Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Depurare intestino e colon naturalmente

“Appena mangio mi si gonfia la pancia”. “Ho i crampi allo stomaco”. “Non riesco ad andare in bagno”. Capita anche a te di pronunciare queste frasi? Forse è arrivato il momento di depurare intestino e colon. Questi infatti sono i disturbi più comuni – e quelli meno preoccupanti – dati da un intestino e un colon “affaticati”.

Affaticati da cosa? In primis da un’alimentazione scorretta che fa lavorare troppo e male il nostro apparato digerente. In questo articolo ti diamo 3 consigli per depurare il colon e l’intestino e ti diciamo anche come mantenerli puliti. Ma, prima di tutto, sai qual è la differenza tra intestino e colon? Te la spieghiamo in breve.

C’è differenza tra intestino e colon?

In realtà, il colon è la parte finale dell’intestino. L’intestino, infatti, è lungo 7 – 9 metri: i primi 6 – 7 formano l’intestino tenue, l’ultimo paio è formato dall’intestino crasso, costituito principalmente dal colon. L’intestino tenue assorbe i nutrienti ed elimina tossine e scorie alimentari. Il colon svolge la fondamentale funzione di transito delle materie scarto, ne assorbe l’acqua, i sali minerali e le vitamine ancora presenti e poi le trasforma in feci che verranno espulse attraverso il retto.

Intestino tenue e colon sono fondamentali per il nostro benessere. Sono loro che ci “nutrono” e sono sempre loro che puliscono il nostro organismo, ma per farlo devono essere, a loro volta, puliti. Ecco 3 rimedi naturali per depurare intestino e colon. Sono così semplici che puoi provarli subito. Scarica anche il nostro ebook gratuito: Guida alla Depurazione, Salute e Bellezza!

GUIDA ALLA DEPURAZIONE (E-book gratuito)

Clistere con acqua e sale

Il modo più semplice per depurare il colon è aiutarlo a eliminare le feci con un clistere. Per fare il clistere ti servono solo:

  • un enteroclisma con la sacca da due litri. Puoi acquistarlo in qualsiasi farmacia;
  • 2 litri di acqua;
  • un cucchiaino di sale, marino o salgemma.

Se vuoi, al posto del sale, puoi usare un cucchiaino di bicarbonato o un infuso alla camomilla. Per preparare il clistere:

  • Scalda 2 litri d’acqua. La temperatura ideale si aggira intorno ai 35 gradi. Aggiungi un cucchiaino di sale da cucina.
  • Versa l’acqua nella sacca del clistere.
  • Vai in bagno e attacca la sacca del clistere in alto (alla maniglia della finestra, per esempio).
  • Poggia un asciugamano a terra e sdraiatici sopra posandoti sul fianco destro.
  • Inserisci nell’ano il beccuccio della cannula collegata alla sacca.
  • Apri la piccola valvola che sta vicino al beccuccio e lascia entrare l’acqua.

Se riesci a far fluire 2 litri di acqua è meglio, ma se hai dolori addominali o lo stimolo di andare in bagno, non preoccuparti. Chiudi la valvola del clistere, cerca di trattenere l’acqua per almeno 10 – 15 minuti massaggiando lo stomaco e poi… liberati! Tre raccomandazioni:

  1. Fai il clistere lontano dai pasti, meglio la mattina a digiuno. Il processo digestivo deve essere terminato.
  2. Se, dopo aver fatto il clistere, hai ancora molta aria nella pancia ti consigliamo di farne un altro.
  3. Assumi probiotici per qualche giorno dopo aver fatto il clistere.

È più complicato a dirsi che a farsi. Prova e vedrai.

Semi di lino, semi di psillio e malva

Per purificare l’intestino arricchisci la tua alimentazione con questi tre ingredienti: semi di lino, semi di psillio e malva.

I semi di lino e i semi di psillio sono indicati in caso di stitichezza. A contatto con i liquidi, infatti, questi semi formano una massa gelatinosa che facilita il transito intestinale.

I semi di lino, nonostante siano molto piccoli, è meglio tritarli, perché altrimenti il nostro corpo li espelle così come sono. Per svolgere la funzione di “spazzini” devono essere sminuzzati. Puoi farlo con un macinino (tritasemi, macinaspezie o macinacaffè), o un frullatore, o mortaio e pestello (oppure è importante masticarli bene aprendoli). Aggiungi i semi di lino allo yogurt, alle insalate o alle zuppe. Sono quasi insapori, non danno nessun fastidio al palato. La dose consigliata? Dai 3 ai 6 cucchiaini al giorno. Sai che sono anche ricchissimi di Omega-3? Fanno bene due volte!

I semi di psillio sono indicati sia in caso di stitichezza che in caso di irregolarità intestinale. Come quelli di lino, anche questi semi aumentano la loro massa a contatto con i liquidi e ti aiutano ad andare in bagno. Inoltre, hanno anche proprietà antinfiammatorie, sono quindi indicati in caso di colon irritabile e proteggono la flora batterica intestinale. Proprio come i semi di lino, puoi mangiare i semi di psillio nello yogurt, nelle insalate, nelle zuppe e, perché no, usarli anche nell’impasto di pane e dolci.

La malva, invece, è consigliata sia in caso di stitichezza come in caso di diarrea o intestino irritabile perché questa pianta ha proprietà lenitive, oltre a essere un antinfiammatorio naturale. Le mucillagini della malva sfiammano le pareti dell’intestino e del colon e, allo stesso tempo, regolarizzano il transito intestinale. Come assumerla? Puoi prepararci dei decotti o delle tisane; le sue foglie giovani possono essere mangiate anche crude. Perché non le aggiungi all’insalata?

Gli estratti secchi titolati

Per mantenere intestino e colon puliti a lungo aggiungi ai primi due consigli che ti abbiamo dato quest’ultimo: usa Colonsan Formula Potenziata, l’integratore 100% naturale a base di estratti secchi titolati di finocchio, tarassaco, melissa, malva e zenzero.

Gli estratti secchi titolati impiegati negli integratori di alta qualità e conservati in vetro scuro farmaceutico sono infatti più efficaci dei decotti e delle tisane. Noi di Salugea abbiamo selezionato con cura solo le piante più efficaci, quelle che davvero aiutano e proteggono il tuo intestino e il tuo colon.

Colonsan Formula Potenziata si assume così:

  • Prendi una o due capsule al giorno con un bicchiere di acqua, prima dei pasti.
  • Nei primi tre giorni di trattamento puoi prendere due capsule a pranzo e due a cena.
  • Per un’azione ancora più efficace abbina Colonsan Formula Potenziata al nostro Succo di Aloe Vera.

La depurazione dell’organismo è alla base della nostra salute. Vedrai che dopo aver depurato l’intestino e il colon ti sentirai più in forma, con più energia e migliorerà anche il tuo aspetto fisico. Provare per credere 🙂

Colonsan Salugea

Ultimo aggiornamento il: 11/04/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

Scritto da:

La Redazione
Naturopata

il 30/09/17 14.14

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 30/09/2017

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Depurazione di Primavera: come liberare il corpo da liquidi e tossine È arrivata la primavera e con lei la voglia di colore, freschezza, cambiamento di sentirci leggeri. ...
Pilosella: proprietà, benefici e controindicazioni Sono più di 100 le specie di piante appartenenti al genere Hieracium. Di queste 100 solo 10 hanno pr...
Drenante naturale: qual è il più efficace? Nonostante il calendario ci ricordi che siamo ancora lontani, ogni tanto il pensiero va all'estate. ...
Pilosella: quale comprare? La Pilosella è una pianta molto conosciuta nell'ambiente femminile per il suo potere drenante e sgon...
Tisane depurative: come prepararle e quando berle Benvenuto nel favoloso mondo delle tisane depurative! “Depurare l’organismo è il primo passo per co...
Tarassaco: tisana, decotto o infuso? Hai letto che la tisana al tarassaco fa bene a stomaco e intestino, contrasta la pancia gonfia e dep...
eBook Gratuito
Guida: Depurazione, Salute e Bellezza

Vuoi riceverla gratuitamente? Scoprirai:

  • 4 metodi naturali per depurarti
  • Gli alimenti e i frullati detox
  • Come depurare il fegato e l'intestino
  • Tre rimedi naturali per depurare il colon
  • Test della pelle e Bristol Stool Chart
A quale indirizzo mail vuoi riceverlo?

Inserisci l'indirizzo mail al quale vuoi ricevere gratuitamente l'eBook e le ultime novità dal Mondo dei Rimedi Naturali Salugea!

Controlla subito la tua casella di posta!
Fatto!