Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Metabolismo lento: ecco come velocizzarlo in 3 mosse

Metabolismo lento

Ma ti ricordi che bello quando a 20 anni potevi mangiare di tutto, lo digerivi benissimo e non mettevi su nemmeno un etto?
Ora invece basta qualche cena, o aperitivo con gli amici, per far salire l’ago della bilancia e che fatica farlo scendere!
Gli indizi parlano chiaro: si stratta senza meno di un brusco rallentamento del metabolismo! Ad ogni modo, anche se riavere quello di quando avevi 20 anni non è possibile, ecco 3 mosse che ti aiuteranno a velocizzare il tuo metabolismo lento:

Vuoi velocizzare il tuo metabolismo perché il tuo obiettivo è quello di raggiungere il peso ideale?
Se la risposta è sì, non dimenticare di scaricare la nostra guida gratuita intitolata “Peso ideale: i consigli per raggiungerlo e stare bene”. Al suo interno troverai, oltre che la spiegazione su come calcolare il peso ideale, anche tantissimi consigli che ti aiuteranno a tornare in forma e a sentirti bene con te stessa o con te stesso. Parola di naturopata!

Peso ideale:i consigli per rimettersi in forma e stare bene con sé stessi

E ora che anche tu hai il tuo e-book Salugea, possiamo riprendere con i nostri consigli per velocizzare il metabolismo lento. Buona lettura!

Organizza i pasti della giornata e scegli un’alimentazione sana ed equilibrata

Eccoci alla parte pratica dell’articolo, quella che se ti impegnerai a seguire con regolarità e costanza per qualche settimana ti aiuterà a far ripartire il metabolismo e ad avvicinarti alla forma fisica che desideri.
Ma ti avverto, questa parte è dedicata alle persone toste e motivate e che intendono davvero a migliorarsi. Che dici, fa per te? Se la risposta è sì, vediamo subito come poter organizzare i pasti della giornata e cosa mangiare per sostenere il metabolismo ed evitare che vada in stallo.

Partiamo da un assunto fondamentale, il cibo per l’organismo è come la benzina per la macchina, senza quella non si parte!

La funzione degli alimenti è quella di fornirci tutte le sostanze nutritive (macronutrienti e vitamine, minerali, antiossidanti, etc.) e tutta l’energia di cui abbiamo bisogno per svolgere le nostre attività quotidiane, per garantire il corretto funzionamento dell’organismo e per vivere bene.
Per questo è importante consumare giornalmente le giuste quantità di nutrienti ed evitare cattive abitudini come quella di saltare i pasti o peggio ancora digiunare senza criterio!

L’importante è scegliere per bene cosa mangiare e quanto mangiare. Tra gli alimenti da evitare ci sono quelli ricchi di grassi, specie saturi, e gli zuccheri semplici, mentre tra quelli da preferire ci sono la verdura, la carne magra, il pesce, i cereali integrali, i legumi, le proteine di origine vegetale, il riso nero, la pasta integrale e il pane integrale.

I pasti raccomandati durante il giorno sono 3: colazione, pranzo e cena.

Per partire alla grande durante la giornata il consiglio è quello di non iniziare la mattina con cappuccino e cornetto o qualche merendina confezionata, perché sono ricchi di zuccheri semplici e grassi saturi e poveri di nutrienti.

Molto meglio iniziare la giornata con alimenti più semplici, come una bella fetta di pane integrale condita con ricotta di capra e una spolverata di bacche di goji.
Una vera bontà! Se vuoi, puoi sostituire la ricotta con dello yogurt greco bianco magro.

Per pranzo va benissimo un piatto di pasta integrale e a seguire un piatto di verdure e per cena una quota di proteine, come il pesce, la carne bianca, il tofu, con verdure o legumi e se vuoi una mezza fetta di pane integrale. L’altra sera ho preparato delle polpette di tofu con spinaci lessi, pangrattato e una spolverata di parmigiano e poi li ho fatti cuocere in padella con la carta forno e coperchio.
Leggere e davvero buonissime, ti consiglio di provarle! Evita invece di acquistare hamburger vegetariani, o cotolette vegetariane già pronte da cuocere perché generalmente sono ricche di grassi saturi, in media 13 g ogni 100 g

Ai tre pasti principali è possibile aggiungere anche 2 spuntini, che non devi fare per forza, ma solo se hai fame nel corso della giornata.
Gli spuntini dovrebbero essere preferibilmente a base di glucidi, che rappresentano una forma di energia pronta all’uso, dal momento che il nostro organismo non fatica né a trasformarli in calore, quindi in energia, né a utilizzarli quando ne ha bisogno. In pratica li consumi come energia e non li accumuli! I glucidi sono presenti sia nella frutta, sia nella verdura, per questo motivo la frutta, o un bel centrifugato di verdure sono un esempio di spuntino perfetto! Il mio centrifugato preferito? Mela, sedano e un pizzico di zenzero, davvero corroborante!

Per quanto riguarda il numero di calorie da introdurre giornalmente, quello può dirtelo solo un nutrizionista che calcolerà il tuo introito calorico giornaliero in base al tuo stato fisico, proporzione tra massa magra e massa grassa, liquidi corporei e attività giornaliera praticata.

Oltre a mangiare in maniera sana ed equilibrata ricordati anche di bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Bere acqua è fondamentale per il benessere dell’organismo e come accennato all’inizio dell’articolo ha un impatto positivo anche sul dispendio energetico.

Mantieni sempre uno stile di vita attivo

Non so se ti è mai capitato di incontrare persone che, nonostante siano capaci di fare pasti abbondanti, o a mangiare di continuo, non mettano su nemmeno un etto, sono sempre in forma! Beate loro, vero?
Il motivo per cui queste persone mantengono sempre il loro peso ideale anche se ogni tanto si abbuffano è che hanno un metabolismo molto efficiente.

In più devi sapere che le persone in linea tendono a ingrassare di meno perché la loro percentuale di massa magra è maggiore rispetto alla percentuale di massa grassa e questo influenza il loro metabolismo basale.
Oltre al metabolismo basale, che rappresenta l’insieme di tutte le reazioni biochimiche che avvengono in un organismo vivente e che sono alla base della vita, esiste anche il metabolismo energetico, ed è su quello che dobbiamo lavorare e puoi farlo con:

  • la corretta alimentazione: che abbiamo visto nel paragrafo precedente
  • uno stile di vita attivo

Ogni attività fisica comporta un dispendio energetico da parte dell’organismo e influenza il fabbisogno calorico giornaliero. In pratica più ti muovi, più consumi energia e più bruci calorie. Ecco perché è sempre bene mantenersi attivi nella vita e non lasciarsi tentare dalla sedentarietà.

Questo non vuol dire che da domani devi iniziare a prepararti per la maratona di New York, intendiamoci. Significa solo prendere l’impegno con sé stessi di uscire fuori a camminare di buon passo 30 minuti per almeno 3 giorni a settimana. Si può fare, no?

Per aumentare il metabolismo, poi, particolarmente indicate sono le attività ad alto impatto, indicate anche con la sigla HIIT, acronimo di High Intensity Interval Training. La caratteristica di questo tipo di attività fisica è quello di alternarne momenti di attività cardio molto intensi, come salti e scatti a esercizi a bassa intensità come la marcia sul posto o la camminata.

Prima di scegliere questo tipo di attività mi raccomando, senti sempre il parere del medico e adegua l’intensità dell’allenamento alla tua effettiva condizione fisica, con l’aiuto di un personal trainer.

Gli estratti vegetali per ottimizzare il metabolismo

In natura esistono degli estratti vegetali in grado di agire in maniera positiva sul metabolismo e quindi possono contribuire a mantenere il peso sotto controllo.

Mi riferisco in particolare ai flavonoidi e gli antociani [2], sostanze antiossidanti presenti nell’arancia rossa, nel riso nero e nel tè verde [3], che secondo quanto evidenziato da studi clinici, hanno un effetto termogenico, favoriscono un aumento del metabolismo e una diminuzione del grasso corporeo.

Puoi trovare questi estratti vegetali nella formulazione innovativa e 100% naturale di Dimasal Salugea, formulato e studiato per promuovere l’equilibrio del peso corporeo senza utilizzare sostanze che con il tempo possono rilevarsi dannose per il benessere come quelle nervine, i lassativi e lo iodio.

Ciò che rende diverso Dimasal Salugea da altri integratori per il peso corporeo è la formulazione: solo estratti secchi titolati, quindi ad alto contenuto di principio attivo naturale e ben tre brevetti innovativi la cui efficacia sul controllo del peso e la riduzione dei centimetri su parti critiche come le cosce è stata evidenziata clinicamente. In più, Dimasal Salugea è in contenitori di vetro scuro di grado farmaceutico (mai plastica, o blister!), che è l’unico materiale che protegge davvero il suo contenuto dalle fonti di luce e di calore e quindi garantisce la conservazione del prodotto nel tempo.

Bene, direi che arrivati a questo punto come velocizzare un metabolismo lento per te non è più un segreto, devi solo passare alla pratica!

Dimasal Integratore per il Controllo del Peso

Ultimo aggiornamento il: 13/09/2021

Scritto da:

Dott.ssa Cristina Bernagozzi
Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 13/09/2021

Stitichezza e difficoltà a digerire: 5 rimedi naturali efficaci Un tempo digerivi di tutto, anche i sassi! Ora, invece, la digestione è più lenta di una lumaca e ...
Pesantezza e gonfiore dopo mangiato: ecco cosa fare! Da un po’ di tempo stomaco e intestino non ne vogliono proprio sapere di collaborare durante la di...
Cattiva digestione: ecco i rimedi efficaci Durante l’estate le occasioni di mangiare fuori con gli amici o la famiglia si moltiplicano e divent...

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Facciamo due chiacchere?

  • Avatar

    Stefania

    |

    Salve, ho iniziato Pausanorm per le problematiche legate alla menopausa e in contemporanea ho cominciato l’assunzione di Dimasal; non ci sono controindicazioni nell’assumerli insieme?

    Grazie per l’attenzione
    Un saluto

    Rispondi a Stefania

    • Avatar

      Miriana Fabbri

      |

      Buongiorno Stefania,

      può tranquillamente assumere entrambi gli integratori.
      Sono perfettamente compatibili fra loro 🙂

      Per qualsiasi necessità siamo a disposizione.

      Rispondi a Miriana Fabbri

Lascia un commento

NOTE E BIBLIOGRAFIA

1Dubnov-Raz G, Constantini NW, Yariv H, Nice S, Shapira N. Influence of water drinking on resting energy expenditure in overweight children. Int J Obes (Lond). 2011 Oct;35(10):1295-300. doi: 10.1038/ijo.2011.130. Epub 2011 Jul 12. PMID: 21750519.

2Azzini E, Giacometti J, Russo GL. Antiobesity Effects of Anthocyanins in Preclinical and Clinical Studies. Oxid Med Cell Longev. 2017;2017:2740364. doi: 10.1155/2017/2740364. Epub 2017 Jul 13. PMID: 28785373; PMCID: PMC5530435.

2Venables MC, Hulston CJ, Cox HR, Jeukendrup AE. Green tea extract ingestion, fat oxidation, and glucose tolerance in healthy humans. Am J Clin Nutr. 2008 Mar;87(3):778-84. doi: 10.1093/ajcn/87.3.778. PMID: 18326618.