Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Escolzia: proprietà e controindicazioni

Una delle piante utilizzate nel panorama fitoterapico italiano è l’Escolzia, che deve il suo bizzarro nome al suo scopritore, Johann Friedrich Eschscholtz, botanico ed entomologo tedesco che per primo la introdusse in Europa nel 1800. Originaria del Nord America, all’epoca l’Escolzia veniva utilizzata solo come pianta ornamentale, grazie ai suoi bellissimi fiori arancio-gialli.

Le proprietà dell’Escolzia sono molteplici e anche se la sua introduzione fu solo a scopo ornamentale, ben presto le sue potenzialità benefiche vennero scoperte e valorizzate.

Quali sono le proprietà dell’Escolzia?

L’Escolzia è molto utilizzata per le sue proprietà sedative ed inducenti il sonno, che sono quelle più conosciute. Come ogni rimedio naturale, anche l’Escolzia presenta delle proprietà benefiche e delle controindicazioni.

L’Escolzia ha uno spiccato potere rilassante, la sua principale caratteristica, ma non è l’unica. Viene molto utilizzata in momenti di forte stress o stanchezza mentale, disturbi del sonno e problemi gastro-enterici. Vediamo nel dettaglio quando può essere utilizzata e quali sono le sue proprietà.

L’Escolzia è consigliata in caso di:

  • disturbi del sonno: l’escolzia contiene due principi attivi particolari che la rendono particolarmente efficace in caso di disturbi del sonno, soprattutto se si tratta di insonnia prolungata e che non trova rimedio. Nell’Escolzia, troviamo la protopina e la criptopina che inducono un fisiologico rilassamento, soprattutto nella fase dell’addormentamento. Il loro effetto ipnotico ha il vantaggio di non lasciare un senso di pesantezza e confusione al risveglio, donando un riposo profondo ed efficace. Per dormire bene ed in maniera davvero riposante l’Escolzia è una pianta tra le più indicate: da prendere in considerazione se stai valutando nuovi metodi per prendere sonno.
  • ansia, agitazione e stress: valido sostegno anche per i momenti di forte stress e tensione psico-emotiva, l’Escolzia diventa un buon sostegno nei momenti di maggiore affaticamento nervoso. La sua azione sedativa offre beneficio anche in caso di dolori muscolari, tensioni localizzate nella zona del collo e delle spalle in cui lo stress produce irrigidimento.
  • spasmi intestinali: l’Escolzia è consigliata anche per chi soffre di meteorismo o aria nella pancia perché ne riduce la formazione e soprattutto rilassa le pareti del colon in caso di eccessiva contrazione, calmando gli spasmi dolorosi. Rallenta la peristalsi intestinale, grazie alla chelidonina presente al suo interno, che ha un’azione antispastica e antidolorifica.

Controindicazioni dell’Escolzia

Smettiamo di pensare alle piante officinali come a blandi rimedi naturali che non sempre fanno effetto! Non è così e non ci stancheremo di ricordarlo. L’Escolzia come altri rimedi vegetali utili per la nostra salute, presenta controindicazioni che è bene conoscere e tenere a mente.

Viste le sue spiccate proprietà rilassanti è sconsigliata per persone che assumono farmaci a seguito di ipotensione ed aritmie, perché possono interagire con essi. L’Escolzia può indurre infatti il battito cardiaco a rallentare e quindi può portare ad un abbassamento ulteriore della pressione. Se ne sconsiglia l’uso anche in caso di utilizzo concomitante di ansiolitici, farmaci antidepressivi o sonniferi. È infine da evitarne l’uso in caso di gravidanza e allattamento.

Se non riesci a dormire bene

Se anche tu non riesci a dormire bene, leggi questo articolo. L’Escolzia può fare al caso tuo assunta all’interno di un integratore alimentare per il riposo notturno. Attenzione come sempre a leggere bene la lista ingredienti nell’etichetta dell’integratore, per scegliere un estratto secco titolato piuttosto che la semplice pianta polverizzata. L’estratto secco titolato garantisce una quantità certa di uno specifico principio attivo: è quindi sempre più efficace!

E-book Salugea I segreti di un riposo perfetto

 

Ultimo aggiornamento il: 10/12/2018

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il 22/09/16 10.45

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 30/08/2018

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Insonnia in gravidanza Tra poco diventerai mamma, quando hai scoperto la notizia quasi non riuscivi a crederci, ma è propri...
Come riuscire a dormire bene la notte Riposa meglio allontanando ansia e stress in modo naturale I ritmi di oggi sono molto frenetici per...
Dormire poco fa male? Vediamo cosa succede al nostro fisico se non si dorme Sono le 9. Hai iniziato a lavorare da poco ma già pensi a quando andare a prendere il caffè, il terz...
Insonnia in menopausa: rimedi naturali per dormire bene la notte Un'altra faticosa giornata di lavoro è finita. Tuo marito dorme già da un po' sdraiato sul divano (b...
Valeriana: ha controindicazioni ed effetti collaterali? La valeriana è una pianta officinale che viene utilizzata per le sue spiccate proprietà sedative, ca...
Valeriana in capsule o compresse: ecco la più efficace Stai cercando valeriana in capsule o compresse? In questo articolo ti guidiamo ad una scelta consape...