Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Zinco per bambini: cos’è importante sapere

Cerchi integratori di zinco per bambini? Hai scoperto che nell’integrazione di un bambino è molto importante lo Zinco, ma vuoi saperne di più?

zinco per bambini

Perfetto, allora sei nel posto giusto!

In questo articolo vedremo perché lo zinco è un elemento fondamentale per l’organismo e cosa è importante sapere di questo micronutriente in relazione al benessere dei più piccoli.

Cos’è lo Zinco e dove si trova

Lo Zinco è un oligoelemento essenziale per l’organismo umano, ciò significa che ne abbiamo bisogno per assicurare che specifiche funzioni delle nostre cellule si svolgano correttamente.

La sua essenzialità per l’uomo è stata stabilita solo nel 1963. In quell’anno infatti furono scoperti 3 enzimi che per funzionare avevano bisogno dello zinco. Attualmente se ne conoscono addirittura più di 300 che richiedono la sua presenza per funzionare.

In parole semplici un enzima è un po’ come una scintilla che è necessaria per accendere il fuoco. Può esserci la migliore legna nel camino ma se non diamo la scintilla il fuoco non si accende. Lo stesso accade nel nostro corpo, spesso le reazioni chimiche hanno bisogno di una spinta per partire e funzionare adeguatamente e questa spinta la danno proprio gli enzimi.

Lo Zinco è il secondo metallo traccia più comune dopo il ferro. Si trova letteralmente ovunque, nelle cellule dei più svariati organi.

Gli alimenti dai quali possiamo assumere questo metallo sono ad esempio la carne, il pesce, le uova, i latticini, i cereali integrali, le noci e i legumi.

Nonostante la varietà di alimenti in cui è contenuto, solo una parte viene effettivamente assorbita dall’intestino, circa intorno al 25%.

Se segui una dieta vegetariana o vegana la tua unica fonte di zinco è vegetale. In questo caso l’apporto di zinco è minore rispetto alle fonti animali poiché alcuni tipi di fibre ne limitano l’assorbimento.

Scarica l’eBook gratuito: Come funziona e come rinforzare il sistema immunitario

Cosa comporta la sua carenza?

È stato stimato che la carenza di zinco colpisca miliardi di persone nel mondo, in particolare anziani e bambini nei paesi in via di sviluppo, donne incinte, vegani e vegetariani. Lo zinco è considerato carente se i suoi livelli plasmatici sono inferiori a 60 mcg/dL1.

In Italia, la dose giornaliera raccomandata di zinco è di 3 mg/giorno per i bambini di età inferiore a 12 mesi, poi aumenta gradualmente fino a un’assunzione raccomandata di 9-12 mg/giorno per adolescenti e adulti.

Gli apporti massimi consentiti di questo elemento negli integratori alimentari sono 15 mg per gli adulti e 7,5 mg per bambini a partire dai tre anni in su e adolescenti2.

La carenza di questo oligoelemento può manifestarsi in diversi modi fra cui con diarrea, alopecia, diminuzione dell’efficienza del sistema immunitario e ritardo della crescita.

Chi ha un’alimentazione varia ed equilibrata quando rischia di andare in carenza di zinco?

Ad esempio chi soffre di alcolismo, di malattie infiammatorie intestinali e di sindromi da malassorbimento.

La carenza di zinco nei bambini provoca principalmente un rallentamento della crescita e una predisposizione alle infezioni ricorrenti.

Zinco e Sistema Immunitario nei bambini

Numerosi studi hanno evidenziato l’importanza dell’integrazione dello zinco per il sostegno delle difese immunitarie specialmente nei bambini1.

L’effetto dello zinco sul sistema immunitario è stato riscontrato sia a livello di prevenzione che di trattamento delle malattie respiratorie in fase acuta.

Addirittura uno studio del 2011 ha riportato una riduzione della mortalità per diarrea e polmonite nei bambini di paesi in via di sviluppo che hanno ricevuto un’integrazione di zinco per oltre 3 mesi3.

Dall’analisi di numerosi studi scientifici è emerso anche che i bambini che ricevono un’integrazione a base di zinco hanno una minore probabilità di contrarre la polmonite4.

In particolare, che funzioni svolge questo metallo?

  1. Limita l’eccessiva produzione di molecole pro-infiammatorie.
  2. Favorisce l’aumento del numero di linfociti T, in modo tale che ci sia una risposta migliore dell’organismo e che di conseguenza il raffreddore e l’influenza siano meno gravi e si risolvano prima.
  3. Contribuisce al mantenimento dell’integrità della mucosa dei polmoni e dell’intestino che è una prima barriera fondamentale per proteggere l’organismo da virus e batteri.

Oltre ad aiutare il sistema immunitario a reagire, sostiene anche la crescita uniforme dell’organismo. Se vuoi sostenere la crescita del tuo bimbo e aiutarlo durante la stagione fredda ricordati che fra gli elementi che deve assumere non può mancare lo zinco!

Gli integratori di zinco sono tutti uguali?

Gli integratori di zinco per bambini non sono tutti uguali. E lo zinco che trovi negli integratori può non essere sempre lo stesso.

O meglio, lo zinco è sempre lui ma non si trova puro, bensì legato a diversi tipi di molecole al fine di renderlo più stabile ed assimilabile.

Questi composti però possono influire anche di molto sulla facilità di assorbimento dello zinco a livello dell’intestino.

Le migliori composizioni che garantiscono una assimilazione e un assorbimento maggiore sono lo zinco orotato, picolinato e bisglicinato, in quanto sono forme organiche più assimilabili.

È preferibile evitare, in campo pediatrico, i sali inorganici di Zinco, come l’Ossido, il Solfato e il Cloruro.

Inoltre raramente si trovano integratori a base solo di zinco questo perché la sua azione viene potenziata in associazione a vitamine e minerali.

Se sei alla ricerca di un integratore che apporti il giusto quantitativo di zinco per il tuo bambino, dai 3 ai 12 anni, puoi affidarti a Immuno Bimbi Salugea. Un integratore completo e 100% naturale che all’interno contiene zinco bisglicinato, vitamine, minerali ed estratti vegetali specifici per il sostegno della crescita e delle difese immunitarie.

Immuno Bimbi Salugea

Ultimo aggiornamento il: 24/01/2022

Scritto da:

Dott.ssa Cristina Bernagozzi
Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 24/01/2022

Integratori post Covid: esistono? Dell’infezione da Sars-Cov2 sai già tanto. In più di due anni hai imparato a riconoscere i sintomi...
Quercetina: a cosa serve, proprietà e dove si trova Ultimamente avrai già sentito parlare della Quercetina. Nel periodo molto particolare che abbiamo ...
Glutatione e Covid: cosa dicono gli studi Era la fine del 2019 quando in Cina vennero segnalati per la prima volta alcuni casi di una polmonit...

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Facciamo due chiacchere?

Lascia un commento

NOTE E BIBLIOGRAFIA

Saper RB, Rash R. Zinc: an essential micronutrient. Am Fam Physician. 2009 May 1;79(9):768-72. PMID: 20141096; PMCID: PMC2820120.

Liu E, Pimpin L, Shulkin M, Kranz S, Duggan CP, Mozaffarian D, Fawzi WW. Effect of Zinc Supplementation on Growth Outcomes in Children under 5 Years of Age. Nutrients. 2018 Mar 20;10(3):377. doi: 10.3390/nu10030377. PMID: 29558383; PMCID: PMC5872795.

Read SA, Obeid S, Ahlenstiel C, Ahlenstiel G. The Role of Zinc in Antiviral Immunity. Adv Nutr. 2019 Jul 1;10(4):696-710. doi: 10.1093/advances/nmz013. PMID: 31305906; PMCID: PMC6628855.

1 Pecora F, Persico F, Argentiero A, Neglia C, Esposito S. The Role of Micronutrients in Support of the Immune Response against Viral Infections. Nutrients. 2020;12(10):3198. Published 2020 Oct 20. doi:10.3390/nu12103198

2 salute.gov.it – Apporti giornalieri di vitamine e minerali ammessi negli integratori alimentari Revisione settembre 2021 (pdf)

3 Preventive zinc supplementation in developing countries: impact on mortality and morbidity due to diarrhea, pneumonia and malaria. Yakoob MY, Theodoratou E, Jabeen A, Imdad A, Eisele TP, Ferguson J, Jhass A, Rudan I, Campbell H, Black RE, Bhutta ZA. BMC Public Health. 2011 Apr 13; 11 Suppl 3():S23.

4 Lassi ZS, Moin A, Bhutta ZA. Zinc supplementation for the prevention of pneumonia in children aged 2 months to 59 months. Cochrane Database Syst Rev. 2016 Dec 4;12(12):CD005978. doi: 10.1002/14651858.CD005978.pub3. PMID: 27915460; PMCID: PMC6463931.