Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Cartilagine consumata: cosa prendere per aiutarla

cartilagine consumata cosa prendere

Anche un semplice camminata ti fa avvertire fastidio al ginocchio o all’anca? Adori nuotare ma la tua spalla fa i capricci? Questi possono essere tutti segnali che la cartilagine articolare è consumata.

Se stai cercando cosa prendere per aiutarla, sei nel posto giusto. In questo articolo trovi alcune sostanze naturali molto importanti per nutrire e proteggere questo tessuto:

  1. Collagene idrolizzato
  2. Condroitin solfato
  3. Glucosamina
  4. Vitamina C naturale
  5. Manganese
  6. Rame
  7. Selenio
  8. Un integratore per le cartilagini che contiene questi nutrienti già dosati

Vedremo anche studi scientifici che evidenziano come alcuni elementi siano in grado di promuovere la generazione di nuovo tessuto!

Ma iniziamo indagando quali sono le cause principali di una cartilagine consumata.

Perché la cartilagine si consuma?

La cartilagine è un tessuto molto particolare dotato di elevata elasticità e resistenza alla tensione e alla pressione. È fondamentale per assorbire gli urti e agevolare i movimenti, funge da cuscinetto e da rivestimento per le articolazioni.

La cartilagine può consumarsi a causa di diversi fattori:

  • Invecchiamento
  • Eccessivo sfruttamento delle articolazioni (es. sport intenso/lavori con movimenti ripetitivi)
  • Attività fisica troppo scarsa
  • Sovrappeso
  • Traumi
  • Interventi chirurgici

Cosa fare per proteggerla? Per fare in modo che il tessuto venga adeguatamente nutrito e che possa essere favorita la generazione di nuovo tessuto, si possono utilizzare delle sostanze naturali specifiche. Chiedi consiglio al tuo medico di fiducia!

Scopri quali sono queste sostanze e perché devono avere determinate caratteristiche nel prossimo paragrafo!

Quali nutrienti sono più utili in caso di cartilagine consumata?

La vera sfida per sostenere questo tessuto è quella di fare in modo che i nutrienti arrivino in sede.

Ti stai chiedendo qual è il problema?

La cartilagine è un tessuto non vascolarizzato e questo vuol dire che i nutrienti non arrivano in loco tramite il sangue. Lo fanno grazie alla diffusione tramite la matrice extracellulare che circonda le cellule cartilaginee (condrociti).

Questa matrice ha un certo grado di permeabilità. È proprio per questo motivo che gli elementi da assumere devono essere scelti sapientemente, in modo che riescano ad oltrepassarla ed arrivare nelle cellule responsabili della produzione del tessuto.

Inoltre è opportuno dare alla cartilagine delle sostanze che ne possano stimolare la rigenerazione e che possano essere utilizzate per sostenerne la struttura.

Vediamo cosa non deve mancare nella tua giornata per supportare le cartilagini consumate!

Collagene idrolizzato: l’importanza dei peptidi bioattivi

Sì, il collagene è utile per le cartilagini. Ma non un collagene qualsiasi! Il miglior supporto per le cartilagini sono i peptidi bioattivi di collagene di grandezza media 3KDa, come quelli presenti nella formulazione dell’integratore Cartilagea.

Ma perché proprio queste caratteristiche? Come dicevamo prima, la dimensione delle molecole che introduciamo è fondamentale affinché queste arrivino alle cellule della cartilagine. Poi questa tipologia di peptidi (oggetto di brevetto) è bioattiva e dunque in grado di stimolare il metabolismo delle cellule deputate alla produzione di collagene1-2-3.

Perché i peptidi di collagene sono importanti per la cartilagine?

  1. Stimolano le cellule cartilaginee a produrre elementi che la costituiscono come collagene, glucosamminoglicani-GAG, acido ialuronico;
  2. Apportano aminoacidi tipici del collagene, elementi pregiati di costruzione della matrice.

Condroitin solfato per mantenere l’elasticità della cartilagine

Il condroitin solfato è uno dei componenti essenziali della cartilagine delle articolazioni e conferisce una elevata resistenza alla compressione.

La sua funzione principale è quella di mantenere l’elasticità della cartilagine, prevenirne la degradazione e attenuare le infiammazioni.

Perché prenderla in caso di cartilagine consumata? Semplice:

  • per prevenire/contrastare l’ulteriore degradazione da invecchiamento e usura;
  • in caso di correlato infortunio;
  • in situazioni di dolore articolare legato a presenza di osteoartrosi.

Diversi studi scientifici4-5-6 hanno infatti evidenziato l’azione positiva dell’assunzione orale di Condroitin solfato in persone con problemi di osteoartrosi a livello di anca e ginocchio, sia sul piano del dolore sia su quello della mobilità articolare.

Si può trovare negli integratori per le cartilagini di qualità, come Cartilagea.

integratore per le cartilagini Cartilagea

Glucosamina, un precursore dell’acido ialuronico

La glucosamina è un precursore importante di componenti essenziali della cartilagine articolare come proteoglicani, GAG, acido ialuronico.

La sua funzione principale è quella di contribuire al mantenimento dell’integrità della cartilagine attraverso diversi meccanismi:

  1. Stimolando la sintesi dell’acido ialuronico7;
  2. Modulando i mediatori pro-infiammatori8;
  3. Interagendo positivamente con il Condroitin solfato9.

Vitamina C naturale per la sintesi del collagene

La vitamina C ha un ruolo fondamentale nella sintesi del collagene!

Nello specifico è necessaria per la sintesi di due aminoacidi indispensabili per la stabilità e la maturazione del collagene (idrossiprolina e idrossilisina).

La struttura matura del collagene è fondamentale per fornire resistenza, elasticità e flessibilità ai tessuti e, in particolar modo, a quello cartilagineo che ne è ricchissimo.

Scendiamo adesso nel campo degli oligoelementi, quei metalli e minerali presenti in piccolissime quantità nel corpo umano, i quali sono essenziali per la corretta fisiologia di cellule, tessuti e apparati. Nel campo delle cartilagini ce ne sono 3 che non possono mancare nella tua integrazione: Manganese, Rame e Selenio.

Manganese per la corretta formazione dei tessuti connettivi

Il Manganese è un oligoelemento importante per la corretta formazione dei tessuti connettivi e dei loro annessi.

Uno studio in vivo11 ha evidenziato che la sinergia di Manganese, Condroitin solfato e Glucosamina ha un ottimo effetto riparatore della cartilagine affetta da osteoartrosi. Mentre Condroitina e Glucosamina non erano in grado di dare lo stesso effetto da sole. Quindi pare che questa sinergia sia ottimale per stimolare la sintesi dei glicosamminoglicani, necessari al mantenimento della cartilagine.

Rame: un elemento strategico per i tessuti connettivi

Anche il Rame è un elemento strategico per il fisiologico mantenimento dei tessuti connettivi12. Uno studio davvero molto interessante condotto in vitro su cellule umane in condizioni di osteoartrosi ha evidenziato che la produzione di collagene viene aumentata del 26% a seguito della somministrazione di Rame.

Selenio per contrastare lo stress ossidativo

Parlando di piccoli elementi di cui spesso si dimentica l’importanza per l’organismo umano, ce n’è un altro che non può mancare per aiutare le tue cartilagini consumate. Sto parlando del Selenio, utile per contrastare lo stress ossidativo e può giocare un ruolo importante nel mantenimento delle fisiologiche condizioni della cartilagine e delle articolazioni.

La carenza di questo elemento è associata anche ad artropatie (“malattie” delle articolazioni), come l’artrite reumatoide, l’osteoartrite e l’osteoporosi. La carenza di Selenio colpisce principalmente il normale stato fisiologico dell’osso e della cartilagine attraverso la prevalenza dello stress ossidativo e varie reazioni di tipo infiammatorio e immunitario.

Un integratore per le cartilagini di qualità

Ti abbiamo presentato i nutrienti più utili per le cartilagini consumate. Ora che hai scoperto tutti i top player per mantenerle in forma, non ti resta che cominciare la partita!

Sei un po’ preoccupato di non riuscire a trovarli tutti? Tranquillo, zero stress! Trovi tutti questi elementi in Cartilagea, l’innovativo integratore liquido per le cartilagini, 100% naturale, pronto all’uso, in cui non manca proprio nessuno di questi nutrienti.

Ci sono ben 5 grammi di Collagene idrolizzato e il massimo apporto giornaliero di Glucosamina e Condroitina, il tutto in pratici flaconcini liquidi monodose di vetro scuro 😉

integratore per le cartilagini Cartilagea

Per il benessere delle tue cartilagini è importante anche seguire un’alimentazione variata e fare dell’esercizio fisico adatto e costante! Come abbiamo visto all’inizio, infatti, la cartilagine si consuma sia per le troppe sollecitazioni che in caso di poco movimento. Equilibrio e costanza sono le parole chiave per le tue articolazioni!

Ultimo aggiornamento il: 25/01/2023

Scritto da:

Dott.ssa Miriana Fabbri
Biologa

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 25/01/2023

Come rinforzare tendini e legamenti Poverini i tendini e i legamenti, delle strutture corporee tanto importanti quanto dimenticate! No...
Integratori naturali per tendini e legamenti Se sei uno sportivo o soffri di fastidi articolari qui trovi quello che dovresti sapere sugli integr...
Integratori per i legamenti del ginocchio Ginocchia che cigolano? Ecco gli integratori per aiutarti a sbloccarle Ormai da un po’ di tempo avv...

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Facciamo due chiacchere?

Lascia un commento

NOTE E BIBLIOGRAFIA

1Gonçalves FK. Impact of collagen hydrolysate in middle-aged athletes with knee and ankle osteochondral lesions: A case series. Int J Case Rep Images 2017;8(6):364–369.

2McAlindon TE, Nuite M, Krishnan N, Ruthazer R, Price LL, Burstein D, Griffith J, Flechsenhar K. Change in knee osteoarthritis cartilage detected by delayed gadolinium enhanced magnetic resonance imaging following treatment with collagen hydrolysate: a pilot randomized controlled trial. Osteoarthritis Cartilage. 2011 Apr;19(4):399-405. doi: 10.1016/j.joca.2011.01.001. Epub 2011 Jan 18. PMID: 21251991.

3Zdzieblik D et Al. The Influence of Specific Bioactive Collagen Peptides on Knee Joint Discomfort in Young Physically Active Adults: A Randomized Controlled Trial. Nutrients. 2021 Feb 5;13(2):523. doi: 10.3390/nu13020523. PMID: 33562729; PMCID: PMC7915677.)

4Hochberg M et Al. Symptom and structure modification in osteoarthritis with pharmaceutical-grade chondroitin sulfate: what’s the evidence? Curr Med Res Opin. 2013 Mar;29(3):259-67. doi: 10.1185/03007995.2012.753430. Epub 2013 Jan 31. PMID: 23186102.

5Monfort J, Pelletier JP, Garcia-Giralt N, Martel-Pelletier J. Biochemical basis of the effect of chondroitin sulphate on osteoarthritis articular tissues. Ann Rheum Dis. 2008 Jun;67(6):735-40. doi: 10.1136/ard.2006.068882. Epub 2007 Jul 20. PMID: 17644553.

6Wildi LM et Al. Chondroitin sulphate reduces both cartilage volume loss and bone marrow lesions in knee osteoarthritis patients starting as early as 6 months after initiation of therapy: a randomised, double-blind, placebo-controlled pilot study using MRI. Ann Rheum Dis. 2011 Jun;70(6):982-9. doi: 10.1136/ard.2010.140848. Epub 2011 Mar 1. PMID: 21367761; PMCID: PMC3086081

7Shikhman AR, Brinson DC, Valbracht J, Lotz MK. Differential metabolic effects of glucosamine and N-acetylglucosamine in human articular chondrocytes. Osteoarthritis Cartilage. 2009 Aug;17(8):1022-8. doi: 10.1016/j.joca.2009.03.004. Epub 2009 Mar 24. PMID: 19332174; PMCID: PMC2785807.

8Largo R et Al. Glucosamine inhibits IL-1beta-induced NFkappaB activation in human osteoarthritic chondrocytes. Osteoarthritis Cartilage. 2003 Apr;11(4):290-8. doi: 10.1016/s1063-4584(03)00028-1. PMID: 12681956.

9A review of evidence-based medicine for glucosamine and chondroitin sulfate use in knee osteoarthritis. Arthroscopy. 2009 Jan;25(1):86-94. doi: 10.1016/j.arthro.2008.07.020. Epub 2008 Sep 30. PMID: 19111223.

10Sharma G, Saxena RK, Mishra P. Regeneration of static-load-degenerated articular cartilage extracellular matrix by vitamin C supplementation. Cell Tissue Res. 2008 Oct;334(1):111-20. doi: 10.1007/s00441-008-0666-9. Epub 2008 Aug 5. Erratum in: Cell Tissue Res. 2009 May;336(2):347. PMID: 18679720

11Lippiello L, Woodward J, Karpman R, Hammad TA. In vivo chondroprotection and metabolic synergy of glucosamine and chondroitin sulfate. Clin Orthop Relat Res. 2000 Dec;(381):229-40. doi: 10.1097/00003086-200012000-00027. PMID: 11127660.)

12Pasqualicchio M, Gasperini R, Velo GP, Davies ME. Effects of copper and zinc on proteoglycan metabolism in articular cartilage. Mediators Inflamm. 1996;5(2):95-9. doi: 10.1155/S0962935196000154. PMID: 18475704; PMCID: PMC2365780

13Héraud F, Savineau C, Harmand MF. Copper modulation of extracellular matrix synthesis by human articular chondrocytes. Scand J Rheumatol. 2002;31(5):279-84. doi: 10.1080/030097402760375179. PMID: 12455818.)

14Deng H, Liu H, Yang Z, Bao M, Lin X, Han J, Qu C. Progress of Selenium Deficiency in the Pathogenesis of Arthropathies and Selenium Supplement for Their Treatment. Biol Trace Elem Res. 2021 Nov 15. doi: 10.1007/s12011-021-03022-4. Epub ahead of print. PMID: 34779998.