Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Rimedi naturali detox per il fegato

Gli stravizi culinari durante i periodi di festa o di vacanza, l’utilizzo prolungato di farmaci, lo stress e un’alimentazione disordinata sono tutti fattori che possono mettere a dura prova il fegato, perché favoriscono l’accumulo di tossine e lo costringono a fare gli straordinari. E a chi piace fare gli straordinari? Tanto più, che per il nostro caro e buon amico fegato gli straordinari sono sempre gratuiti! Per evitare che la situazione diventi critica e il fegato inizi a dare segni di cedimento è bene metterlo un po’ a riposo. Qui troverai tanti rimedi naturali detox per il fegato.

rimedi detossificanti per il fegato

In più, se oltre al fegato vuoi depurare anche gli altri organi emuntori (pelle, reni, intestino e polmoni), non dimenticare di scaricare la nostra guida gratuita:

eBook gratuito: Depurazione, Salute e Bellezza (PDF)

Al suo interno troverai tantissimi rimedi detox e consigli pratici e da applicare ogni giorno per favorire l’eliminazione delle tossine ed evitare che si accumulino di nuovo nell’organismo. Chi l’ha letta non può più farne a meno, cosa aspetti a leggerla anche tu?

Guida alla mano, ripartiamo con l’articolo. Buona lettura!

Le piante da utilizzare per un effetto detox naturale sul fegato

Uno dei modi più efficaci per ottenere un effetto detox sul fegato in modo naturale è con l’utilizzo delle piante. Le più utili allo scopo sono: il Cardo mariano, il Carciofo, la Fumaria e il Fillanto.

Il Cardo mariano è una pianta da sempre conosciuta e utilizzata per sostenere e promuovere il benessere epatico.

All’interno del Cardo mariano è presente la silimarina, un principio attivo naturale a cui la scienza, nel corso degli anni, ha riconosciuto numerose proprietà protettive nei confronti del fegato. Per questo motivo il Cardo mariano trova largo impiego come coadiuvante nel trattamento di disturbi, come fegato grasso (steatosi epatica), cirrosi1, intossicazione epatica ed epatiti.

Che il Carciofo sia uno degli alleati più sinceri e affidabili per il fegato è noto dalla notte dei tempi. Nel Carciofo, è presente una sostanza naturale chiamata cinarina dotata della proprietà di stimolare la produzione di bile e favorirne lo svuotamento nel duodeno.

La bile è un liquido prodotto dal fegato e conservato nella cistifellea la cui funzione è quella di digerire i grassi. Il meccanismo di azione della bile è molto simile a quello dell’acqua micellare.

Si, hai letto bene, mi riferisco proprio al prodotto spesso utilizzato per rimuovere il trucco, anche quello resistente all’acqua!

Proprio come le micelle presenti nell’acqua micellare inglobano il trucco per scioglierlo e rimuoverlo dal viso, allo stesso modo gli acidi biliari presenti nella bile emulsionano i grassi presenti negli alimenti per ridurli in particele piccolissime – dette micelle – e renderli più digeribili da parte degli enzimi digestivi. Ecco perché il Carciofo viene spesso utilizzato per favorire la digestione e per controllare i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

La Fumaria è una pianta appartenente alla famiglia delle Fumariacee e il suo nome deriva dal latino fumus e fa riferimento al caratteristico odore che emana la pianta quando viene sfregata. Nella Fumaria sono presenti diversi attivi naturali tra cui glicosidi, acido fumarico e alcaloidi isochinolinici, dalle spiccate proprietà depurative, diuretiche e antinfiammatorie.

La Fumaria, oltre che per promuovere la depurazione epatica, può essere utilizzata anche per depurare la pelle e alleviare disturbi come dermatiti, acne ed eczemi, su cui si è rivelata particolarmente efficace.

E dulcis in fundo il Fillanto. Ne hai mai sentito parlare? No?! Nemmeno con il suo soprannome di spaccapietre?

Ok, lascia che te lo presenti allora!

Il Fillanto è una pianta amante del clima tropicale. Nasce infatti nella foresta amazzonica, nelle regioni dell’India Meridionale e in Cina. È chiamata spaccapietre per le sue radici, che sono particolarmente solide e robuste.

Gli attivi naturali presenti nella pianta comprendono alcaloidi, lignani e bioflavonoidi, sostanze naturali dotate di proprietà drenanti, antinfiammatorie e antispasmodiche.

Gli utilizzi del Fillanto sono molto antichi e affondano le loro radici nell’antica medicina ayurveda, che include la pianta tra i rimedi naturali utili per contrastare ittero, dissenteria e infezioni delle vie urinarie.

Vedi quante meravigliose proprietà si nascondono nelle piante? L’avresti mai detto?

Ora, però, è venuto il momento di scoprire come utilizzarle e dove trovarle. Sei d’accordo?

Come utilizzare e dove trovare le piante ad effetto detox per il fegato

È possibile utilizzare le piante per disintossicare il fegato sotto forma di decotto, tisana, tintura madre ed estratto secco titolato. Ma lascia che ti sveli un segreto: non tutti questi modi di lavorazione sono efficaci allo stesso modo!

Se vuoi essere davvero sicuro, o sicura, di sfruttare i benefici degli attivi naturali presenti nelle piante scegli sempre l’estratto secco titolato.

L’estratto secco titolato è l’unico metodo di lavorazione della pianta che consente di mantenere inalterate le proprietà originarie dei suoi principi attivi naturali ed è anche quello che ne contiene la concentrazione più alta. Per questo motivo è da preferire ad altre forme di lavorazione o di assunzione. 

E ora vediamo dove trovare queste piante e soprattutto dove trovarle come estratti secchi titolati!

Puoi trovare gli estratti secchi di Cardo mariano, Carciofo, Fillanto e Fumaria in Epasal Salugea, un integratore 100% naturale studiato e formulato per sostenere il benessere epatico e favorire l’eliminazione delle tossine.

Epasal Salugea integratore per la depurazione del fegato

Nella sua formulazione innovativa è presente anche l’estratto secco da foglie di Olivo, Olivattiva® un estratto secco brevettato titolato al 70% in Oleuropeina, il principio attivo naturale presente nelle foglie di Olivo.

L’Oleuropeina è dotata di spiccate proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e di protezione delle cellule epatiche. Ecco perché è stata inclusa nella formulazione di Epasal e rappresenta il suo punto di forza rispetto ad altri integratori.

Epasal Salugea è consigliato nel caso di:

  • fegato appesantito
  • uso prolungato di farmaci
  • alimentazione troppo ricca di grassi
  • difficoltà digestive associate a sonnolenza e alitosi
  • stanchezza
  • pelle grassa e impura
  • regimi dietetici controllati per promuovere il corretto metabolismo dei grassi

Pensi di trovarti in una di queste situazioni? Se la risposta è sì, non ti resta che iniziare subito a liberare il fegato dalle tossine con Epasal!

Ma mi raccomando, mica lascerai fare tutto il lavoro a lui eh! Anche tu devi impegnarti a fare la tua parte e in particolare devi cercare di prestare attenzione all’alimentazione ed evitare tutti quei fattori che potrebbero farti fare di nuovo un bel pieno di tossine.

Ecco qualche suggerimento.

Le abitudini per disintossicare il fegato in modo naturale

Per disintossicare il fegato in modo naturale bisogna fare attenzione agli alimenti che usi.

Non a caso lo stesso Ippocrate, padre della medicina era solito dire:

“fa che l’alimento sia la tua medicina”.

Quindi, per qualche settimana, il consiglio è quello di evitare tutti gli alimenti che potrebbero appesantire il fegato e impegnarlo più del dovuto nel processo digestivo.

Hanno il divieto di entrare in cucina:

  • i cibi ricchi di grassi
  • i cibi pronti preconfezionati
  • gli insaccati e i formaggi stagionati
  • i fritti
  • i sughi elaborati
  • gli alimenti ricchi di zuccheri semplici
  • gli alcolici

Vuoi un’idea di cosa mangiare per i prossimi giorni? Dai un’occhiata a quest’articolo.

Hanno inoltre il divieto di farti compagnia per un po’ cattive abitudini come:

  • il fumo
  • la sedentarietà
  • lo stress

Che come accennato all’inizio dell’articolo favoriscono l’accumulo di tossine.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto e ti abbia fornito tutte le informazioni che stavi cercando su cosa fare per ottenere un effetto detox sul fegato con i rimedi naturali. E se decidi di seguire i nostri suggerimenti, non dimenticare di raccontarci la tua esperienza nei commenti.

Ci vediamo al prossimo articolo!

Ultimo aggiornamento il: 25/02/2021

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 25/02/2021

Tossine endogene ed esogene, qual è la differenza Stai navigando sul web per scoprire la differenza che esiste tra tossine endogene ed esogene? Puoi...
Ricette light per depurare il fegato dopo le feste Dopo i pranzi e le cene del periodo natalizio, è arrivato il momento di dedicare qualche giorno a de...
Depurare l’organismo per avere una pelle perfetta Pori dilatati, pelle lucida, imperfezioni sul naso, colorito spento e brufoletti sparsi qua e là … q...

Tags: , , , ,

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

NOTE E BIBLIOGRAFIA

1 Ferenci P, Dragosics B, Dittrich H, Frank H, Benda L, Lochs H, Meryn S, Base W, Schneider B. Randomized controlled trial of silymarin treatment in patients with cirrhosis of the liver. J Hepatol. 1989 Jul;9(1):105-13. doi: 10.1016/0168-8278(89)90083-4. PMID: 2671116.