Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Perché il colesterolo aumenta con l’età?

Con l’avanzare dell’età i livelli plasmatici del colesterolo e in particolare del colesterolo LDL, noto anche come colesterolo cattivo, aumentano e il perché è da ricercarsi nel fisiologico processo di invecchiamento a cui va incontro l’organismo. Con il passare del tempo l’organismo produce più colesterolo e la sua rimozione dal sangue da parte delle lipoproteine HDL, note anche come colesterolo “buono”, diventa meno efficiente.

colesterolo ed età

In realtà, la concentrazione di colesterolo nel sangue inizia ad aumentare progressivamente già a partire dai 20 anni, per raggiungere il picco tra i 50 e i 60 anni negli uomini e tra i 60 e i 70 anni nelle donne1. Nelle donne un primo aumento dei valori del colesterolo si registra già tra i 40 e i 50 anni, età in cui inizia la fase della premenopausa e diminuiscono i livelli degli ormoni femminili, ossia estrogeni e progesterone.

Ormai noto è che alti livelli di colesterolo nel sangue aumentano il rischio cardio-vascolare, è fondamentale monitorare i livelli di colesterolo nel sangue regolarmente, almeno una volta l’anno. Fare gli esami del sangue è importante – anche se spesso fa paura! – perché il colesterolo è un nemico silenzioso, arriva senza far rumore e senza preavviso e l’unico modo per accorgersi di lui è grazie alle analisi.

Se i tuoi livelli di colesterolo hanno passato i limiti considerati nella norma, il consiglio è quello di sentire il tuo medico e scaricare la nostra guida gratuita “I valori ottimali di colesterolo”, dove troverai la differenza tra i vari tipi di colesterolo: totale, HDL e LDL e tutti i loro valori di riferimento. In più, scoprirai tantissimi rimedi naturali utili per favorire un quadro lipidico ottimale.

Ora che abbiamo visto perché il colesterolo aumenta con l’età, vediamo come poter intervenire per riportarlo entro i limiti considerati nella norma e tenerlo sotto controllo. Ecco alcuni suggerimenti da seguire ogni giorno:

  • evita i fattori di rischio, ossia fumo, sovrappeso e cattiva alimentazione
  • fai attività fisica regolarmente
  • segui un’alimentazione sana, varia ed equilibrata
  • nel caso in cui cambiare stile di vita non sia sufficiente, valuta con il tuo medico l’opportunità di seguire un trattamento naturale con integratori specifici per il colesterolo a base di estratti vegetali come Monacolina K, Berberina e Silimarina, come trovi in Liposan Forte Salugea, l’innovativo integratore 100% naturale base di Riso Rosso fermentato, Crespino, Cardo Mariano e Rosmarino, formulato e studiato per promuovere un controllo completo sui livelli di colesterolo. Secondo quanto evidenziato da uno studio clinico Liposan Forte Salugea si è dimostrato in grado di abbassare i valori del colesterolo e trigliceridi del 20% in soli tre mesi e senza apportare particolari modifiche alla dieta dei partecipanti. Se hai piacere puoi leggere con i tuoi occhi i risultati dello studio cliccando questo link.

Scoperto cosa fare per mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue, approfondiamo i punti che hai appena letto uno per uno.

Evita i fattori di rischio

Fatta eccezione per i casi in cui i livelli alti di colesterolo nel sangue siano un regalo di mamma e/o papà, quindi la sua causa sia genetica, esistono dei fattori che possono favorire il processo di aterosclerosi e aumentare il rischio cardiovascolare, tra cui:

  • fumo
  • sedentarietà
  • cattiva alimentazione
  • consumo eccessivo di alcolici

Tra gli alimenti più pericolosi per chi soffre di colesterolo ci sono quelli ricchi di grassi saturi e grassi di origine animale che andrebbero ridotti drasticamente.

Un altro fattore da tenere sotto controllo è il peso corporeo e in particolare la circonferenza addominale. Proprio così, i centimetri di troppo localizzati intorno al girovita non sono solo un “problema estetico”. Devi infatti sapere che la circonferenza della vita è importante perché rappresenta un indice del tessuto adiposo viscerale e ci fornisce un’utile indicazione sulla possibilità che una persona ha di sviluppare malattie come diabete mellito di tipo II, fegato grasso e patologie cardiovascolari2.

Indicativamente sarebbe opportuno che la circonferenza della vita delle donne non superasse gli 85 cm, mentre quella degli uomini i 98 cm.

Per quanto riguarda il consumo di alcoli, puoi approfondire l’argomento leggendo gli articoli: Vino e colesterolo, Birra e colesterolo.

Fai attività fisica regolarmente

Fare attività fisica regolarmente è uno dei rimedi più efficaci per mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo. Per ottenere dei risultati il consiglio è quello di praticare sport almeno tre volte a settimana per 30 minuti.

Il tipo di sport ha poca importanza, camminata, cyclette, nuoto, Nordic Walking…

Quello che importa è scegliere un’attività sportiva adatta al proprio stato di salute e grado di allenamento.

Per iniziare è sufficiente camminare all’aria aperta indossando un paio di scarpe da ginnastica comode per 30 minuti e aumentare la durata della camminata gradualmente di 5 minuti in 5 minuti.

Segui un’alimentazione sana, varia ed equilibrata

La prevenzione e il controllo dei livelli di colesterolo devono iniziare a tavola, per questo è importante

  • prediligere il consumo di alimenti a basso contenuto di grassi, in particolare di grassi saturi,
  • consumare alimenti integrali (pane, pasta, cereali, etc.) e non raffinati
  • mangiare giornalmente la giusta quantità di frutta e verdura, possibilmente fresche e di stagione perché più ricche di vitamine, sali minerali e antiossidanti
  • alternare al consumo di carne quello del pesce, specie se azzurro, ricco di Omega3 alleati preziosi del nostro benessere
  • alternare al consumo di proteine animali, quello di proteine vegetali (legumi e pseudocereali)

Se hai difficoltà a seguire un regime alimentare bilanciato, o hai paura di fari errori alimentari, il consiglio è quello di chiedere aiuto a un, o una, nutrizionista che elaborerà con te un piano alimentare personalizzato e cucito su misura sulle tue esigenze.

Gli estratti vegetali anti colesterolo

Nel caso in cui cambiare stile di vita non dia i risultati sperati, è possibile mantenere sotto controllo i livelli del colesterolo nel sangue anche con gli estratti vegetali e in particolare con la Monacolina K3 del Riso fermentato, la Berberina del Crespino e la Silimarina del Cardo mariano che svolgono un’azione combinata anti-colesterolo simile a quella svolta dalle molecole di sintesi presenti nei farmaci, senza però avere i loro effetti collaterali.

Come ti ho accennato all’inizio dell’articolo trovi questi estratti vegetali nella esclusiva formulazione di Liposan Forte Salugea, che in uno studio funzionale ha dimostrato di ridurre il Colesterolo “cattivo” (LDL) e i Trigliceridi del 20% circa in soli 3 mesi e senza apportare cambiamenti all’alimentazione.

Liposan Forte

Potresti scaricare lo studio e discuterne con il tuo medico, che ne dici?

Come vedi i rimedi per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo che tendono ad aumentare con l’età sono parecchi, ora sta a te darti da fare per contrastarli!

Ultimo aggiornamento il: 21/05/2021

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 21/05/2021

Grassi saturi e insaturi: qual è la differenza e dove si trovano Stai navigando sul web per sapere tra grassi saturi e insaturi qual è la differenza? Puoi mettere fi...
Colesterolo alto dopo le feste: ecco cosa fare Dopo i pranzi e le cene di Natale e Capodanno i livelli di colesterolo hanno avuto un’impennata? Non...
Chi ha il colesterolo alto può mangiare il salmone? Da quando hai scoperto di avere il colesterolo alto hai dovuto cambiare tantissimo le tue abitudin...

Tags:

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

NOTE E BIBLIOGRAFIA

1 Kreisberg RA, Kasim S. Cholesterol metabolism and aging. Am J Med. 1987 Jan 26;82(1B):54-60. doi: 10.1016/0002-9343(87)90272-5. PMID: 3544833.

2 Jane J. Lee, Alison Pedley, Udo Hoffmann, Joseph M. Massaro, Caroline S. Fox, Association of Changes in Abdominal Fat Quantity and Quality With Incident Cardiovascular Disease Risk Factors, Journal of the American College of Cardiology, Volume 68, Issue 14, 2016, Pages 1509-1521, ISSN 0735-1097, https://doi.org/10.1016/j.jacc.2016.06.067

3 Banach M, Bruckert E, Descamps OS, Ellegård L, Ezhov M, Föger B, Fras Z, Kovanen PT, Latkovskis G, März W, Panagiotakos DB, Paragh G, Pella D, Pirillo A, Poli A, Reiner Ž, Silbernagel G, Viigimaa M, Vrablík M, Catapano AL. The role of red yeast rice (RYR) supplementation in plasma cholesterol control: A review and expert opinion. Atheroscler Suppl. 2019 Dec;39:e1-e8. doi: 10.1016/j.atherosclerosissup.2019.08.023. Epub 2019 Aug 17. PMID: 31451336.