Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Dieta depurativa, sgonfiante e drenante

Dieta depurativa non è sinonimo di digiuno e nemmeno di “miracolosa dieta dimagrante”.

Il suo scopo non è quello di farti perdere “3 chili in 7 giorni”, ma quello di favorire l’eliminazione delle tossine. La dieta depurativa, quindi, è sinonimo di sostegno detox, un percorso cioè composto da cibi e bevande che, una volta assunte, non contribuiscono ad aumentare il carico di tossine. Il risultato? Un corpo sano, bello e anche in forma.

Quali sono gli alimenti detox per eccellenza? Quali estratti vegetali ti aiutano a depurarti? Te lo diciamo qui!

Clicca qui per scaricare l’e-book gratuito: Guida alla Depurazione, Salute e Bellezza

Dieta disintossicante: alimenti detox da portare in tavola

La regola madre di tutte le regole è: portare in tavola frutta e verdura di stagione. I vantaggi non sono pochi. I prodotti stagionali:

  • Sono molto saporiti e gustosi perché non provengono da altri Continenti, quindi non sono stati trasportati per giorni in camion o nave dentro celle frigorifere.
  • Sono ricchi di nutrienti e principi attivi perché non cresciuti in serra con “aiutini” chimici e in una stagione di maturazione non loro.
  • Costano molto meno!
  • Ti garantiscono un’alimentazione varia e l’apporto di diverse vitamine e sali minerali.

Oggi, tutti noi facciamo fatica a capire qual è il mese migliore per acquistare frutta e verdura di stagione. Sui banchi del supermercato si trova tutto, tutti i mesi. Tieni sempre con te un calendario della frutta e verdura di stagione!

Ora entriamo più nel dettaglio. Cosa mangiare per sostenere la depurazione dell’organismo?

Sì, alla frutta. La frutta può essere un ottimo spuntino spezza fame ideale a metà mattina e pomeriggio (noi ti consigliamo di mangiarla al mattino). È la merenda sana che ti fa stare lontano dalle scatole di biscotti, che mangi insieme al caffè per intenderci.

A proposito di caffè, cerca di limitarlo il più possibile. Pensaci un attimo: quanti caffè bevi al giorno? A quello della mattina non puoi rinunciare. Il secondo e il terzo della giornata, invece, sono sinonimo di “stacco un attimo dal lavoro”. Se vuoi che la tua pausa sia davvero rigenerante, prova a sostituire il caffè con una tisana depurativa. E non credere che le tisane depurative siano insapori, anzi! Ci sono erbe che hanno un gusto molto più forte e deciso della caffeina.

A colazione? Niente cappuccino e cornetto. Molto meglio una spremuta d’arancia fresca o uno yogurt magro biologico accompagnato da mandorle e noci. I semi oleosi sono ricchi di grassi insaturi – i grassi buoni – di vitamine e sali minerali. Porta in tavola tanta verdura, cruda o poco cotta. Non ripassarla in padella con olio, aglio e peperoncino. Lessala e condiscila con olio extravergine di oliva a crudo e limone. Oppure preparaci un buon minestrone. Fai scorta di Omega-3 e Omega-6 con il pesce azzurro: sardine, aringhe, alici, sgombro…

Cerca di evitare il latte vaccino, quindi attenzione anche ai formaggi.  Sì, invece al formaggio caprino. Il latte di capra si digerisce con facilità, non fa fare gli straordinari al nostro intestino ed è ricchissimo di ferro e calcio. Dimenticavamo due cose importanti: dà un senso di sazietà ed è buonissimo.

Limita il consumo di carne bianca e, soprattutto, di carne rossa. La pasta? Sì, ma integrale così come tutti i cereali che ti consigliamo di portare in tavola. I cereali bianchi, infatti, sono cereali raffinati. Questo significa che, durante la lavorazione, ai chicchi viene tolta la parte esterna, proprio quella più ricca di fibre e sostanze nutritive.

Dai sapore ai cibi con e cipolla aglio, ma non usarli per fare il soffritto. Mangiali a crudo. La cipolla, invece, ti aiuta a eliminare tossine in eccesso: provala tagliata alla julienne nell’insalata.  L’aglio supporta il benessere cardiovascolare, ha azione antiossidante ed è un ottimo aiuto per la digestione: puoi usarlo per preparare delle bruschette con il pane integrale.

Come vedi, durante la dieta depurativa, non sentirai i morsi della fame. Hai a disposizione tanti ingredienti detox che ti permetteranno di sbizzarrirti in cucina. L’importante è:

  • Prediligere il condimento con olio extravergine di oliva, meglio se a crudo. Puoi anche alternarlo con olio di semi di girasole e di semi di lino.
  • Preferire cotture leggere, al forno, al vapore o al cartoccio. Niente fritto.
  • Bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno.
  • Evitare superalcolici.
  • Assumere estratti vegetali naturali di alta qualità per almeno 3 mesi, 2 volte l’anno. I periodi ideali sono la primavera e l’autunno.

Le sigarette? Sono bandite. Quando fumi introduci nel tuo corpo tantissime tossine venefiche e indebolisci i polmoni, organi emuntori fondamentali per la depurazione del corpo.

Dieta depurativa: quando e come farla

Ti stiamo leggendo nel pensiero, sappiamo le domande che vuoi farci, ed ecco le risposte:

  • Sì, puoi fare una dieta depurativa dopo le abbuffate.
  • Sì, puoi fare una dieta disintossicante di 3, 5 o 7 giorni.
  • Sì, puoi fare una dieta depurativa dopo il periodo natalizio.
  • Sì, puoi fare una dieta depurativa in vista dell’estate.
  • Sì, la dieta depurativa può supportare nella perdita di peso.

Queste affermazioni sono vere. Ma se vuoi rendere la vita più facile ai tuoi organi emuntori, combattere la cellulite e modellare davvero la silhouette, devi ricordarti tutti i giorni dei consigli alimentari che ti abbiamo dato. Questo non vuol dire che non potrai più mangiare patatine fritte, concederti una pizza o bere una birra. Vuol dire, solo, che questo cibo godurioso ma poco sano non deve essere alla base della tua alimentazione: deve essere uno sfizio ogni tanto.

Per massimizzare gli effetti di un periodo di depurazione e rigenerarti, ti consigliamo di abbinare lo stile alimentare che ti abbiamo consigliato agli ingredienti di Diuresan Formula Potenziata Salugea, un integratore dalla formula funzionale 100% naturale pensato per una depurazione profonda dell’organismo, e al succo di Aloe Vera barbadensis Miller: effettua un ciclo da uno a tre mesi, due volte all’anno.

In questo modo, la tua pelle ti ringrazierà, potrai agire sul contrasto del gonfiore addominale e della ritenzione idrica. E quella volta che te lo concederai, pizza, birra e patatine saranno ancora più gustose e apprezzate! 🙂

integratore drenante

Ultimo aggiornamento il: 28/03/2024

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 28/03/2024

Purificare il corpo dalle tossine con le foglie di Olivo Anche quest'anno l'estate ha fatto trionfante il suo ingresso. Gli alberi sono pieni di frutti mat...
Tisana depurativa all’ortica: la ricetta facile da provare Anche per te la primavera è una stagione di rinnovamento e di rinascita, sia fisica che mentale? N...
Selenio: a cosa serve e dove si trova Il Selenio è un minerale contenuto in piccole quantità in tutto l’organismo e partecipa come co-fa...

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Facciamo due chiacchere?

  • Avatar

    Monica

    |

    Grazie. Sono appena entrata in menopausa e il gonfiore addominale è cellulite è comparso. Voglio seguire questi consigli. Ma come abbinare le tisane x equilibrio ormoni e altro?

    Rispondi a Monica

    • Avatar

      Salugea

      |

      Ciao Monica!

      Per la menopausa ti consigliamo l’integratore 100% Naturale Pausanorm Forte, a base di estratti vegetali di Trifoglio rosso, Kudzu, Dioscorea, Verbena e Angelica sinensis (una capsula a metà mattino e una capsula a metà pomeriggio).

      Alla sera e/o al mattino puoi invece bere delle tisane depuranti e drenanti (puoi chiedere in erboristeria una miscela di bardana, cicoria, salsapariglia e ribes nero, per esempio) alternate a tisane anticellulite (ad esempio base di rosa canina, amamelide, carciofo e verga d’oro).

      Se la cellulite è molta e le tisane hanno un effetto troppo blando, prova Biosnel Salugea (anticellulite) abbinato con Diuresan Salugea (depurante connettivale): 2 capsule al giorno di ciascun prodotto, per tre mesi consecutivi!

      Rispondi a Salugea

  • Avatar

    Wellteca

    |

    Grazie dell’articolo, molto interessante e sicuramente da consigliarne la lettura!!

    Anche il Dr. Joseph, quando si parla di detox, consiglia il succo di ALOE abbinato a delle tisane specifiche… un vero portento!!!

    Rispondi a Wellteca

  • Avatar

    Sarina

    |

    Dopo i vostri consigli, inizierò a usare i vostri prodotti.

    Rispondi a Sarina

  • Avatar

    Egidia Bianco

    |

    Articolo meraviglioso, seguirò i.vostri consigli. Siete i.miei preferiti da sempre e continuerò ad usare i vostri prodotti fino a che sarò in vita. Grazie per quello che fate e che ci date. Nel nome Salugea, c è l inizio della parola SALUTE e voi.siete portatori di buona salute. Vi ammiro, grazie ancora

    Rispondi a Egidia Bianco

  • Avatar

    Grazia Carolfi

    |

    Comunicazione ben formulata ed atrattiva,
    Sono gia’ fruitrice dei loro prodotti e ne sono soddisfatta perciò continuero’ a seguire le loro indicazioni e sperimentare in cerca del miglior stato fisico possibile.
    Grazie e buon lavoro.cordialisaluti

    Rispondi a Grazia Carolfi

    • Avatar

      Simona Cusenza

      |

      Grazie a te Grazia per il tuo commento e per la tua fiducia 😊

      Ci fa piacere esserti utili, siamo a disposizione per qualsiasi necessità.

      Rispondi a Simona Cusenza

  • Avatar

    Viviana

    |

    Grazie per i preziosi consigli, ora vado ad acquistare gli integratori che mi avete indicato.

    Rispondi a Viviana

Lascia un commento