Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Riso rosso per il colesterolo: funziona?

Hai sentito parlare del riso rosso fermentato come rimedio 100% naturale per l’eccesso di colesterolo e vuoi saperne di più? Benvenuto, sei nell’articolo giusto.

Innanzitutto sei in buona compagnia: l’eccesso di colesterolo è una delle problematiche di salute più diffuse in Italia. Il colesterolo è una molecola lipidica che si trova normalmente nel sangue, nonché uno dei principali costituenti delle nostre membrane cellulari. L’aumento della concentrazione di questa sostanza può portare a diversi disturbi, ed oggi, complici alimentazione errata e stili di vita stressanti, il colesterolo alto è una delle patologie più comuni.

→ Clicca qui per scaricare gratuitamente il Manuale del Colesterolo, un e-book dedicato ai rimedi naturali contro il colesterolo alto.

Come intervenire? Assumere farmaci (che possono presentare più controindicazioni che benefici) può risolvere il problema? In primis, è ormai conclamato che il primo intervento sia da applicare alle abitudini alimentari. Se anche una revisione della tua dieta quotidiana non si dimostra sufficiente, come fare?

E’ qui che entra in gioco il riso rosso fermentato, con una caratteristica particolare che lo rende unico: contiene una molecola molto simile alle statine, i farmaci più utilizzati al mondo per abbassare il colesterolo, con la fondamentale differenza di non essere un prodotto di sintesi. Il riso rosso è ottenuto semplicemente dalla fermentazione del comune riso (Oryza sativa) ad opera di un lievito denominato Monascus purpureus, un microrganismo con una colorazione rossa.

E’ efficace? Qui di seguito ti spieghiamo cosa è stato dimostrato da studi clinici, e a cosa fare assolutamente attenzione nell’individuare il miglior integratore per il colesterolo a base di riso rosso fermentato.

Principi attivi e azione sul colesterolo del Riso rosso fermentato

La fermentazione conferisce al riso la presenza di molecole biologicamente attive che intervengono sui processi enzimatici necessari per la sintesi del colesterolo, in particolare si tratta di un gruppo di molecole chiamate Monacoline.

Una di queste, la Monacolina K, ha una struttura chimica molto simile alla lovastatina, un farmaco appartenente alla famiglia delle statine. Studi scientifici dimostrano come la Monacolina k contribuisca all’inibizione dell’enzima HMG-CoA reduttasi, che interviene nel meccanismo di sintesi endogena del colesterolo. Semplificando, questa attività inibitoria conferisce al riso rosso la capacità di abbassare i livelli di colesterolo Totale ed LDL nel sangue, aumentando nello stesso tempo i valori di quello HDL.

Esistono controindicazioni nell’uso del riso rosso fermentato?

Il Riso Rosso fermentato è un attivo naturale estremamente efficace e sicuro nell’utilizzo in quanto è stato autorizzato dall’Agenzia per la Sicurezza Alimentare dell’Unione Europea (EFSA) per l’uso negli integratori alimentari; esso presenta un livello di possibili effetti collaterali estremamente ridotto rispetto alle statine di sintesi ed è infatti molto usato proprio per le molte persone che non riescono a tollerare il trattamento con tali farmaci.

Premettendo che nella maggior parte dei casi la terapia contro il colesterolo alto è di lunga durata, è comunque molto importante effettuare periodicamente i controlli necessari e affidarsi sempre al consiglio di figure competenti!

È altrettanto fondamentale non assumere mai contemporaneamente integratori a base di riso rosso fermentato e trattamenti a base di statine di sintesi. In questi casi va sempre consultato preventivamente il proprio medico curante. Le altre controindicazioni al suo uso sono la gravidanza e l’allattamento.

A questo punto verrebbe da pensare che qualsiasi integratore che apporta Monacolina K può essere efficace per ridurre il mio livello di colesterolo! Non è proprio così semplice: l’Agenzia per la Sicurezza Alimentare dell’UE (EFSA) ha infatti stabilito, attraverso l’analisi di numerosi studi clinici, che è necessaria una quantità minima di 10 mg giornalieri di Monacolina K in un integratore per poter avere risultati soddisfacenti. Pertanto, nella vostra ricerca del miglior integratore per le vostre esigenze, orientatevi nella scelta solamente fra quelli che soddisfano tale caratteristica, come Liposan Forte Salugea.

Per conoscere tutte le tecniche, i consigli e i rimedi naturali per ridurre il colesterolo naturalmente, ti invitiamo anche a scaricare la nostra guida gratuita qui sotto, se non lo hai già fatto; buona lettura!

Manuale del Colesterolo

Ultimo aggiornamento il: 11/04/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il 05/09/16 20.30

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 13/11/2018

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Trigliceridi alti cosa fare per abbassarli subito Se hai i trigliceridi alti e vuoi sapere cosa puoi fare per abbassarli naturalmente sei nel posto gi...
Trigliceridi valori ottimali: tabella di riferimento Si parla sempre di colesterolo alto e ormai quasi tutti sanno quali sono i valori che indicano se la...
Rapporto colesterolo totale e HDL: l’indice di rischio cardiovascolare Il rapporto colesterolo totale e HDL serve per determinare l'indice di rischio cardiovascolare. Lo s...
Trigliceridi alti: 4 cause non alimentari Ogni volta che ripeti le analisi del sangue il valore dei trigliceridi è sempre più alto della norma...
Stress e colesterolo Vivere sotto tensione aumenta i valori del colesterolo e il rischio cardiovascolare È vero, a confe...
La statina naturale del riso rosso fermentato: la Monacolina K In principio, per curare il colesterolo alto c'erano solo le statine. Atorvastatina, cerivastatina, ...
eBook Gratuito
Manuale del Colesterolo

Vuoi riceverlo gratuitamente nella tua casella e-mail?

  • Il Colesterolo buono e cattivo
  • Le tecniche più efficaci per ridurre il colesterolo in eccesso
  • Quali alimenti portare in tavola
  • Quali sono le piante e i rimedi naturali consigliati
  • Qual’è la combinazione di estratti vegetali in grado di ridurlo del 20% circa in soli 3 mesi!
A quale indirizzo mail vuoi riceverlo?

Inserisci l'indirizzo mail al quale vuole ricevere gratuitamente l'eBook e le ultime novità dal Mondo dei Rimedi Naturali Salugea!

Fatto!
Controlla subito la tua casella di posta!