Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Come rinforzare tendini e legamenti

rinforzare tendini e legamenti

Poverini i tendini e i legamenti, delle strutture corporee tanto importanti quanto dimenticate! Non è forse vero che l’unico momento in cui ci ricordiamo di loro è quando iniziano a fare male? Mantenere i tendini e i legamenti in uno stato di benessere è fondamentale per preservare la funzionalità delle articolazioni e conservare nel tempo flessibilità e libertà di movimento. Sia quando si fa sport, sia nella vita di tutti i giorni. In questo articolo scoprirai quali sono i rimedi naturali e le tecniche per rinforzare i tendini e i legamenti. Così che tu possa continuare ad allenarti, salire le scale, correre e passeggiare senza avere fastidi o problemi.

Ecco di cosa parleremo:

Che dici, ti piace la lista degli argomenti che ho preparato per te? Se la risposta è sì, direi di non perdere tempo ed entrare nel vivo dell’argomento scoprendo cosa sono e di cosa sono fatti i tendini e legamenti.

Cosa sono e di cosa sono fatti i tendini e legamenti

I tendini e i legamenti fanno parte delle articolazioni e le loro funzioni principali sono quelle di:

  • stabilizzare le articolazioni;
  • consentire i movimenti naturali del corpo e limitare quelli non fisiologici, guidando il movimento dell’articolazione nella giusta direzione;
  • connettere tra loro le varie strutture corporee.

Direi tutte funzioni di una certa importanza, non trovi?

Ora, nonostante tendini e legamenti siano spessi confusi tra loro, si tratta di strutture anatomiche molto diverse. La differenza tra loro è questa: i legamenti collegano tra loro i diversi segmenti ossei del corpo, mentre i tendini collegano insieme le estremità dei muscoli alle ossa.

Ti faccio un esempio. Il famoso tendine di Achille, croce e delizia di molti sportivi, si trova nella parte posteriore della gamba e collega i muscoli gastrocnemio e soleo all’osso del calcagno. La sua funzione è quella di consentire il movimento di flessione del piede e della gamba.

I legamenti della caviglia, invece, hanno la funzione di stabilizzarla. Per farlo devono essere molto forti e resistenti perché è proprio sulla caviglia che grava il peso del corpo. Avere strutture forti, come i legamenti intorno alla caviglia, garantisce stabilità e permette comunque una perfetta libertà di movimento.

Sia i tendini, sia i legamenti sono tessuti connettivi e sono formati per la maggior parte di fibre di collagene e di elastina. Per semplicità, possiamo paragonarle a delle corde fibrose che con il tempo – se dimenticate – potrebbero andare incontro a un deterioramento e “sfilacciarsi”, rendendo così instabile e difficile anche un movimento semplice e naturale come quello che facciamo quando saliamo i gradini delle scale.

Bene, ora che è più chiaro cosa sono i tendini e i legamenti passiamo all’argomento successivo, ossia gli alimenti a supporto del loro benessere.

Gli alimenti a supporto del benessere di tendini e legamenti

Il benessere dell’organismo dipende dalle scelte che facciamo ogni giorno, comprese quella degli alimenti che portiamo a tavola.

alimenti per tendini e legamenti

Il cibo è ben lungi dall’essere un semplice mezzo per riempire lo stomaco. Gli alimenti sono fonte di energia e di tutti quei macronutrienti e micronutrienti indispensabili per promuovere e preservare il benessere e il corretto funzionamento dell’organismo e di ogni cellula che lo compone.

Come rinforzare tendini e legamenti? Sono alimenti amici:

  • le proteine, che hanno una funzione strutturale e possiamo paragonarli ai mattoncini con cui vengono costruiti i tessuti;
  • gli acidi grassi polinsaturi Omega3 che trovi nel pesce, nell’olio di krill, nelle alghe, nei semi oleosi e nella frutta secca, fondamentali per contrastare i processi infiammatori e l’eccessiva produzione di radicali liberi dovuta ai processi di catabolismo muscolare post-allenamento;
  • la frutta e la verdura perché ricche di vitamine, minerali e antiossidanti.

A questi alimenti va poi aggiunto anche un altro alimento importantissimo per il benessere di tendini e legamenti: l’acqua che serve a mantenere queste strutture idratate ed elastiche.

Sono piccoli consigli alimentari, semplici da seguire ogni giorno, quelli di:

  • consumare almeno 3 o 4 porzioni di pesce alla settimana
  • alternare al consumo di proteine di origine animale anche quelle di origine vegetale. La quantità di proteine da consumare ogni giorno varia a seconda del peso e del tipo di attività sportiva svolta. In generale la quota media è di 0,9 grammi per chilogrammo corporeo per un adulto
  • consumare almeno 4 o 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura
  • come fonte di carboidrati, preferire quelli di origine integrale e limitare il consumo di zuccheri e farine raffinate

Se da qualche tempo il consumo di frutta ti dà fastidio a causa di scomode fermentazioni intestinali puoi ovviare a questo problema consumandola la mattina, lontano dai pasti principali.

Non mangi abbastanza pesce? Una soluzione integrativa ed efficace è quella di assumere un integratore naturale di Omega3, come l’olio di Krill (molto più assimilabile dell’olio di pesce!).

Olio di Krill

Gli estratti vegetali a supporto di tendini e legamenti

Le proprietà antinfiammatoria dell’Artiglio del Diavolo e della Boswellia serrata

Oltre agli alimenti amici dei tendini e dei legamenti, ci sono anche estratti vegetali alleati di queste strutture, primi tra tutti l’Artiglio del Diavolo1 e la Boswellia serrata2.

Si tratta di piante i cui principi attivi vegetali hanno evidenziato proprietà antinfiammatorie, analgesiche e lenitive e che è possibile utilizzare – anche nel lungo periodo – per contrastare i processi infiammatori e i fastidi legati allo scorrere del tempo, perché sì, anche i tendini e i legamenti invecchiano!

Trovi estratti secchi ad alta titolazione di Artiglio del Diavolo e della Boswellia serrata nell’integratore Sanaos Salugea, 100% naturale e conservato in vetro scuro di grado farmaceutico.

Sanaos integratore Salugea

Fai il pieno di Vitamina C naturale con l’Acerola

Anche l’Acerola, sotto forma di succo fresco, puro e biologico è un’ottima alleata per i tendini e legamenti, perché ricca di vitamina C3. La vitamina C, oltre a essere una spazzina dei radicali liberi, favorisce la sintesi di collagene che, come abbiamo visto prima, è la componente principale della loro struttura.

Succo di Acerola

Gli esercizi da fare per rinforzare tendini e legamenti

Come non parlare di come rinforzare tendini e legamenti senza menzionare lo sport!

L’attività fisica costante, insieme alla corretta alimentazione, è un’altra colonna portante del nostro benessere e andrebbe praticata tutte le età.

L’attività fisica per promuovere e mantenere il benessere di queste strutture connettivali è quella che prevede l’alternanza di esercizi di resistenza e di allungamento, sempre preceduti da una fase di riscaldamento.

A questi esercizi, poi, è bene unire, due o tre volte alla settimana, anche un esercizio aerobico come la camminata.

Per evitare di fare danni, il consiglio è quello di chiedere sempre il parere del medico prima di iniziare ad allenarsi e farsi seguire da un istruttore qualificato in grado di elaborare un piano di allenamento personalizzato.

Spero che l’articolo ti abbia fornito tutti gli strumenti di cui avevi bisogno per iniziare da oggi stesso a rinforzare i tendini e i legamenti. Se hai ancora dubbi o curiosità non esitare a scrivere nei commenti.

Al prossimo articolo!

Ultimo aggiornamento il: 09/02/2022

Scritto da:

Dott.ssa Cristina Bernagozzi
Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 09/02/2022

Integratori naturali per tendini e legamenti Se sei uno sportivo o soffri di fastidi articolari qui trovi quello che dovresti sapere sugli integr...
Integratori per i legamenti del ginocchio Ginocchia che cigolano? Ecco gli integratori per aiutarti a sbloccarle Ormai da un po’ di tempo avv...
Nutrienti e vitamine per legamenti e tendini Un giorno riesci a correre e a camminare senza problemi. Un altro ecco presentarsi schiocchi, fastid...

Tags: , ,

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

NOTE E BIBLIOGRAFIA

1 Wegener T, Lüpke NP. Treatment of patients with arthrosis of hip or knee with an aqueousextract of devil’sclaw (Harpagophytumprocumbens DC.). Phytother Res. 2003 Dec;17(10):1165-72. doi: 10ptr.1322. PMID: 14669250.

2 Yu G, Xiang W, Zhang T, Zeng L, Yang K, Li J. Effectiveness of Boswellia and Boswelliaextract for osteoarthritispatients: a systematic review and meta-analysis. BMC ComplementMedTher. 2020 Jul 17;20(1):225. doi: 10.1186/s12906-020-02985-6. PMID: 32680575; PMCID: PMC7368679.

3 Fusini F, Bisicchia S, Bottegoni C, Gigante A, Zanchini F, Busilacchi A. Nutraceuticalsupplement in the management of tendinopathies: a systematic review. Muscles LigamentsTendons J. 2016 May 19;6(1):48-57. doi: 10.11138/mltj/2016.6.1.048. PMID: 27331031; PMCID: PMC4915461.