Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Succo di sambuco: quello 100% puro si fa così

Il succo di sambuco è molto conosciuto, a differenza di quello di aronia o di olivello spinoso.
Un po’ è merito del fatto che il sambuco è una pianta che cresce anche nel nostro Paese; un bel po’ è merito del fatto che il succo di sambuco ha davvero tante proprietà benefiche per il nostro benessere. A cosa serve? Be’, è ottimo in caso di:

  • raffreddature, muco di naso, gola e bronchi perché fluidifica le secrezioni;
  • intestino pigro, perché regolarizza il transito intestinale;
  • inestetismi della cellulite e ritenzione idrica, perché stimola la diuresi.

Inutile dirti che sul mercato trovi tanti integratori al sambuco. Quale scegliere? Come riconoscere un succo di sambuco davvero efficace? Te lo spieghiamo qui. A fine articolo saprai riconoscere un succo puro di sambuco a colpo d’occhio!

il Succo di sambuco

Succo e sciroppo di sambuco: le differenze

Cominciamo dall’ABC. Molte persone confondono lo sciroppo di sambuco con il succo di sambuco. Sono due prodotti diversi. Lo sciroppo di sambuco è una bevanda famosa soprattutto in Trentino, e viene consumato durante la stagione estiva perché molto dissetante. Lo sciroppo si ottiene dalla macerazione dei fiori di sambuco. Al composto, di solito, si aggiungono per ogni litro di acqua: il succo di 3 limoni, almeno 2 kg di zucchero, l’acido citrico.

Il succo di sambuco, invece, è un integratore che si ottiene dalla spremitura delle bacche di sambuco, non dalla macerazione dei fiori. Inoltre, non ha zuccheri aggiunti e non è allungato con acqua o acido citrico. Ecco perché solo il succo di sambuco 100% puro ti garantisce l’assunzione di antiossidanti e vitamine naturalmente presenti nelle sue bacche.

Sciroppo e succo di sambuco

Ora conosci la differenza tra lo sciroppo e il succo di sambuco, e sai anche che se vuoi un integratore e non una bevanda devi acquistare il secondo.

Come riconoscere un succo di sambuco puro a prima vista

Qui ti diamo 5 dritte per riconoscere a colpo d’occhio un succo di sambuco 100% puro:

  • 1) Leggi bene l’etichetta. Deve esserci scritto: spremitura a freddo. Solo questa speciale spremitura assicura che i nutrienti delle bacche siano integri e non danneggiati dal calore.
  • 2) Sull’etichetta deve esserci scritto anche pastorizzazione flash. Questo processo elimina la carica batterica in soli 30 secondi. La pastorizzazione standard, invece, impiega anche 30 minuti! Una lavorazione così lunga danneggia la qualità dell’integratore.
  • 3) Occhio alla bottiglia. Deve essere di vetro scuro: lo protegge dalla luce, ed è sinonimo di grande attenzione per la qualità e la naturalità.
  • 4) Agita la bottiglia e poi lascia riposare il succo per qualche secondo. Il succo deve rimanere omogeneo. Se vedi due liquidi separati, significa che l’integratore è stato allungato con acqua o altri liquidi.
  • 5) Non devi vedere pezzetti, anche piccoli, di buccia o polpa. All’interno della bottiglia deve esserci solo succo omogeneo.

Fai tutte queste prove con il Succo di Sambuco Salugea. Gira e agita la bottiglia quanto vuoi. Potrai vedere con i tuoi occhi che il prodotto è 100% puro, perché al suo interno trovi solo succo di sambuco. Non c’è altro: zero zuccheri aggiunti, zero acido citrico, zero coloranti o conservanti, zero antifermentativi.

Ecco i valori nutrizionali del Succo di Sambuco Salugea.

Valori nutrizionali succo di sambuco Salugea

Dove acquistare il succo di sambuco? E qual è il prezzo? Puoi comprare il Succo di Sambuco Salugea online, ti basta assumerne dai 25 ai 50 ml al giorno (la bottiglia contiene 500 ml). Puoi berlo puro o diluito, meglio se lontano dai pasti.

Una volta aperta la bottiglia ti consigliamo di riporla in frigorifero, proprio perché l’integratore non contiene conservanti.

Lo sciroppo di sambuco si può preparare anche in casa, il succo di sambuco proprio no. Per produrre un integratore puro servono macchinari speciali. Vieni a fare un giro con noi nel nostro reparto produzione!

Come produciamo il Succo di Sambuco Salugea

Appena le bacche raggiungono i nostri stabilimenti vengono lavate solo con acqua. Niente detergenti o disinfettanti. Una volta asciutte, le bacche subiscono una prima spremitura, in cui vengono solo schiacciate per far uscire il succo.

Il composto passa all’interno del mulino colloidale, uno speciale mulino che sminuzza le bacche, senza mai superare i 20° C, fino a ottenere particelle colloidali, microparticelle che si mescolano perfettamente con i liquidi. Ecco perché nel nostro integratore non trovi pezzi di polpa che galleggiano, ma solo molecole che vengono facilmente assorbite dall’intestino e che non appesantiscono la digestione.

A questo punto il succo passa alla fase di doppia miscelatura, dove vengono estratti tutti i principi attivi della parte interna della buccia e della polpa; da qui si arriva alla fase di omogeneizzazione, dove ci assicuriamo che le particelle colloidali abbiamo tutte la stessa “grandezza”, così da poter essere ben assorbite al meglio dal tuo organismo, per trarne il massimo beneficio.

Finito questo processo, vengono eliminati gli scarti e si passa alla pastorizzazione flash. Il succo viene portato a una temperatura di 92° per solo 30 secondi. Questo sbalzo termico elimina i batteri velocemente, non deteriora i nutrienti e ci permette di non aggiungere antifermentativi all’integratore.

Il succo di sambuco è pronto. Non ci resta che conservarlo in bottiglie di vetro scuro di grado farmaceutico, distribuirlo nelle farmacie e nelle erboristerie e metterlo per te nella vetrina del nostro e-commerce salugea.com. Se lo acquisti online in circa 24/48 ore lavorative arriverà a casa tua. Prima o dopo l’acquisto, puoi contattare sul sito un nostro naturopata per qualsiasi domanda.

Prova il Succo di Sambuco Prima Qualità Salugea contro malanni stagionali, irregolarità intestinale e cellulite. 3 benefici con un solo integratore 100% naturale.

Ultimo aggiornamento il: 11/01/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

Scritto da:

Dott.ssa Elena De Pascalis
Redazione Salugea

il 11/01/2019

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 11/01/2019

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Vitamina D Devi sapere che nella stagione fredda ci ammaliamo di più anche perché ci manca, con più probabili...
Succo di Acerola: guida alla scelta Le bacche di acerola sono dei piccoli scrigni di vitamina C. Pensa che questo frutto sudamericano va...
Succo di Aloe Vera: scopri le proprietà Cleopatra la usava per i suoi bagni di bellezza, i romani per aiutare la cicatrizzazione delle ferit...
Succo di Melograno: proprietà Le donne ateniesi ne mangiavano i semi per diventare più prosperose; tra i romani c’era l’usanza di ...
Succo di noni: dove si compra Hai letto delle molteplici proprietà del succo di Noni, ma non sai quale scegliere e dove si compra?...
Tipi di Aloe Vera Se sei arrivato a questo articolo hai sentito parlare dell’Aloe, delle sue proprietà e di quanto è b...