Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Digestione molto lenta: cause e rimedi naturali

E’ successo di nuovo: anche questa volta appena finito di mangiare ti sei dovuto slacciare il bottone dei pantaloni o della giacca perché ti sentivi scoppiare! E magari ci eri andato anche leggero stando attendo a non esagerare con le quantità! E’ inutile girarci attorno: qui c’è un problema di digestione molto lenta!! Don’t worry be happy, come direbbe Bobby McFerrin: stai per leggere tutti i consigli e rimedi per trasformare la tua digestione lenta in una digestione super! 😉

Digestione molto lenta o processo molto lungo?

Nel processo digestivo ogni organo è uno strumento musicale che suona al momento giusto: un processo elaborato quindi e anche molto complesso; è quando questa sinfonia si inceppa che possiamo incorrere in disturbi come nausea, affaticamento, pancia gonfia, dolori, meteorismo, ecc…

E’ importante non prendere questi segnali sotto gamba! Una digestione molto lenta può portare, nel tempo a gravi disturbi: armiamoci del buon detto ”prevenire è meglio che curare” e vediamo insieme quali sono le abitudini negative che spesso sono le prime cause di una digestione molto lenta!

Guida Pancia Gonfia Rimedi Naturali

Digestione molto lenta: le possibili cause

Una digestione molto lenta ha come segnale principale il gonfiore; appurato che non si tratta di intolleranze alimentari (se hai ancora qualche dubbio ti consiglio di dare un’occhiata all’articolo sulle intolleranze alimentari) ecco da cosa può dipendere una cattiva digestione:

  • Elevato consumo di farine bianche: pane, pizza e pasta, chi non ne va matto? Purtroppo dietro al piacere di questi alimenti spesso si cela un elemento che li accomuna e che ci gonfia: il lievito! Sempre più persone infatti hanno difficoltà a digerire queste prelibatezze a causa di questo ingrediente: un aiuto può venire dal consumo di farine integrali, da cui si ottengono prodotti ricchi di fibre, preparati con lievito madre, un particolare tipo di lievito naturale che viene ben tollerato dal nostro stomaco.
  • Troppi zuccheri: pensavate fosse finita con le “cattive” notizie?! Ahimè anche questa voce non è delle più simpatiche: anche gli zuccheri infatti sono spesso associati a una digestione molto lenta. Con il termine “zuccheri” non intendiamo semplicemente quelli dei dolci ma anche quelli della frutta! In particolare è bene abituarci a non mangiarla a fine pasto: quando nello stomaco vi sono già altri alimenti da digerire la frutta viene lasciata per ultima; questo fa si che nel frattempo che attende il suo turno per essere digerita, avvia un processo detto fermentazione che non fa per niente bene alla nostra pancia! Per non parlare del fatto che essa rallenta tutta la digestione in generale in quanto, essendo ricca di acqua, va a diluire i succhi digestivi; quindi meglio mangiarla fuori pasto. Vi ricordate la metafora della musica? Ecco è un po’ come se la frutta fosse una voce stonata all’interno di questo meraviglioso concerto.
  • Consumare frequentemente carne e formaggi: visto che non c’è due senza tre, ammettilo che un’altra nota alimentare te l’ aspettavi! Anche carne e formaggi non sono dei buon amici quando parliamo di digestione molto lenta. In particolare ci riferiamo alle carni grasse come vitello, agnello e maiale. Meglio tollerate sono invece le carni bianche che vengono digerite prima e quindi “sostano” meno nel nostro stomaco! Discorso diverso per i formaggi per cui è importante tener presente che essi, come poi il latte da cui vengono prodotti, contengono una molecola chiamata “lattosio” che richiede enzimi specifici per essere digerita che la maggior parte di noi perde naturalmente con la crescita; quindi negli anni potremmo avere sempre più difficoltà a digerire agevolmente i latticini. Inoltre sempre meglio evitare i formaggi molto grassi, molto più impegnativi per la digestione
  • Poca Acqua: forse questa è la causa che meno di tutte ti aspettavi di leggere; l’acqua è fondamentale per permettere all’intestino di svolgere al meglio il suo lavoro: la mancanza di acqua rende la digestione molto più lenta e quindi si possono formare accumuli di materiale di scarto o di feci nell’intestino crasso, che possono portare nel tempo alla fastidiosa stitichezza. Ricorda che è sempre meglio bere acqua al di fuori dei pasti per non diluire i succhi digestivi, rallentandone l’azione.
  • Stress costante e stanchezza mentale: ultimo punto ma non per questo meno importante; è forse la causa che più accumuna le persone: quel “peso sullo stomaco” che si pianta come un macigno. La stretta correlazione fra stomaco e cervello è ormai provata da numerosi studi che hanno evidenziato l’esistenza di una stretta relazione fra i due organi e ciò dipende dalla importante innervazione che i sistemi nervosi autonomi (simpatico e parasimpatico) hanno con tutto il sistema digerente: per questo agitazione, ansia, preoccupazioni e stress si ripercuotono direttamente, con intensità diversa per ognuno di noi, a livello gastro-intestinale. Questo meccanismo è assolutamente naturale e fa sì che il disagio psicologico comporti un aumento della sensibilità e della disfunzione viscerale.

Queste sono le principali cause di una digestione molto lenta. Come porvi rimedio? Prima di tutto prendendo consapevolezza di ciò che facciamo ogni giorno a tavola e ringraziando Madre Natura che ancora una volta ci viene in soccorso! 😉

Digestione molto lenta: in arrivo i magnifici sette!

Sette consigli, uno più efficace dell’altro; una serie di rimedi naturali utili in caso di digestione molto lenta:

  • Zenzero: rimedio eccellente per una digestione bloccata perché stimola i succhi gastrici e aiuta lo stomaco a liberarsi in fretta. Puoi consumarlo in infuso oppure come integratore;
  • Finocchio: La tisana al finocchio è molto facile da preparare, estremamente efficace in caso di pesantezza addominale e adatta anche ai più piccoli. La ricetta per una buona tisana prevede l’utilizzo di un litro d’acqua e tre cucchiai di semi di finocchio. È sufficiente far bollire i semi in acqua per circa cinque minuti. A seconda delle preferenze, può essere gustata calda o tiepida;
  • Cumino: altamente digestivo, stimola i succhi gastrici riducendo i tempi cosi i tempi di digestione;
  • Tarassaco: una digestione molto lenta può dipendere anche da un fegato affaticato: il tarassaco è la pianta d’élite di questo organo in grado di migliorare il lavoro delle cellule epatiche durante la digestion.
  • Liquirizia: stimola la funzione dello stomaco e possiede azione antinfiammatoria sull’intestino
  • Curcuma: una delle spezie più digestive che abbiamo: migliora la funzione di stomaco ed intestino; possiamo consumarla nei più svariati modi: in cucina dando un tocco etnico e salutare alle nostre ricette e sotto forma di integratore;
  • L’ultimo consiglio che leggerai non è una pianta ma un integratore: il migliore, il più efficace e risolutivo quello che stavi cercando per dire addio alla tua digestione molto lenta: Colonsan Salugea è l’integratore 100% naturale che contiene anche Tarassaco, Zenzero e Finocchio; le migliori piante per la digestione che agendo in sinergia tra di loro aiutano il tuo stomaco a ripartire dando una marcia in più alla tua digestione!

Ancora qualche dubbio? Pensi che esistano altri integratori e vuoi essere sicuro di quello che hai tra le mani sia il meglio del meglio? Allora non puoi perderti il nostro articolo su quali sono i migliori integratori per la pancia gonfia dove ti sveliamo tutto ma proprio tutto sul mondo degli integratori 😉

guida ai rimedi naturali per la pancia gonfia

Ultimo aggiornamento il: 26/03/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

Scritto da:

La Redazione
Naturopata

il 21/03/17 21.21

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 26/03/2019

Trackback dal tuo sito.

Facciamo due chiacchere?

  • Avatar

    Adriana Trujillo-Ortega

    |

    Grazie per l’informazione. Per me, il migliore è stato il zenzero, ma come sapiamo è buono alternare con altri prodotti naturali; farò la proba con la curcuma.

    Rispondi a Adriana Trujillo-Ortega

Lascia un commento

Flora batterica intestinale: come mantenerla in equilibrio Ammettiamolo. Almeno una volta nella vita abbiamo tutti sentito parlare di Flora Intestinale. E più ...
Tarassaco: tisana, decotto o infuso? Hai letto che la tisana al tarassaco fa bene a stomaco e intestino, contrasta la pancia gonfia e dep...
Proprietà dello Zenzero Immagina una biblioteca grande, anzi grandissima, piena di libri che parlano delle proprietà dello z...
Pancia gonfia: cause e rimedi La pancia gonfia – in termini tecnici meteorismo – è un disturbo molto diffuso: colpisce un italiano...
Melissa Un ansiolitico naturale che allontana la malinconia e conforta il cuore. La Melissa è una pianta ch...
Le proprietà del Tarassaco Il Tarassaco è una pianta molto nota in Italia che possiamo trovare in tutte le erboristerie. I suoi...

Un regalo per te!

Utilizza questo codice nel nostro shop di prodotti naturali e ricevi il 10% di sconto sul tuo ordine.

BLOG05

Il codice sconto deve essere inserito nel campo "Coupon Sconto" durante la creazione dell'ordine.