella e-mail?

  • Il Colesterolo buono e cattivo
  • Le tecniche più efficaci per ridurre il colesterolo in eccesso
  • Quali alimenti portare in tavola
  • Quali sono le piante e i rimedi naturali consigliati
  • Qual’è la combinazione di estratti vegetali in grado di ridurlo del 20% circa in soli 3 mesi!
A quale indirizzo mail vuoi riceverlo?

Inserisci l'indirizzo mail al quale vuole ricevere gratuitamente l'eBook e le ultime novità dal Mondo dei Rimedi Naturali Salugea!

Fatto!
Controlla subito la tua casella di posta!