Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Problemi al cuore: i sintomi da non sottovalutare

Negli ultimi 60 anni lo stile di vita degli italiani è molto cambiato: è più frenetico e sedentario allo stesso tempo. Frenetico perché andiamo tutti di corsa… ma non a piedi! Camminare sarebbe un bene per il nostro cuore. Invece ci spostiamo in auto o sui mezzi pubblici. Dall’altra parte, il lavoro, oltre che stressante, è diventato sedentario. La maggior parte di noi trascorre le proprie giornate interamente davanti a un pc. Inoltre, nonostante il buon cibo sia un nostro vanto, in realtà, a causa della mancanza di tempo, anche noi italiani portiamo spesso a tavola alimenti confezionati.

Ti riconosci in questa descrizione? Bene, allora devi proprio continuare a leggere questo articolo. Perché? Perché i fattori che ti abbiamo menzionato sono la causa delle principali malattie cardiovascolari. Malattie che rappresentano la prima causa di morte (44%) nel nostro Paese. Riconoscere le avvisaglie e i sintomi dei problemi cardiaci è importante perché se agisci con tempismo puoi salvare la tua vita o quella di altre persone.

Prima di scoprire quali sono i sintomi tipici dei problemi al cuore da non sottovalutare, se non lo hai già fatto ti invitiamo a scaricare subito qui sotto la Guida Prenditi a cuore: è gratuita e ricca di consigli utili per la prevenzione:

Guida Prenditi a Cuore

I campanelli d’allarme dei problemi cardiaci

Individuare i sintomi di un infarto è possibile anche se non sei un medico. Qui ti insegniamo a riconoscere i primi segnali dei problemi cardiovascolari.

Dolore al petto

Il dolore al petto può avere tante cause diverse, per questo è difficile capire quando è indice di un infarto in corso. Il “vero” dolore toracico legato a problemi cardiovascolari – quello che i medici chiamano angina pectoris – non è proprio un dolore localizzato ma più un senso di oppressione al centro del petto, tanto che a volte arriva fino allo stomaco ed è scambiato per problemi di digestione. Questa sensazione di forte stretta può raggiungere anche il braccio sinistro, la mascella e scendere verso la schiena. L’angina è il segno che le coronarie sono ostruite. In questi casi è bene andare subito al pronto soccorso perché le terapie sono efficaci se effettuate in modo tempestivo.

Mancanza di fiato

Avere l’affanno è normale quando si svolge attività fisica, anche se non si dovrebbe mai arrivare al punto di non riuscire a respirare per la fatica. Quando, invece, la mancanza di aria – in termini medici dispnea – arriva all’improvviso, ciò può essere sintomo di disturbi cardiovascolari. La dispnea di origine cardiaca si presenta quando si assume una posizione distesa. Se il respiro diventa affannoso, ad esempio si fanno più di 40 respiri in un minuto, e non si riesce a riprendere fiato nemmeno mettendosi seduti, è bene andare subito dal medico. La dispnea, infatti, può procurare scompensi cardiaci.

Battiti del cuore accelerati

Non stiamo parlando del batticuore che si ha dopo aver fatto sport o di quello che si presenta dopo un’emozione o uno spavento. In questi casi dovresti preoccuparti se il tuo cuore non battesse velocemente! Per battiti del cuore accelerati intendiamo la tachicardia. Quando il cuore accelera troppo, raggiungendo 180 battiti al minuto, non riesce più a irrorare il sangue in maniera uniforme. È per questo che dopo un forte batticuore può capitare di svenire: il sangue, infatti, non riesce a raggiungere il cervello. Di solito, i sensi si riprendono dopo circa 2 minuti. Quando il tempo di incoscienza si protrae più a lungo, invece, si possono verificare danni permanenti. Se il battito del tuo cuore aumenta spesso all’improvviso, o senza motivo diventa irregolare, ti consigliamo di consultare il tuo medico.

Mal di testa improvvisi

Mal di testa forti ed improvvisi possono essere l’avvisaglia di importanti sbalzi della pressione arteriosa, che possono rivelarsi molto pericolosi perché sono in grado di causare ictus ed emorragie. Si riconoscono soprattutto se si sentono le tempie ed il collo pulsare fortemente. Anche in questo caso contatta il tuo medico al più presto!

La prevenzione delle malattie cardiovascolari

Per fortuna Ci sono tante cose che puoi fare per proteggere il tuo cuore,[LINK ARTICOLO PREVENZIONE CUORE]come:

Cosa sono le bacche di Acai e perché fanno bene al cuore

Le bacche di acai sono il frutto delle palme dell’Amazzonia. Piccole e violacee, assomigliano molto ai mirtilli, ma il loro potere antiossidante è tre volte più forte di quello dei mirtilli neri. Le bacche di Acai sono un toccasana per il sistema circolatorio, perché sono degli antinfiammatori naturali che si prendono cura del cuore.

Sai che tengono sotto controllo anche il colesterolo? Così le arterie sono sempre libere e il sangue scorre senza incontrare ostacoli. Tradotto in termini pratici, tutto ciò significa abbassare in modo naturale il rischio di infarti e ischemie.

Dove si acquistano le bacche di Acai? Non possiamo negarti che trovarle non è semplice perché non sono un prodotto nostrano e si rovinano con facilità, per questo è difficile importarle dall’Amazzonia. Ma non preoccuparti, puoi comunque beneficiare di tutte le loro proprietà grazie alla spremitura pura di Acai. La cosa importante è scegliere un integratore alimentare di prima qualità, quindi assicurati che sia:

  • 100% naturale;
  • ottenuto con una spremitura a freddo dei frutti;
  • senza conservanti;
  • senza coloranti;
  • senza zuccheri aggiunti.

Il tuo cuore ci sta a cuore, per questo abbiamo realizzato per te una guida che ti insegnerà a prenderti cura di lui. Segui i nostri consigli: il tuo cuore scoppierà di gioia e di salute!

Prenditi a cuore: guida alla salute del cuore

FONTI

EPICENTRO Il portale dell’epidemiologia per la sanità pubblica – Malattie cardiovascolari: informazioni generali

Ultimo aggiornamento il: 11/04/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

Scritto da:

La Redazione
Naturopata

il 27/09/16 12.29

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 6/03/2017

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Rimedi naturali e consigli per la circolazione La sera, quando ti sdrai sul divano, non fai in tempo a rilassarti che… eccolo lì: il prurito a pied...
I 7 errori comuni che danneggiano la salute del cuore Pensi mai alla salute del tuo cuore? Come scrive Shopenhauer: "All'interno d'ogni organismo regna u...
Disturbi del cuore: prevenire è sempre meglio che curare I disturbi del cuore, se presi in tempo, si possono curare. E questa è la prima buona notizia. La se...
20 cibi che fanno bene al cuore e alla circolazione “Chiunque sia stato il padre di una malattia, un’alimentazione non corretta ne è stata la madre”. Qu...
I cibi da evitare per il cuore e la circolazione Facciamo una premessa. È vero, i cibi che ti elenchiamo in questo articolo non sono i migliori amici...
Il biancospino per la salute del cuore Il biancospino, in botanica Crataegus Monogyna, è considerato "l'albero per il cuore" e in questo ar...
eBook Gratuito
Guida: Prenditi a Cuore!

Vuoi riceverla gratuitamente? Scoprirai:

  • Come funziona la circolazione del sangue
  • I sintomi dei problemi cardiaci
  • Come riconoscere un infarto
  • Suggerimenti per la prevenzione
  • I cibi consigliati e quelli da evitare
  • Rimedi naturali ed esercizi quotidiani che fanno bene al cuore
A quale indirizzo mail vuoi riceverlo?

Inserisci l'indirizzo mail al quale vuoi ricevere gratuitamente l'eBook e le ultime novità dal Mondo dei Rimedi Naturali Salugea!

Controlla subito la tua casella di posta!
Fatto!