Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Problemi di memoria e concentrazione: cause e rimedi

La difficoltà nel memorizzare informazioni e quella nel concentrarsi non sono legate a questioni di intelligenza come spesso si crede. I problemi di memoria e concentrazione sono connessi al nostro sistema nervoso, quella rete di neuroni su cui viaggiano stimoli, informazioni e ricordi. Quando ci prendiamo cura delle nostre cellule nervose (i neuroni), il nostro cervello lavora meglio e, di conseguenza, ci concentriamo e ricordiamo con facilità.

Pensaci un attimo: ti prendi cura del tuo stomaco, del tuo cuore, del tuo aspetto fisico… Allora perché non dovresti prenderti cura del tuo sistema nervoso? Quando la mente si rigenera tutto il tuo corpo sta meglio.

Ossigenare le cellule nervose, controllare i pensieri e gestire l’ansia è possibile. Non è un risultato che si ottiene dall’oggi al domani, ma si può fare. Noi siamo qui per aiutarti.

In questo articolo vogliamo:

  • Spiegarti cos’è il sistema nervoso e perché è così importante;
  • Dirti cosa fare per migliorare la concentrazione;
  • Regalarti una guida in cui trovi tanti rimedi naturali per allenare la memoria.

Buona lettura!

Cos’è e a cosa serve il sistema nervoso?

Il sistema nervoso è un organo esteso che controlla e gestisce il nostro corpo e la nostra mente. È quello che recepisce gli stimoli esterni, quelli interni, li elabora e ci permette di interagire con il mondo. Non solo: il sistema nervoso è responsabile anche dei nostri movimenti involontari, del battito del cuore, del respiro e, non in ultimo, della nostra capacità di concentrazione e memorizzazione.

Il sistema nervoso è diviso in due parti:

  • il sistema nervoso centrale;
  • il sistema nervoso periferico.

Quello centrale è composto dal cervello, che contiene circa cento miliardi di neuroni, e dal midollo spinale, che si trova all’interno della colonna vertebrale. Dal cervello e dal midollo spinale partono i nervi, strutture che potremmo definire dei neuroni lunghissimi. Il sistema nervoso periferico è composto proprio da questi lunghi neuroni – che si riuniscono in poi in piccoli nuclei in cui gli stimoli vengono interconnessi, detti gangli – che si diramano in tutto il corpo.

Per descriverti in maniera semplice come funziona il sistema nervoso, immagina una grande rete elettrica. I gangli trasportano i segnali dalla periferia al cervello attraverso il midollo spinale. I neuroni del cervello elaborano lo stimolo ricevuto e inviano la risposta al corpo ancora attraverso i nervi ai gangli, in senso inverso.

Ti facciamo un esempio banale: stai leggendo questo articolo, questa parte in cui ti spieghiamo come funziona il sistema nervoso ti interessa, il segnale dagli occhi arriva al midollo spinale e da lì al cervello che elabora l’informazione e restituisce indietro degli stimoli – salvare questo articolo, condividerlo con un amico o semplicemente memorizzare queste informazioni. E tutto questo avviene in pochi millisecondi, milioni di volte al giorno, tutti i giorni. Sì, devi proprio cominciare a voler bene ai tuoi neuroni.

Guida Cos'è la Memoria

 Come migliorare memoria e concentrazione

La memoria e la concentrazione sono due funzioni del sistema nervoso, e se vuoi migliorare le loro prestazioni devi prenderti cura dei tuoi neuroni. Ecco 3 aspetti su cui puoi lavorare.

1. L’alimentazione che migliora memoria e concentrazione

I neuroni sono cellule e, come tutte le cellule del nostro corpo, per lavorare bene devono essere libere dalle scorie e ricche di ossigeno. Per questo è importante mangiare cibi che non producano tante tossine. Porta in tavola più pesce, perché è ricco di grassi insaturi, e meno carne, perché è ricca di grassi saturi. Le vitamine del gruppo B proteggono e rinforzano il sistema nervoso, e le trovi in questi alimenti: kamut, farro, orzo, semi di girasole, lievito di birra, uova e piselli.

Tra i cibi che fanno bene ai neuroni ci sono anche: melanzane, pomodori, avocado e broccoli. E poi, ancora: noci, mandorle, nocciole, anacardi e semi di zucca. I dolci? Via libera al cioccolato fondente. Mica male questa dieta, eh?

2. Meno ansia più memoria!

L’intossinazione delle cellule nervose non è causata solo da un’alimentazione sbagliata. Mai come in questo caso i pensieri negativi sono altrettanto deleteri. Le ansie, infatti, stimolano il tuo sistema nervoso inutilmente. Lo affaticano, generano pensieri negativi e sovraccaricano di lavoro i neuroni senza riuscire a ottenere risposte costruttive per la tua vita. Ecco perché durante gli stati di ansia non riesci a concentrarti o a ricordare. Sei solo in uno stato di confusione mentale. Quando ti senti così pensa che non devi provare vergogna se hai difficoltà nel gestire questi pensieri: in Italia, secondo la Società Italiana di Psichiatria, circa 17 milioni di persone soffrono di ansia.

Per liberartene… prova a ignorarla e segui queste buone pratiche per concentrare le tue energie su pensieri positivi:

  • Respira profondamente.
  • Non fissarti sui dettagli di una situazione che ti spaventa, guarda il contesto generale.
  • Dividi il “compito” che ti mette ansia in compiti più piccoli.
  • Fai un passo alla volta, ma non rimanere immobile: agisci e, nel frattempo, ricordati di controllare la respirazione.
  • Cerca di condividere le tue ansie con una persona che rappresenta per te una risorsa, chiedendo sostegno e vicinanza senza chiederle soluzioni
  • Vai a dormire pensando a qualcosa di bello, e non addormentarti sul divano dopo aver fatto una scorpacciata di TV.
  • Per rilassarti fai un bagno caldo, leggi qualcosa che ti piace, ascolta la tua musica, bevi una camomilla.
  • Impara a essere grato. Non pensare a quello che non hai, ma a tutto quello che hai e che dai per scontato.

Vedrai che questo approccio alla vita migliorerà anche la tua memoria e la tua concentrazione.

3. Gli estratti vegetali per migliorare la concentrazione

Quando si è stanchi e stressati, di solito, si fa tutto di corsa… Figuriamoci se si ha il tempo di curare l’alimentazione! Così mangiamo quello che ci capita, riposiamo male ed eccola lì l’ansia, che arriva a farci compagnia. Cosa fare? Invertire la rotta il prima possibile. Il mondo non crollerà se rallenti, ma crollerai tu se non lo farai

Nei periodi di stress e stanchezza, inoltre, gli estratti vegetali di bacopa e schisandra possono darti una grande mano a riacquistare forza e lucidità mentale. Gli estratti di bacopa, infatti, rinforzano il tuo sistema nervoso migliorando la concentrazione. La schisandra, invece, stimola il sistema nervoso centrale e aumenta la resistenza allo stress.

Riassumendo: per migliorare memoria e concentrazione devi imparare a volerti bene. Solo così rinforzi e proteggi il tuo sistema nervoso e, di conseguenza, migliori il tuo modo di rapportarti con il mondo. E ora non ti resta che scaricare la nostra guida gratuita sulla memoria. È piena di consigli e rimedi naturali “scaccia ansia” e “rinforza neuroni”.

Cos'è la memoria e come mantenerla brillante

Ultimo aggiornamento il: 02/03/2021

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 02/03/2021

Vuoti di memoria: cause, curiosità e consigli I vuoti di memoria possono manifestarsi per diverse ragioni e a diverse età. Se sei arrivato fin ...
I 3 migliori integratori per la memoria e la concentrazione Il tuo stile di vita richiede sempre di più dalla tua memoria? Niente panico! Non portarla al lim...
Qual è il miglior prodotto energizzante per studiare? Che tu sia uno studente universitario il cui tempo è scandito dalle sessioni d’esame oppure uno stud...

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Facciamo due chiacchere?

  • Avatar

    Corrado

    |

    Chiaro ma il mio problema credo che non sia dovuto ad un po d’ansia perché non riesco a memorizzare nemmeno un aforisma da 4 righe perché? Mi sento svuotato

    Rispondi a Corrado

    • Avatar

      Giuseppe

      |

      Stessa cosa succede a me…
      Adesso sto chiedendo aiuto ad una psicologa cognitiva, ho 43 anni

      Rispondi a Giuseppe

      • Avatar

        Dott.ssa Federica De Santi

        |

        Ciao Giuseppe,

        hai fatto benissimo a chiedere aiuto a una psicologa!
        Puoi parlare con la professionista della possibilità di inserire Memosan nel vostro percorso come supporto al trattamento.

        Se doveste aver bisogno di più info siamo a completa disposizione 🙂
        Buona giornata!

        Rispondi a Dott.ssa Federica De Santi

  • Avatar

    Giada

    |

    Grazie dei consigli, articolo molto interessante

    Rispondi a Giada

  • Avatar

    Pietro

    |

    Tutti gli articoli che consentono di migliorare le proprie qualità sono i benvenuti. Provvederò a leggere il vs book sulla memoria e …sarò migliore.
    Grazie e saluti

    Rispondi a Pietro

  • Avatar

    Benito

    |

    Buon pomeriggio, ho molta difficoltà di memorizzare nomi di persone oppure marchi di aziende. Il problema l’ho sempre avuto anche da piccolo a scuola ero molto distratto, forse soffro di dislessia?

    Rispondi a Benito

    • Avatar

      Dott.ssa Federica De Santi

      |

      Buongiorno Benito,

      è molto azzardato fare una “auto-diagnosi” senza esami alle spalle.
      Le consigliamo di parlare con un professionista (es. neurologo) della situazione.
      Vedrà che le saprà dare tante informazioni nel giro di pochissimo tempo.

      Per qualsiasi necessità siamo a disposizione 🙂

      Rispondi a Dott.ssa Federica De Santi

  • Avatar

    Nicole

    |

    Buonasera, anche io ultimamente ho un problema chiaro e forte di memoria e di concentrazione.
    Mi rendo conto che faccio fatica ad apprendere, e anche le cose più banali non me le ricordo ( es il nome di un film che sto guardando, lo studio del giorno precedente, i nomi delle persone etc )
    È una situazione molto stressante per me, perché non capisco il motivo.
    A volte anche in compagnia di amici ( esempio se stiamo giocando a un banale gioco ) mi trovo a disagio perché non riesco a ricordare niente.

    Rispondi a Nicole

    • Avatar

      Dott.ssa Federica De Santi

      |

      Ciao Nicole,

      grazie per la tua condivisione.
      Comprendiamo il disagio perché questi episodi si presentano quando meno te lo aspetti.
      Ne hai parlato con il medico?

      Ci possono essere tanti motivi dietro a questi “vuoti” tra cui un periodo stressante, per esempio.

      Nell’attesa del confronto con il professionista puoi affidarti agli attivi di Memosan che sono studiati proprio per sostenere la memoria, la concentrazione e in generale tutte le funzioni cognitive.

      Per qualsiasi necessità siamo a tua disposizione,
      Team Salugea

      Rispondi a Dott.ssa Federica De Santi

  • Avatar

    Pellumbesha

    |

    Salve ho letto il vostro articolo ed e molto interessante , mi e piacciuto tanto .ho una figlia di 12 anni , si lamenta sempre che fa fatica a ricordarsi le cose , sta ore e ore sui libri ma senza risultati sodisfacenti , voi cosa ne pensate ? Quale è il problema ?

    Rispondi a Pellumbesha

    • Avatar

      Dott.ssa Federica De Santi

      |

      Ciao Paloma,

      ci fa piacere che l’articolo ti sia piaciuto.
      In questo caso ci possono essere molteplici cause tra cui anche lo stress o un metodo di apprendimento che va migliorato.
      Ne hai parlato con il medico? Mentre fai accertamenti ti consigliamo Memosan, l’integratore 100% naturale pensato proprio per favorire la concentrazione e la memorizzazione.
      Il tutto senza sostanze eccitanti.

      Per qualsiasi necessità siamo a tua disposizione!

      Rispondi a Dott.ssa Federica De Santi

  • Avatar

    Celeste

    |

    Salve sono celeste petrone ho letto l’articolo molto interessante. Anchio ho problemi di apprendimento non riesco a memorizzare: e mi trovo in difficoltà. Cosa mi consigliate?

    Rispondi a Celeste

    • Avatar

      Dott.ssa Federica De Santi

      |

      Ciao Celeste,

      ci fa davvero piacere che hai trovato l’articolo interessante.
      Il primo consiglio che ti diamo è quello di parlare con un esperto. Spesso dietro a difficoltà di apprendimento e memoria ci può essere anche lo stress.
      Nel frattempo puoi affidarti agli attivi di Memosan che ti aiutano a restare più concentrata e sostengono memoria e attenzione.
      Per qualsiasi necessità siamo a disposizione 🙂

      Rispondi a Dott.ssa Federica De Santi

  • Avatar

    Laura

    |

    Interessante questo articolo,vorrei avere la costanza di metterlo in pratica.Vorrei recupera un po’ di concentrazione e memoria.

    Rispondi a Laura

  • Avatar

    Biagio

    |

    Vedo le persone e quando, li rivedo a poco tempo dopo non li riconosco. La mia macchina fotografica del cervello non funziona bene? Cosa posso fare, si puGinoò curare?

    Rispondi a Biagio

    • Avatar

      Dott.ssa Miriana Fabbri

      |

      Buongiorno Biagio,

      grazie per aver letto il nostro articolo.
      Le consigliamo di rivolgersi ad uno specialista per poter effettuare i giusti accertamenti e capire a cosa è dovuta questa situazione.

      Per qualsiasi necessità siamo a disposizione! 🙂

      Rispondi a Dott.ssa Miriana Fabbri

Lascia un commento