Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Come aumentare la concentrazione nello studio e nel lavoro

Stai cercando come aumentare la concentrazione nello studio o nel lavoro? In effetti, “gli esami non finiscono mai!” Così si intitolava una famosa commedia degli anni Settanta. E come dargli torto? La vita è una meravigliosa prova e gli esami sono sempre dietro l’angolo.

Ne sanno qualcosa gli studenti che si trovano a dover superare prove ed esami, in maniera costante, durante l’anno. E più si cresce, più è necessario mantenere e aumentare la concentrazione, nello studio e nel lavoro, per ottenere risultati migliori e soddisfacenti.

Non ricordi le cose? Prima di tutto, non puoi perderti questa guida PDF dedicata alla Memoria e a come mantenerla giovane e brillante: è gratuita, scaricala ora qui sotto:

Guida Cos'è la Memoria

È possibile aumentare la concentrazione nello studio e nel lavoro? Quali sono i fattori che impediscono di concentrarsi nello studio? 

I 7 errori da evitare che diminuiscono la concentrazione

Esistono indicazioni precise, basate sul fisiologico andamento del nostro corpo, che sono utili a tutte le età e che favoriscono la concentrazione in caso di studio o attività mnemonica. La nostra fisiologia impone il rispetto di determinati ritmi ed ecco allora i 7 errori da non compiere:

  • Consumare alcol e soprattutto super alcolici
  • Utilizzare droghe, che bruciano letteralmente i neuroni del sistema nervoso, fondamentali per la capacità di concentrazione
  • Bere e consumare regolarmente bibite gassate o zuccherate
  • Non dormire durante la notte (orario dalle 23 alle 6 del mattino), momento in cui l’organismo si rigenera totalmente
  • Consumare molti cibi raffinati e tonici nervini come caffè e cioccolato
  • Non compiere nessuna attività fisica (è raccomandata almeno una passeggiata quotidiana di 45 minuti)

Non si può ottenere una mente sana in un corpo non sano. Questa è la prima importante considerazione, come ben si sapeva già in antichità.

I rimedi naturali che favoriscono la concentrazione

Per aumentare la concentrazione nello studio, ci sono diversi rimedi provenienti dalla natura che sostengono il sistema nervoso nella sua attività. Un buon funzionamento a livello nervoso è indispensabile: stress e fatica consumano più velocemente i nostri neuroni, rallentando il lavoro delle sinapsi. I nemici principali della concentrazione sono lo stress e la stanchezza. Ecco allora le piante indispensabili per chi si trova ad affrontare prove o esami:

  • Bacopa: la numero 1 per memoria e concentrazione; questa pianta di origine indiana possiede un insieme di attivi naturali (bacosidi) che sostengono e migliorano le capacità mnemoniche e di lucidità mentale, come dimostrano molti studi funzionali. Inoltre, è risultata attiva anche per il sostegno su neuroni ipofunzionanti (con funzionalità ridotta/danneggiata).
  • Schisandra: molto utilizzata dalla Medicina Tradizionale Cinese, questa pianta ha benefici effetti sul sistema nervoso: migliora la performance, la lucidità mentale e l’attenzione in caso di sforzo prolungato e in presenza di importanti fattori di stress.
  • Rhodiola: grazie ai suoi particolari attivi (acidi organici, flavonoidi e glicosidi fenolici), questa pianta agisce sul sistema nervoso centrale riducendo la fatica mentale, aumentando la capacità di attenzione e sostenendo la memoria. La Rhodiola favorisce anche un riposo più ristoratore.
  • Ginkgo Biloba: definito l’albero della vita, è ricco di ginkgolidi che aumentano l’efficienza funzionale dei neuroni, migliorano l’attenzione e il flusso sanguigno cerebrale. Da utilizzare con cautela: a differenza delle altre piante citate, il Ginkgo risulta poter avere interazioni con l’uso di anticoagulanti orali.
  • Eleuterococco: chiamato anche Ginseng Siberiano, aumenta i livelli di attenzione e favorisce la capacità di concentrazione. Valido aiuto anche per la stanchezza e la svogliatezza mentale e fisica.
  • Reishi: fungo della tradizione erboristica cinese soprannominato anche “dell’immortalità”, straordinario per il sostegno tonico-energetico di tutto l’organismo ed in particolare del sistema nervoso. Svolge una potente azione anti-degenerativa.

Cos'è la memoria e come mantenerla brillante

Ultimo aggiornamento il: 25/06/2019

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 25/06/2019

"I veri amici condividono tutto"

Hai trovato questo articolo utile? Condividilo!

Memoria a breve termine cos’è e come migliorarla Un amico ti presenta una persona e dopo due secondi hai già dimenticato il suo nome. Scendi al super...
Smart working come farlo al meglio: 7 consigli pratici Dì la verità, quante volte ti è capito di pensare: “ah come sarebbe bello poter lavorare tutti i g...
Come avere una memoria di ferro Un esame a scuola o all’università, una presentazione importante di lavoro, un anniversario importan...
Bacopa monnieri: dosaggio e modalità di assunzione Hai difficoltà di concentrazione e ti hanno detto che per la memoria la Bacopa “miracoli”? Vuoi sape...
Reishi, proprietà controindicazioni Reishi, Ganoderma lucidum, fungo dell'immortalità. Non uno ma ben tre nomi per indicare uno dei rime...
Come studiare bene 4 consigli per memorizzare le cose Come studiare bene? Come capire e memorizzare velocemente le c...

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Facciamo due chiacchere?

  • Avatar

    Alfonso

    |

    Sono molto interessato a questo tipo di Argomento sulla memoria.

    Rispondi a Alfonso

Lascia un commento

Ebook Gratuito Salugea Cos'è la Memoria e come mantenerla brillante

Non perderti il nostro Ebook gratuito:
Cos’è la Memoria e come mantenerla brillante

Scaricalo GratisScarica l'Ebook gratuito:
Cos’è la Memoria e come mantenerla brillante