Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Fastidi articolari? Liberati dalle tossine!

Perché così tante persone, di differente età e tipologia, sempre più diffusamente soffrono di fastidi articolari di tipo reumatico?
La risposta risiede nei moderni stili di vita, che generalmente favoriscono il trattenimento tossinico, ovvero la difficoltà dell’organismo a depurarsi dalle scorie e la tendenza ad accumulare così le tossine nei tessuti.

torcicollo

Le cause del trattenimento tossinico sono molteplici, tra le quali emergono per importanza cattive abitudini alimentari, limitata attività fisica, stress e tensione nervosa.

Alimentazione che provoca stress tossinico

Al giorno d’oggi facciamo grande ricorso a cibi conservati, preconfezionati o precotti. La nostra dieta quotidiana è inoltre troppo ricca di latticini, carni rosse e carboidrati raffinati: tutti fattori che favoriscono un pH troppo acido dei liquidi corporei, condizione che provoca e mantiene uno stato di ristagno di tossine organiche.

Anche il consumo di vegetali derivati da coltivazioni intensive che ricorrono sistematicamente a concimi chimici, pesticidi ed ormoni incrementa lo stress tossinico del nostro organismo.

Attività fisica per evitare i fastidi articolari

L’esercizio fisico, per apportare effettivi benefici all’intero organismo, va svolto con moderazione e con regolarità. A causa dei ritmi frenetici del nostro tempo, troppo spesso l’attività fisica viene invece svolta in maniera estemporanea ed intensa, aumentando così la presenza dei radicali liberi nell’organismo e il suo stato di acidosi.

Il ruolo dello Stress

Lo stress e la tensione nervosa giocano a loro volta un ruolo importante nell’accentuare il fenomeno del trattenimento tossinico. L’energia così sottratta all’organismo dall’impegno psico-emotivo riduce l’efficienza degli organi depurativi e permette la stagnazione tossinica sistemica.

Conseguenze sulle articolazioni

Il risultato complessivo nel lungo termine di questi fattori è un accumulo di tossine e radicali liberi a danno del buon funzionamento degli organi di drenaggio e depurazione, quali reni, intestino, fegato, polmoni e pelle: la situazione generale dell’organismo peggiora quindi velocemente.

Quando l’organismo non riesce a smaltire correttamente le tossine, si instaurano fenomeni infiammatori a livello di organi ed apparati: le manifestazioni infiammatorie sono in realtà una forma di difesa delle cellule dell’organismo da loro attivata quando si trovano imprigionate in un ambiente eccessivamente inquinato dalle tossine.

Se lo stato infiammatorio non si placa entro breve tempo, diventa di natura cronica, portando ad un progressivo danneggiamento del tessuto interessato. E’ in questo contesto che esplodono senza preavviso infiammazioni acute e notevolmente dolorose a carico delle articolazioni.

Dobbiamo dunque comprendere che i tessuti ossei, cartilaginei, tendinei e legamentosi sono tessuti viventi di tipo connettivo il cui stato di salute dipende direttamente dal benessere delle cellule che li sostengono e li alimentano.

Intossicazioni ed infiammazioni avvelenano a tutti gli effetti l’apparato osteo-articolare, che va incontro ad un decadimento degenerativo costante e progressivo, che è di fondamentale importanza limitare ed arrestare.

Dolore infiammatorio articolare – Come fare?

Non commettiamo l’errore di voler semplicemente “spegnere” il dolore assumendo solo antidolorifici ed antinfiammatori. Il problema va risolto alla fonte. Ecco i quattro step consigliati:

PREVENZIONE

1. Facciamo attenzione a quel che mangiamo, evitando il consumo eccessivo di cibi troppo grassi, zuccheri raffinati, latticini e formaggi, carni rosse e cibi preconfezionati ricchi di conservanti. Scegliamo di mangiare più frutta e verdura di origine biologica. Beviamo molta acqua fresca fuori dai pasti.

2. Pratichiamo moderata attività fisica ogni giorno. Anche il semplice camminare all’aria aperta fa molto bene alla salute (almeno mezz’ora al dì), migliorando il drenaggio tossinico oltre a favorire il rilassamento delle tensioni nervose.

3. Aiutiamo l’organismo a depurarsi assumendo con costanza fitoterapici naturali (es. a base di Verga d’Oro, Ortica, Betulla e Frassino), dalle proprietà drenanti e depurative da tossine e radicali liberi (Scopri come ti può aiutare Diuresan Salugea»).

RIMEDI NATURALI

4. Quando necessario rivolgiamoci ad un integratore per le articolazioni vegetale che agisca alla radice del problema ed in modo integrato, velocemente e senza effetti collaterali, rispettando e sostenendo il riequilibrio naturale delle strutture articolari. (Scopri come ti può aiutare Sanaos Salugea »)

Sanaos integratore per legamenti e articolazioni

Ultimo aggiornamento il: 13/10/2021

Scritto da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il

Fiori commestibili: nuovi alimenti ricchi di proprietà e di gusto Negli ultimi tempi si sta aprendo una nuova frontiera nel campo dell’alimentazione, quella dei fiori...
Tofu come cucinarlo: 3 ricette facili e gustose Il tofu è un alimento di origine asiatica, molto simile a un formaggio tenero, ottenuto dalla cagl...
Artiglio del diavolo: compresse o capsule? Ecco come scegliere Se hai deciso di affidarti all’Artiglio del Diavolo per favorire il benessere e la funzionalità ar...

Tags: ,

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento