Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Colesterolo alto: cosa lo fa alzare?

Sei sempre stata una persona attenta al proprio stile di vita e poco avvezza agli stravizi, nonostante ciò le tue ultime analisi del sangue hanno evidenziato che i valori del colesterolo erano superiori alla norma. Una sorpresa davvero poco gradita. Ma come sarà successo? Considerando anche il fatto che è una vita che non mangi formaggi proprio per paura di far alzare il colesterolo! Bene, se questa è la situazione sei proprio nell’articolo giusto! Insieme vedremo cosa fa alzare il colesterolo, cercando soprattutto di trovare per ogni causa che lo alza, anche una soluzione. Intanto però voglio anticiparti una cosa… l’alimentazione non è l’unica cosa che fa alzare il colesterolo, quindi va benissimo il fatto di evitare i formaggi, ma forse c’è bisogno di fare anche qualcosina in più.

colesterolo alto cosa lo fa alzare

Prima di iniziare però volevo suggerirti una cosa e sai cosa? Quella di scaricare il nostro e-book dedicato ai valori ottimali del colesterolo. L’e-book è gratuito e al suo interno troverai spiegato anche come calcolare il valore dell’IRC, ossia dell’indice di rischio cardiovascolare, cosa che nella vita può sempre tornare utile!

Scarica qui l’ebook: Colesterolo, valori ottimali

E-book alla mano possiamo ripartire con l’articolo.

Cos’è il colesterolo e perché entro certi valori è necessario

Non si può pensare al colesterolo senza etichettarlo subito come uno dei più acerrimi nemici delle arterie. Non è così? Beh, lasciami spezzare una lancia a favore del colesterolo, perché uno dei miei motti è che non bisogna mai fare di tutta l’erba un fascio.

È vero, nessuno può negare l’evidenza, soprattutto quando l’evidenza è scientifica: quando il colesterolo è in eccesso nel sangue, può depositarsi lungo le pareti delle arterie e formare la placca aterosclerotica, aumentando così il rischio cardiovascolare per infarti e ictus.

Tuttavia, il colesterolo non è un elemento da considerare dannoso in maniera assoluta, perché in realtà il colesterolo è indispensabile per il corretto funzionamento dell’organismo.

Il colesterolo infatti partecipa alla sintesi degli ormoni steroidei – come gli estrogeni, il testosterone e il cortisolo – ed è uno dei componenti lipidici di cui il nostro organismo è più ricco, perché prende parte alla costituzione delle membrane cellulari.

Gran parte del colesterolo presente nell’organismo si trova nel sangue, perché è attraverso il torrente sanguigno che riesce a raggiungere i diversi organi e distretti del corpo umano. E lo fa viaggiando a bordo di particolari vettori chiamati rispettivamente lipoproteine HDL e lipoproteine LDL. Le prime conosciute anche come colesterolo buono e le seconde come colesterolo cattivo. Ma perché alcune sono buone e altre cattive? Semplice, a causa della loro funzione.

Le lipoproteine HDL sono “buone” perché il loro compito è quello di intercettare e recuperare l’eccesso di colesterolo nel sangue per riportarlo al fegato, dove verrà lavorato ed eliminato, mentre le lipoproteine LDL sono “cattive” perché svolgono la funzione opposta, ossia trasportare il colesterolo dal fegato verso le cellule. Se le lipoproteine LDL sono in eccesso – trovi i loro valori normali nel nostro ebook – aumenta anche il valore del colesterolo totale.

Oltre all’alimentazione cosa fa alzare il colesterolo

Ma da dove arriva il colesterolo? Solo da quello che mangiamo? Assolutamente no. Devi sapere che in realtà la maggior parte del colesterolo viene prodotta dal nostro stesso organismo e l’organo che si occupa della sua produzione è il fegato. Solo una minima parte di colesterolo viene effettivamente introdotta con l’alimentazione.

Ecco perché poco fa ti dicevo che l’alimentazione non è l’unico fattore che fa alzare il colesterolo; ma allora cosa lo fa alzare veramente? Diverse condizioni purtroppo.

In primo luogo, sono le cattive abitudini alimentari che fanno alzare il colesterolo, questo è vero, subito seguite però da stress, predisposizione genetica, alcune patologie come il diabete e l’obesità[1] e anche l’utilizzo di alcune categorie di farmaci.

A queste cause vanno poi aggiunti anche i fattori di rischio, come ad esempio:

  • fumo
  • alcol
  • sovrappeso
  • stile di vita sedentario

Vediamo ora un po’ più nel dettaglio alcune delle cose che fanno alzare il colesterolo

Anche il sovrappeso tra i fattori che fanno alzare il colesterolo

Colesterolo e peso corporeo[2] sono collegati fra loro e un aumento dell’uno può provocare anche l’aumento dell’altro. Il sovrappeso non va considerato solo come una problematica estetica, di quelle che vanno risolte solo prima della stagione estiva e in vista della prova costume, ma va piuttosto considerato come una condizione sfavorevole per il nostro benessere generale. L’aspetto estetico credimi, è l’ultimo dei problemi!

Ti dico questo perché spesso e volentieri il sovrappeso va a braccetto con tutta una serie di altri disturbi, come diabete, ipertensione e ipertrigliceridemia.

Che fare allora? Semplice!

Senza un attimo di esitazione bisogna partire convinti verso l’ambiziosa meta del “miglioramento del peso corporeo”, meglio facendoti aiutare da un nutrizionista. Una meta che non è mai troppo lontana per chi il viaggio lo inizia e che invece è e rimarrà sempre troppo lontana per chi decide di rimanere con i bagagli (dei chili di troppo) a “terra”.

Per chi ha il coraggio di partire, la prima tappa per migliorare il proprio peso corporeo e quindi anche il colesterolo è quella di evitare il consumo di determinate categorie di alimenti, come ad esempio:

  • i cibi ricchi di grassi saturi come la carne grassa e rossa
  • prodotti insaccati
  • zuccheri semplici e raffinati
  • bevande alcoliche e zuccherine
  • interiora come fegato e cervello

Gli unici grassi che per un po’ saranno i tuoi migliori amici sono quelli buoni, conosciuti anche come Omega3, di cui – ahimè – spesso e volentieri la nostra alimentazione ne è carente.

Gli Omega3 sono contenuti in alcuni tipi di pesce, soprattutto quello azzurro, nel Krill, un crostaceo antartico, e in alcuni tipi di olio vegetale, come quello di lino e di cartamo, nei cereali e in alcuni vegetali a foglia verde come lattuga, broccoli e cavolo verde.

Una dieta sana, varia ed equilibrata dovrebbe includere dalle 2 alle 4 porzioni di pesce a settimana.

Anche l’età, il sesso e la genetica fanno alzare il colesterolo

Oltre al normale invecchiamento, che già da solo potrebbe bastare, un’altra conseguenza del passare degli anni è anche la tendenza all’aumento del colesterolo. I livelli di colesterolo iniziano ad aumentare progressivamente già a partire dai 20 fino ai 60 anni per gli uomini e fino ai 70 per le donne[3].

Nelle donne dopo i 50 anni i valori del colesterolo possono alzarsi anche a causa della menopausa. Il cambiamento ormonale tipico di questa fase ha infatti un impatto sui valori del colesterolo, soprattutto su quello LDL, che tenderanno a salire, mentre quelli del colesterolo HDL tenderanno a scendere. Con la cessazione della produzione degli estrogeni cessa anche la loro azione protettiva nei confronti dell’ipercolesterolemia[4].

Esiste poi un’altra forma di ipercolesterolemia conosciuta anche come familiare[5], caratterizzata da una non adeguata rimozione del colesterolo LDL – che di conseguenza finirà per accumularsi lungo le pareti delle arterie – la cui causa è una mutazione genetica.

Suggerimenti generali e adatti a tutti per migliorare i valori del colesterolo

Come hai potuto leggere con i tuoi occhi, sono davvero tante le cose che fanno alzare il colesterolo, alcune di queste, come l’età o la genetica, non modificabili, altre invece tranquillamente modificabili ed è su queste che dovrai concentrarti per riportare i valori di colesterolo nella norma.

Durante i prossimi mesi dovrai pertanto impegnarti a:

  • seguire un’alimentazione sana, varia ed equilibrata
  • praticare esercizio fisico costante
  • eliminare i fattori di rischio
  • tenere sotto controllo il peso corporeo

E … cosa molto importante, controllare le tue ultime analisi del sangue con il tuo medico per valutare insieme a lui un possibile trattamento, che potrà essere a base di sostanze naturali o di sintesi, da seguire per aiutarti a mantenere i valori del tuo colesterolo nella norma.

Spero di averti dato qualche informazione utile sulle cause che fanno alzare il colesterolo, ma se non fosse così ricordati che puoi sempre scrivermi utilizzando i commenti.

Liposan Forte

Ultimo aggiornamento il: 27/04/2020

Scritto da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il

"I veri amici condividono tutto"

Hai trovato questo articolo utile? Condividilo!

Chi ha il colesterolo alto può bere il vino? Hai sempre amato i piaceri della buona tavola e da bravo intenditore o intenditrice sai che non c’è ...
Colesterolo alto in gravidanza: cosa fare? Hai appena scoperto di avere il colesterolo alto in gravidanza e ora vuoi sapere cosa fare? Cara f...
Astaxantina proprietà e benefici Hai sentito parlare dell’Astaxantina1 e ora vuoi saperne di più? Bene, sei proprio nell’articolo giu...
I lipidi sono colesterolo? Ti sarà sicuramente capitato di entrare in un laboratorio di analisi cliniche e leggere, magari affi...
Colesterolo e formaggi: ecco tre consigli! Caciotta senese con miele di castagne, caciocavallo con composta di mele renette, fontina con marmel...
Chi ha il colesterolo alto può mangiare il burro? Pane burro e marmellata, spaghetti cacio e pepe, besciamella fatta in casa…Che cosa hanno in comune ...

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Facciamo due chiacchere?

  • Avatar

    Serena

    |

    Molto interessante l’articolo, infatti io sono in menopausa e il colesterolo mi si è alzato paurosamente, per giunta sono pure vegana, quindi è decisamente vero che l’alimentazione non è l’unico fattore di rischio. Sto assumendo liposan forte, qualche risultato c’è già stato ma la strada è lunga per poter abbattere il muro. Non mi arrendo e continuo. Saluti e grazie.

    Rispondi a Serena

  • Avatar

    mariagrazia

    |

    Salve, purtroppo combatto con i valori alti di Colesterolo da molto tempo, in un primo momento ho usato la statina ed i valori si sono abbassati ma, a causa degli effetti collaterali (dolore alle articolazioni) ho deciso di sospenderla e passare agli integratori naturali. Purtroppo al momento i risultati non sono ottimali ed ho, anche se in discesa, il valore LDL troppo alto (144 su 211 globale). Preciso che però il valore dei miei trigliceridi è sempre stato basso. Pensa che il vostro prodotto potrebbe aiutarmi?

    Rispondi a mariagrazia

    • Avatar

      Dott.ssa Federica De Santi

      |

      Buongiorno MariaGrazia,

      grazie per averci scritto e raccontato la tua storia.
      Liposan Forte, l’integratore per il colesterolo e trigliceridi, ha dimostrato la sua forza direttamente sul campo.
      Di fatti è uno dei pochissimi integratori che è stato sottoposto a uno studio clinico.
      Al termine dello studio i partecipanti avevano avuto tutti una riduzione, circa, del 20% senza modificare abitudini alimentari e fare movimento.

      Risultati che in tutti questi anni si sono confermati e andati anche oltre.
      Quando poi il colesterolo è particolarmente tosto consigliamo sempre l’abbinamento anche con Omega 3 Krill Oil e Succo di Acai.

      Se ha piacere di approfondire l’argomento siamo a sua disposizione anche telefonicamente al n° 800 688 801.

      Le auguriamo una splendida giornata 🙂

      Rispondi a Dott.ssa Federica De Santi

Lascia un commento

BIBLIOGRAFIA

1 Klop B, Elte JW, Cabezas MC. Dyslipidemia in obesity: mechanisms and potential targets. Nutrients. 2013;5(4):1218–1240. Published 2013 Apr 12. doi:10.3390/nu5041218.

2 Denke MA, Sempos CT, Grundy SM. Excess body weight. An underrecognized contributor to high blood cholesterol levels in white American men. Arch Intern Med. 1993;153(9):1093–1103. doi:10.1001/archinte.153.9.1093.

3 Kreisberg RA, Kasim S. Cholesterol metabolism and aging. Am J Med. 1987;82(1B):54–60. doi:10.1016/0002-9343(87)90272-5.

4 LDL Rises Around Time of Menopause. Aging Did Not Explain LDL Cholesterol Increase. By Salynn Boyles.

5 OMAR Ipercolesterolemia Familiare: news su diagnosi, farmaci, sperimentazioni e qualità della vita.

Ebook Gratuito Salugea Manuale del Colesterolo

Non perderti il nostro Ebook gratuito:
Manuale del Colesterolo

Scaricalo GratisScarica l'Ebook gratuito:
Manuale del Colesterolo