Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Cos’è il glutatione e a cosa serve

cos'e il glutatione

Glutatione, un nome complesso, altisonante, a tratti difficile da pronunciare e, nonostante tutto, ormai sulla bocca di tutti. Solo fino a qualche tempo, nessuno conosceva il Glutatione, o era a conoscenza delle sue proprietà positive per l’organismo.

Oggi, invece, complice anche il perdurare dell’infezione da coronavirus Covid-19, si è acceso l’interesse per quello che potremmo tranquillamente definire il re degli antiossidanti.

E come è già successo per la vitamina D, si è (ri)scoperta l’importanza di una sua integrazione specifica nei casi di una maggior necessità da parte dell’organismo.

Se anche tu hai da poco scoperto l’esistenza del Glutatione e desideri portare le tue conoscenze su questo prezioso antiossidante a un livello superiore, lascia che ti dica che sei proprio nell’articolo giusto! Ecco l’indice degli argomenti che avrai modo di approfondire leggendo il nostro articolo:

In più, ti ricordo che per sapere in che modo sostenere il sistema immunitario in modo efficace e naturale, puoi scaricare la guida gratuita Salugea che ti accompagnerà alla scoperta dei complessi e affascinanti meccanismi che regolano la nostra risposta immunitaria all’azione degli agenti patogeni:

Scarica la guida gratuita: Come funziona e come rinforzare il sistema immunitario

E ora che anche tu hai la guida Salugea possiamo approfondire la conoscenza del Glutatione.

Glutatione: cos’è?

Come già hai avuto modo di leggere all’inizio dell’articolo il Glutatione è un antiossidante. Per essere ancora più precisi il Glutatione fa parte degli antiossidanti endogeni che, a differenza degli antiossidanti esogeni, sono prodotti dal nostro stesso organismo.

In natura è presente in tutti gli organismi viventi, in cui rappresenta un agente primario per garantire il corretto funzionamento di molteplici meccanismi vitali.

L’organo deputato alla sintesi del Glutatione è il fegato ed è proprio a livello epatico che ne troviamo una maggiore concentrazione, anche se si tratta di un antiossidante presente nella maggior parte delle cellule. Per questo motivo si dice che il Glutatione sia presente nell’organismo in forma ubiquitaria, ossia, si trova un po’ dappertutto.

Da un punto di vista chimico, il Glutatione è una piccola molecola proteica. Si tratta, infatti, di un tripeptide, perché formato dall’unione di tre amminoacidi, che sono:

  • cisteina
  • acido glutammico
  • glicina

Oltre a questi amminoacidi, ricopre un ruolo nella sintesi del Glutatione anche lo zolfo1.

A determinare un abbassamento dei livelli di Glutatione nell’organismo sono anzitutto le abitudini di vita scorrette, tra cui:

  • fumo
  • cattiva alimentazione
  • mancanza di sonno
  • stress
  • sedentarietà

Più lo stile di vita seguito sarà sano ed equilibrato e maggiori saranno le possibilità di mantenere adeguati livelli di Glutatione nell’organismo.

Una diminuzione dei livelli di questo antiossidante è riconducibile anche all’avanzare dell’età.

glutatione forte integratore naturale

A cosa serve il Glutatione

Il Glutatione è un potentissimo antiossidante e, in quanto tale, il suo compito è quello di proteggere le cellule dell’organismo dall’azione negativa dei radicali liberi.

Possiamo paragonare gli antiossidanti a una squadra di difensori, un po’ come gli Avengers, anche se è più corretto chiamarli scavengers e ora ti spiego perché.

La traduzione di avengers è “vendicatori”, mentre quella di scavengers è “spazzini”.

Molti antiossidanti vengono chiamati scavengers perché si comportano proprio come degli spazzini. Il loro compito è quello di spazzare via i radicali liberi prodotti in eccesso dal nostro organismo dalle sue stesse funzioni, al fine di proteggerlo dalle conseguenze negative del danno ossidativo, tra cui: invecchiamento cellulare precoce, abbassamento delle difese, squilibri metabolici e funzionali, inasprimento dei processi infiammatori.

A questo punto potresti chiederti qualcosa del tipo: ma come mai è così importante fermare i radicali liberi? Te lo spiego subito.

Devi sapere che i radicali, oltre che liberi, sono anche pericolosi perché instabili e molto reattivi.

La loro instabilità dipende dalla mancanza nel loro orbitale esterno di un elettrone, che cercano di sottrarre dalle molecole che trovano vicino, provocando, così, una serie di danni a catena. Solo recuperando l’elettrone mancante potranno pareggiare la loro carica elettromagnetica e tornare a una situazione di equilibrio.

I radicali liberi vengono prodotti durante tutte le reazioni metaboliche che coinvolgono l’ossigeno (respirazione compresa!). Bloccare la loro produzione, purtroppo, non è possibile, in quanto a generarlo perlopiù sono proprio le reazioni biochimiche che ci mantengono in vita!

Per questo motivo l’organismo possiede una squadra di antiossidanti pronti a neutralizzare, in caso di bisogno, la loro azione negativa, proprio come fa il nostro prezioso alleato Glutatione.

Il meccanismo di azione del Glutatione è molto semplice.

Grazie alla sua particolare conformazione chimica e al suo spirito altruista, il Glutatione riesce a neutralizzare i radicali liberi cedendo a un loro elettrone e uno ione idrogeno H+, così che possano legarsi insieme.

Il Glutatione, dopo aver ceduto il suo ione idrogeno, risulta ossidato e per tornare a ricoprire il suo ruolo di antiossidante ha bisogno di tornare alla sua forma ridotta. La rigenerazione del Glutatione è possibile grazie all’intervento di un enzima chiamato Glutatione reduttasi e dalla presenza di Selenio.

È grazie alla sua capacità di rigenerarsi che il Glutatione è considerato il re degli antiossidanti.

Benefici del glutatione

Oltre ad avere effetti protettivi sulle cellule epatiche e nel trattamento del fegato grasso, studi clinici hanno evidenziato i benefici del Glutatione anche:

  • nel trattamento di stati infiammatori della cute come la psoriasi,
  • nella gestione dei sintomi legati a patologie respiratorie2
  • nella risposta immunitaria dell’organismo alle infezioni3

Dove si trova: le fonti naturali di Glutatione

La fonte principale di Glutatione è endogena, perché prodotto dal fegato. Tuttavia, è possibile trovare il Glutatione anche in alcuni alimenti, tra cui: spinaci, arance, carote, fragole, avocado, etc.

È bene comunque precisare che il calore prodotto dai metodi di cottura porta alla degradazione del Glutatione.

Dove acquistare un integratore di Glutatione di qualità

Un integratore biodisponibile di Glutatione è Glutatione Forte Salugea, che è possibile acquistare sul sito ufficiale dell’azienda (salugea.com) oppure ordinare in farmacia e in parafarmacia.

Si tratta di un innovativo integratore che unisce l’azione antiossidante del Glutatione a quella:

  • della Quercetina estratta dal Cappero, un’altra preziosa radical scavenger e gran promotrice della sintesi di Glutatione da parte dell’organismo
  • della Naringenina ottenuta dal Chinotto, flavonoide dalla elevata azione rigenerante e protettiva
  • delle Antocianine estratte dal Mirtillo Nero, potenti antiossidanti che proteggono pelle e mucose
  • dell’estratto di Gynostemma, che fa parte delle piante adattogene, utili per sostenere la risposta dell’organismo allo stress
  • della Scutellaria, una pianta perenne i cui estratti sono utili per sostenere e modulare la risposta immunitaria dell’organismo, così da renderla ancora più efficiente e performante
  • del Resveratrolo ottenuto dalla Fallopia japonica, una radice dall’azione tonica ed energizzante
  • del Selenio, oligoelemento fondamentale per favorire tutti i processi antiossidanti dell’organismo

Grazie all’azione sinergica di questi estratti è possibile sostenere il sistema immunitario e proteggere l’organismo dall’azione negativa dei radicali liberi in modo completo e totalmente naturale.

glutatione forte integratore naturale

Per quanto riguarda l’assorbimento del Glutatione, è bene precisare che in realtà si tratta di una sostanza molto assimilabile in quanto è un oligo-peptide, quindi di facile assorbimento per l’organismo.

La difficoltà è quella di mantenerlo integro durante i processi digestivi, per tale motivo consigliamo l’assunzione a stomaco vuoto per ridurre la probabilità di disgregazione della molecola da parte dei succhi digestivi.

Ultimo aggiornamento il: 28/04/2022

Scritto da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il

Naringenina: proprietà e integratore consigliato È da un po’ che senti nominare la parola Naringenina ma non hai chiaro a cosa serve e vuoi approfo...
Glutatione Liposomiale: la Verità che non sapevi Facciamo chiarezza sulla sua assimilabilità Il Glutatione Liposomiale è una delle forme di Glutat...
Come depurare i reni in maniera naturale I reni sono degli organi fondamentali per l’organismo e se stai considerando l’idea di prendertene...

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Facciamo due chiacchere?

  • Avatar

    Rosetta piperno

    |

    Si
    prendo il glutatione e il mio organismo ha trovato ottimi benefici
    I dolori di fibromialgia si riducono e riesco a muovermi con meno sforzi
    Grazie di avermelo consigliato
    Rosetta 82

    Rispondi a Rosetta piperno

  • Avatar

    Immacolata

    |

    Buongiorno ho avuto una dissezione spilariforme prendo medicinali da protocollo come brilique Triatec pantorc cardioaspirina e torvast.volevosapere se il prodotto va in contrasto con le mie medicine grazie

    Rispondi a Immacolata

    • Avatar

      Dott.ssa Miriana Fabbri

      |

      Buongiorno Immacolata,

      grazie per averci scritto 🙂

      In questi casi, dove i farmaci sono numerosi, le consigliamo di parlarne prima con il medico curante e chiedere la sua approvazione per la compatibilità con i dosaggi dei suoi farmaci.
      Se il medico ha bisogno di ulteriori informazioni tecniche, lei può richiederci la scheda tecnica professionale a info@salugea.com

      Per qualsiasi necessità siamo a disposizione 🙂

      Rispondi a Dott.ssa Miriana Fabbri

  • Avatar

    Acquafredda Maria

    |

    Buongiorno, vorrei qualche informazione.
    Soffro di ipotiroidismo e di Ipertensione ma prendo pure Biosnel e Omega 3 Krill Oil.
    A questi due integratori potrei affiancare anche Glutatione? Ci sono controindicazioni?

    Rispondi a Acquafredda Maria

    • Avatar

      Dott.ssa Federica De Santi

      |

      Ciao Maria,

      siamo felici di informarti che puoi tranquillamente affiancare Glutatione Forte a Biosnel e Omega 3.
      Si combina perfettamente con i due che prendi già e non ha nessuna interazione con ipotiroidismo e ipertensione.

      Per qualsiasi necessità siamo a tua disposizione!

      Rispondi a Dott.ssa Federica De Santi

  • Avatar

    Viviana Cecotti

    |

    L’articolo è molto chiaro e esaustivo per chi non dell’ambiente medico.
    Potrei continuare a assumere OPC, MSM, acido ialuronico, L-Tryptophan: sono elementi naturali comperati da Amazon tedesco + Thrombofit e cardo mariano da una farmacia tedesca.
    Mi sono fatta inoculare i primi due sieri. Poi stop

    Rispondi a Viviana Cecotti

  • Avatar

    Maria

    |

    Grazie mille per queste esaustive informazioni, io prendo glutatione da due mesi e mi trovo benissimo, continuerò di sicuro!!!

    Rispondi a Maria

Lascia un commento

NOTE E BIBLIOGRAFIA

1 Pizzorno, Joseph. “Glutathione!” Integrative medicine (Encinitas, Calif.) vol. 13,1 (2014): 8-12.

2 Kerksick C, Willoughby D. The antioxidant role of glutathione and N-acetyl-cysteine supplements and exercise-induced oxidative stress. J Int Soc Sports Nutr. 2005;2(2):38-44. Published 2005 Dec 9. doi:10.1186/1550-2783-2-2-38.

3 Ferreira AV, et Al. Glutathione Metabolism Contributes to the Induction of Trained Immunity. Cells. 2021 Apr 21;10(5):971. doi: 10.3390/cells10050971. PMID: 33919212; PMCID: PMC8143087.