Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Cervicale? Ecco come dormire!

come dormire se hai fastidi alla Cervicale

La cervicale di notte non ti fa dormire? Ti giri e rigiri nel letto alla ricerca di una posizione che possa alleviare i fastidi e non c’è niente da fare? Ogni mattina dopo aver dormito ti svegli con più fastidi di quando sei andato a dormire? In quest’articolo ti daremo qualche utile consiglio per spezzare questo circolo vizioso e ti faremo scoprire come riuscire a dormire sereno e beato anche con i fastidi alla cervicale!

Ecco l’indice degli argomenti che avrai modo di approfondire leggendo l’articolo:

E le sorprese che abbiamo in serbo per te non finiscono mica qui, sai? Per chi come te è alla ricerca del segreto per dormire come un ghiro la notte, abbiamo preparato una guida gratuita intitolata “I segreti di un riposo perfetto”. Si tratta di un e-book completo, dettagliato e soprattutto pratico, perché che in sole 10 mosse ti svelerà come migliorare il riposo notturno ed evitare i fastidiosi risvegli notturni. Puoi scaricarla qui sotto:

Scarica l’eBook gratuito: I segreti di un riposo perfetto! (pdf)

Bene, ora che anche tu hai la guida gratuita Salugea possiamo riprendere da dove avevamo lasciato e scoprire cos’è la cervicale e perché ogni tanto dà così fastidio.

Cos’è la cervicale e perché ogni tanto dà fastidio

La cervicale è una struttura anatomica molto complessa e delicata. È formata da sette vertebre, dette appunto cervicali, indicate con le sigle da C1 a C7.

È possibile suddividere ulteriormente le sette vertebre cerebrali in due sezioni:

  • vertebre della cervicale superiore (da C1 a C2)
  • vertebre della cervicale inferiore (da C3 a C7)

Oltre che dalle vertebre, la zona cervicale è formata anche da diversi muscoli, tendini e legamenti, la cui funzione è quella di tenere ben salda la testa e permetterle un certo grado di movimento. I movimenti che fa la zona cervicale sono: flessione, rotazione ed estensione.  Chi soffre di rigidità cervicale ha problemi a estendere e ruotare il collo.

Ora voglio raccontarti una piccola curiosità.

La prima vertebra cervicale C1 è nota anche come Atlante. Ti ricorda niente questo nome? Si tratta di un richiamo al personaggio mitologico Atlante, costretto da Zeus, il padre degli Dei, a sostenere il peso dell’intera volta celeste. Una punizione per averlo tradito e aver stretto un’alleanza con il figlio Crono.

Una funzione simile a quella svolta da Atlante la fa anche la nostra vertebra C1, adibita a sostenere il peso della testa, che, se non lo sai, è la parte più pesante del nostro corpo.

Come hai avuto modo di leggere poco fa, oltre alle vertebre e ai muscoli nel rachide cervicale sono presenti anche diversi tendini e legamenti.

Ecco perché quando sentiamo dolore o fastidio lungo la zona cervicale non è semplice capirne la causa (muscolare o tendinea), o l’esatta localizzazione. Non è inusuale, poi, che con il passare del tempo e se non trattato, il dolore alla cervicale da localizzato possa irradiarsi anche ad altre zone come spalle e arti superiori e trasformarsi in un dolore diffuso. Chi soffre di fastidi alla cervicale può infatti lamentare anche una certa difficoltà a muovere le spalle.

Se può esserti di aiuto saperlo:  ortopedico e fisiatra sono gli specialisti a cui rivolgersi per avere una diagnosi e valutare il trattamento più idoneo a contrastare il dolore alla cervicale.

Tra i fastidi più comuni a carico della zona cervicale abbiamo:

  • sensazione di tensione muscolare
  • vertigini
  • mal di testa
  • torcicollo
  • acufeni
  • difficoltà a dormire (ed è questo il fastidio che ci interessa di più!)

Ora devi sapere una cosa, non sempre il dolore alla cervicale dipende da un trauma o da un disturbo sottostante.

Il collo è una zona in cui spesso e volentieri somatizziamo i nostri disagi

Basta una situazione di stress a cui mal ci adattiamo che in men che non si dica sono subito pronti ad affiorare dolore, rigidità e fastidi alla cervicale. È capitato anche a te?

In quest’articolo ti daremo qualche consiglio proprio per trovare sollievo da questo tipo di fastidi.

Le posizioni da adottare per dormire riducendo la sensazione d fastidio al collo

Quando si soffre di fastidi alla cervicale per dormire bene è importante anche adottare una posizione adeguata.

Esistono, infatti, posizioni che possono accentuare la tensione e la rigidità muscolare, come ad esempio: dormire a pancia in giù o in posizione fetale. Si tratta di posizioni sconsigliate perché costringono i muscoli del collo in una posizione non naturale.  Ricorda che quando si soffre di dolori alla cervicale è importante, quando si dorme, mantenere sempre collo e spalle ben allineati.

Molto meglio, quando si soffre di fastidi alla cervicale, dormire a pancia in su o di lato e sostenere la testa con un apposito cuscino. Ne esistono di specifici per il sostegno della zona cervicale. Ti è già capitato di utilizzarli?

All’inizio non sono comodissimi, ma basta dare al corpo il tempo per abituarsi per non riuscire più a farne a meno!

Se fai un lavoro che ti costringe molte ora al PC e hai spesso la zona cervicale in tensione, ti consiglio, prima di andare a dormire di fare qualche esercizio di stretching.

Gli estratti vegetali per allentare le tensioni mentali e cervicali

In natura esistono diversi estratti vegetali dall’azione calmante e rilassante e tra questi c’è l’Escolzia, che trovi, insieme agli estratti vegetali di Valeriana, Luppolo e Tiglio, nella formulazione 100% naturale di Serena Notte Salugea. La loro azione sinergica è stata pensata e formulata per garantisce all’organismo un pieno sostegno durante il riposo notturno e per migliorare la qualità del sonno.

Ma torniamo alla nostra Escolzia.

L’Escolzia è una pianta appartenente alla famiglia delle papaveracee e i suoi principi attivi naturali sono: alcaloidi, escolzina e flavonoidi che conferiscono alla pianta una spiccata azione sedativa1 e ansiolitica.

Agisce sul sistema nervoso centrale e anche su quello periferico perché allevia gli spasmi muscolari.  Per questo motivo può rivelarsi un valido aiuto in caso di fastidi quali:

  • agitazione
  • ansia
  • stress
  • difficoltà a dormire
  • disturbi di origine somatica
  • fastidi muscolo tensivi

Grazie all’azione di questo rimedio le incombenze giornaliere ti sembreranno più leggere e il tuo collo non dovrà più sopportare il loro peso.

Non ti resta che provare e raccontarci la tua esperienza nei commenti!

Spero che l’articolo ti abbia fornito qualche utile consiglio su come dormire meglio malgrado la cervicale e se hai bisogno di un consiglio in più non esitare a scriverci!

Serena Notte Integratore

Ultimo aggiornamento il: 30/03/2022

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 30/03/2022

Sonno poco profondo: significato e rimedi naturali Ti capita spesso di svegliarti più stanco di prima e di avere difficoltà di concentrazione durante...
Le fasi del sonno: come e quanto dormiamo Lo sapevi che quando dormi il cervello attraversa ben 4 fasi? Fino ad ora hai sentito parlare solo d...
Gocce per dormire: a cosa fare attenzione Se è già da un po’ che non riesci a dormire, o vivi nella preoccupazione di non riuscire ad addorm...

Tags: , , ,

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

NOTE E BIBLIOGRAFIA

1 Fedurco M, Gregorová J, Šebrlová K, et al. ModulatoryEffects of EschscholziacalifornicaAlkaloids on Recombinant GABAA Receptors. Biochem Res Int. 2015;2015:617620. doi:10.1155/2015/617620