Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Decluttering: vivere meglio con il magico potere del riordino

Se dovessimo stilare un decalogo per vivere meglio, non mancherebbero di certo regole sul mangiar bene o sul riposo, ma ti daremmo anche questo consiglio: liberati dal superfluo! Più facile a dirsi che a farsi, vero? Ecco perché abbiamo deciso di scrivere questo articolo dedicato ai consigli per fare decluttering. Sì, lo ammettiamo: anche noi siamo stati conquistati dal libro “Il magico potere del riordino” di Marie Kondo.

Il Metodo KonMari per riordinare casa e mente

Imparare “l’arte del buttare” non è semplice: il più delle volte, anche durante le grandi pulizie, non riusciamo a liberarci di oggetti “inutili” a cui, però, attribuiamo un valore. C’è chi conserva tappi di sughero (quelli delle bottiglie stappate a Capodanno o in occasione di un anniversario) e chi colleziona addirittura scontrini!

Non sappiamo se questo è il tuo caso, ma se sei qui è perché hai deciso che non vuoi più vivere in una casa-deposito, vuoi dire addio a tutto ciò che è superfluo e provare a votare la tua vita all’essenzialità. Ora ti sembra utopia ma, un passo alla volta, anche tu puoi diventare un KonMari-addicted… Cos’è il Metodo KonMari? Un sistema per riordinare casa e… una filosofia di vita.

L’ha inventato Marie Kondo, la scrittrice nipponica diventata famosa in tutto il mondo con il libro “Il magico potere del riordino”, che ha come sottotitolo: “Il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita”. Il KonMari è basato su un semplice principio: butta via tutto ciò che non ti dà gioia. Perfetto! Ma come si fa in pratica? Ecco i consigli principali di Marie Kondo.

5 regole d’oro per riordinare casa con il metodo KonMari

1. Procedi per categorie di oggetti, non per ambienti. Insomma, non devi occuparti prima della cucina, poi del bagno, poi della camera da letto e via dicendo, ma di maglioni, libri, piatti…

2. Inizia l’operazione di decluttering partendo dagli oggetti a cui tieni di meno e poi prosegui con quelli a cui sei più affezionato, per esempio quelli a cui sono legati i tuoi ricordi.

3. Ciò che resta deve occupare il minor spazio possibile. A proposito, guarda il video tutorial di Marie Kondo per imparare a piegare i vestiti:

 

 

4. Crea il tuo Power Spot, arreda un angolo della casa con gli oggetti che ami di più. Rifugiati lì ogni volta che hai bisogno di energia positiva.

5. Ringrazia ogni oggetto prima di buttarlo via. Ti suonerà un po’ strano, ma secondo la Kondo questo aiuta nel distacco. Vedrai che, a mano a mano che riordini casa e butti via gli oggetti superflui, anche la tua mente ritroverà un nuovo ordine. Insomma, il KonMari non è solo un modo per fare spazio in casa, ma è un modo per migliorare la qualità della tua vita.

Se vuoi abbracciare il metodo KonMari, ti invitiamo a leggere i due libri pubblicati da Marie Kondo: oltre a “Il magico potere del riordino”, nel 2016 è uscito “96 lezioni di felicità”. Puoi anche seguire l’autrice su Instagram e su Facebook. E se l’argomento decluttering ti appassiona, devi scoprire il minimalismo…

Dal riordino al minimalismo: solo per i più coraggiosi!

Se Marie Kondo è la guru del riordino, Joshua Fields Millburn e Ryan Nicodemus sono i maestri del minimalismo. I due ragazzi americani hanno abbracciato nel 2010 questa filosofia di vita e, da allora, ne divulgano i principi. Come scrivono sul loro sito, theminimalists.com, il minimalismo non consiste nel liberarsi dal superfluo per possedere sempre meno, ma nel liberarsi dal superfluo per fare spazio a ciò che conta davvero nella vita: tempo, passione, esperienze. Perché sono queste le cose che ci rendono felici.

La domanda da farti è: avrò il coraggio di diventare minimalista? Puoi cominciare guardando il documentario “Minimalism: A Documentary About the Important Things”, dove Joshua e Ryan raccontano la loro storia.

Non ci resta che augurarti buon decluttering!

Ultimo aggiornamento il: 28/11/2018

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

Scritto da:

La Redazione
Naturopata

il 19/05/17 18.41

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 19/05/2017

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Pilosella: proprietà, benefici e controindicazioni Sono più di 100 le specie di piante appartenenti al genere Hieracium. Di queste 100 solo 10 hanno pr...
Trigliceridi valori ottimali: tabella di riferimento Si parla sempre di colesterolo alto e ormai quasi tutti sanno quali sono i valori che indicano se la...
Cos’è il D-Mannosio Il D-mannosio è uno zucchero semplice che può essere impiegato come integratore. Ma non preoccuparti...
Rapporto colesterolo totale e HDL: l’indice di rischio cardiovascolare Il rapporto colesterolo totale e HDL serve per determinare l'indice di rischio cardiovascolare. Lo s...
Rigidità articolare: 5 rimedi naturali per contrastarla Ultimamente quel dolore al collo e alle spalle non ti da tregua. La mattina ti svegli rigido come un...
Drenante naturale: qual è il più efficace? Nonostante il calendario ci ricordi che siamo ancora lontani, ogni tanto il pensiero va all'estate. ...