Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Come depurare i reni in maniera naturale

come depurare i reni

I reni sono degli organi fondamentali per l’organismo e se stai considerando l’idea di prendertene cura attivamente posso dirti che è un’ottima scelta per il benessere di tutto il tuo organismo. In questo articolo trovi consigli su come depurare i reni in maniera naturale e una breve spiegazione sul quando e il perché depurarli.

Perché il benessere dei reni è così importante per l’organismo?

I reni sono organi relativamente piccoli, circa come un pugno, ma estremamente importanti per l’organismo. Si occupano infatti di filtrare il sangue e mantenere stabile il suo pH, mantenere l’equilibrio dell’acqua e dei sali nell’organismo ed infine eliminare sostanze di scarto.

Sono instancabili, lavorano continuamente tutto il giorno filtrando circa 170/180 litri di liquidi al giorno.

Se questi organi non lavorano come dovrebbero buona parte delle scorie non vengono eliminate ma rimangono nel circolo sanguigno creando problemi agli altri organi e tessuti.

Quando e perché depurare i reni

Per capire quando e perché i nostri reni hanno bisogno di un sostegno e di essere depurati, basta passare alla lente d’ingrandimento il nostro stile di vita.

Le cause che più li affaticano sono:

  • Bere poca acqua durante il giorno
  • La brutta abitudine di trattenere a lungo la pipì
  • L’utilizzo eccessivo di sale nell’alimentazione
  • Il consumo eccessivo di proteine animali e di alimenti confezionati che contengono conservanti, coloranti e altri additivi alimentari
  • Utilizzo prolungato di farmaci
  • Elevati valori di pressione sanguigna

Avere la percezione che i nostri reni possano essere in difficoltà non è semplice. Per esempio, se il tuo intestino sta così così te ne accorgi subito, in questo caso invece è più difficile. Ecco perché è importante prendersene cura quotidianamente anche se sembra che tutto vada bene.

P.S.: è importante fare analisi del sangue e delle urine periodiche per verificare che sia tutto nella norma 😉

Come depurare i reni con rimedi naturali

Di questi tempi ci si dà tanta pena per l’aspetto esteriore ma si pensa abbastanza anche a quello interiore?

Gli organi interni sono ciò che ci permette di essere in salute e belli anche fuori, quindi è importantissimo averne la giusta cura.

Cosa si può fare per i reni? Ecco a te qualche consiglio per depurarli in maniera naturale!

Buone abitudini alimentari per il sostegno dei reni

  1. Iniziare la tua giornata con un bicchiere di acqua tiepida, un cucchiaino di olio d’oliva e qualche goccia di limone. L’acqua calda favorisce il risveglio dei reni dopo il digiuno notturno. Olio d’oliva e limone invece apportano antiossidanti ed hanno proprietà antiinfiammatorie1-2-3;
  2. Bere a sufficienza durante il giorno, mediamente 2 litri di acqua. Bere troppo poco infatti rende difficoltosa l’eliminazione delle scorie mentre bere troppo sovraccarica i reni che devono filtrare un volume maggiore di liquidi;
  3. Seguire una dieta depurativa, scegliendo alimenti ricchi di acqua e dalle facoltà depurative come sedano, cipolla, finocchio. Un ottimo metodo per introdurre frutta e verdura con questa azione sono i centrifugati detox;
  4. Limitare il consumo di alimenti ricchi di zucchero, sale, grassi animali.
  5. Evitare cibi confezionati ricchi di conservanti e coloranti. Per l’organismo queste non sono altro che tossine in più che poi dovrà smaltire. Fegato e reni ne pagano le conseguenze!

Integratori alimentari naturali a base di erbe drenanti e depurative

Un’altra cosa che puoi affiancare alle buone abitudini alimentari, sono gli integratori a base di erbe utili per il sostegno del benessere dei reni, come Diuresan Salugea.

Eccoti alcune piante drenanti, depurative e amiche delle vie urinarie!

Pilosella per il drenaggio dei liquidi corporei

pilosella quale comprare

La Pilosella è una pianta perenne di montagna utilizzata dalle popolazioni locali per numerosi rimedi naturali. Ad oggi le proprietà riconosciute ufficialmente sono il drenaggio dei liquidi corporei e la promozione della fluidità delle secrezioni bronchiali, attribuite esclusivamente alla parte erbacea della pianta4.

L’azione diuretica e drenante è legata alla ricca presenza di flavonoidi, tannini e triterpeni e si traduce nella promozione della formazione dell’urina e nell’eliminazione di residui azotati, cloruri e acidi urici5.

Betulla dall’azione drenante

Betulla

La Betulla forse non ti è nuova come pianta drenante. Infatti è facile trovarla come tisana o infuso sia al supermercato che in erboristeria, proprio con l’indicazione di drenante. Se vuoi utilizzarla ti consiglio però l’estratto secco titolato! Forma di lavorazione più efficace e di qualità superiore.

In questo caso sono le foglie a vantare proprietà come il drenaggio dei liquidi corporei, il sostegno della funzionalità delle vie urinarie e la depurazione dell’organismo6.

Frassino per drenare liquidi in eccesso

Frassino per i reni

Forse non lo sapevi ma anche il Frassino è utile per il benessere delle vie urinarie e per drenare liquidi in eccesso7-8. In passato il suo fogliame veniva anche usato per alimentare il bestiame in quanto molto ricco di nutrienti. Oggi le foglie vengono utilizzate negli integratori alimentari proprio per la loro azione drenante e sudorifera.

Uva ursina per il benessere delle vie urinarie

Uva ursina

L’uva ursina è ormai molto famosa quando si parla di benessere delle vie urinarie. La parte che porta maggior beneficio però sono le foglie e non i frutti come ci porterebbe a pensare la nostra mente alla parola “uva”.

Uno studio scientifico9 condotto in Francia su ratti ha valutato gli effetti dell’uva ursina e di altre piante sul tratto urinario ed è emerso che tutte le piante prese in esame hanno prodotto un incremento del flusso dell’urina.

Dunque anche l’uva ursina si è rivelata utili nel drenaggio, azione riconosciuta ufficialmente anche dal Ministero della Salute.

Un altro aspetto che caratterizza le foglie di Uva ursina è la ricchezza di arbutina. Questa molecola, dopo essere stata metabolizzata, è in grado di arrivare alla vescica ed espletare un’azione antibatterica10, ecco perché viene subito presa in considerazione per la protezione delle vie urinarie.

Cranberry (mirtillo rosso americano) dall’azione antiossidante

succo di mirtillo rosso americano bio

Il mirtillo rosso americano è ricchissimo di componenti attive11 come:

  • Proantocianidine
  • Flavonoidi
  • Tannini
  • Vitamina E
  • Betacarotene

Tutti questi elementi lo rendono un super alleato per il drenaggio dei fluidi, per sostenere le vie urinarie, per svolgere una protezione antiossidante.

Quindi un’altra buona abitudine, per sostenere la funzionalità renale e in generale il benessere di tutto il tratto urinario, è quella di fare cicli periodici con integratori alimentari per la depurazione e integratori per il benessere delle vie urinarie.

Puoi trovare gli estratti secchi titolati di Pilosella, Betulla, Frassino insieme a quelli di Ibisco e Ortosiphon all’interno dell’integratore Diuresan Formula Potenziata. Questa sinergia è utile per eliminare liquidi e tossine in eccesso.

integratore drenante

Gli estratti di Uva ursina e Cranberry puoi trovarli insieme al D-mannosio e ai semi di Pompelmo nell’integratore Sanuril Formula Potenziata. Questo mix naturale è utile per il benessere completo e la protezione delle vie urinarie.

Puoi tranquillamente fare cicli periodici utilizzandoli insieme 😉

Sauna e sport per il supporto della funzionalità renale

Il sudore è un mezzo fondamentale per espellere tossine e liquidi in eccesso. Il fenomeno della sudorazione alleggerisce il lavoro dei reni che in questo modo dovranno filtrare un volume minore di liquido e soprattutto espellere meno tossine.

Per stimolare questa attività ci sono due strade: l’attività fisica e la sauna.

L’attività fisica ovviamente deve essere la prima scelta, sia per il benessere dei reni che di quello di tutto l’organismo. È fondamentale per uno stile di vita davvero sano.

La sauna magari puoi concedertela ogni tanto anche come coccola e relax, a meno che tu non sia tanto fortunato da averla in casa o nella palestra in cui vai abitualmente e quindi puoi sfruttarla più spesso 😉

Riflessologia plantare per il benessere dei reni

La riflessologia plantare è una tecnica di microstimolazione attraverso il massaggio di precise aree della pianta dei piedi e talvolta delle mani. È una tecnica molto antica utilizzata in Cina già nel 5000 a.C.

Puoi sfruttare questa tecnica per esempio ai cambi di stagione o quando senti che stai trattenendo tanti liquidi. Stimolando infatti le aree corrispondenti ai reni e all’apparato urinario potrai favorirne il benessere e la funzionalità. Ovviamente affidati sempre ad un professionista esperto e manifesta le tue esigenze!

Sanuril Integratore per la cistite

Ultimo aggiornamento il: 05/09/2022

Scritto da:

Dott.ssa Miriana Fabbri
Biologa

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 05/09/2022

Detox: significato e pratiche consigliate Qual'è il significato di detox? La parola detox è l’abbreviazione della parola inglese detoxing ch...
Centrifugati detox: curiosità e ricette Avrai sicuramente sentito parlare dei centrifugati detox come uno dei rimedi a cui ti puoi affidare ...
Nuove scoperte: microplastiche nel sangue Negli ultimi due anni l’argomento “inquinamento ambientale”, in particolare legato alle microplastic...

Tags: , , , ,

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

NOTE E BIBLIOGRAFIA

1Cicerale S, Lucas L, Keast R. Biological activities of phenolic compounds present in virgin olive oil. Int J Mol Sci. 2010 Feb 2;11(2):458-79. doi: 10.3390/ijms11020458. PMID: 20386648; PMCID: PMC2852848.

2Gorzynik-Debicka M, Przychodzen P, Cappello F, Kuban-Jankowska A, Marino Gammazza A, Knap N, Wozniak M, Gorska-Ponikowska M. Potential Health Benefits of Olive Oil and Plant Polyphenols. Int J Mol Sci. 2018 Feb 28;19(3):686. doi: 10.3390/ijms19030686. PMID: 29495598; PMCID: PMC5877547.

3Parhiz H, Roohbakhsh A, Soltani F, Rezaee R, Iranshahi M. Antioxidant and anti-inflammatory properties of the citrus flavonoids hesperidin and hesperetin: an updated review of their molecular mechanisms and experimental models. Phytother Res. 2015 Mar;29(3):323-31. doi: 10.1002/ptr.5256. Epub 2014 Nov 13. PMID: 25394264.

4Willer J, Zidorn C, Juan-Vicedo J. Ethnopharmacology, phytochemistry, and bioactivities of Hieracium L. and Pilosella Hill (Cichorieae, Asteraceae) species. J Ethnopharmacol. 2021 Dec 5;281:114465. doi: 10.1016/j.jep.2021.114465. Epub 2021 Aug 3. PMID: 34358652.

5EMA European Medicines Agency – Assessment report on Hieracium pilosella L., herba (pdf).

6Rastogi S, Pandey MM, Kumar Singh Rawat A. Medicinal plants of the genus Betula–traditional uses and a phytochemical-pharmacological review. J Ethnopharmacol. 2015 Jan 15;159:62-83. doi: 10.1016/j.jep.2014.11.010. Epub 2014 Nov 18. PMID: 25449458; PMCID: PMC7126499.

7Eddouks M, Maghrani M, Zeggwagh NA, Haloui M, Michel JB. Fraxinus excelsior L. evokes a hypotensive action in normal and spontaneously hypertensive rats. J Ethnopharmacol. 2005 May 13;99(1):49-54. doi: 10.1016/j.jep.2005.01.050. PMID: 15848019.

8Kostova I, Iossifova T. Chemical components of Fraxinus species. Fitoterapia. 2007 Feb;78(2):85-106. doi: 10.1016/j.fitote.2006.08.002. Epub 2006 Nov 14. PMID: 17184933.

9Beaux D, Fleurentin J, Mortier F. Effect of extracts of Orthosiphon stamineus Benth, Hieracium pilosella L., Sambucus nigra L. and Arctostaphylos uva-ursi (L.) Spreng. in rats. Phytother Res. 1999 May;13(3):222-5. doi: 10.1002/(SICI)1099-1573(199905)13:3<222::AID-PTR447>3.0.CO;2-P. PMID: 10353162.

10Zhou H, Zhao J, Li A, Reetz MT. Chemical and Biocatalytic Routes to Arbutin. Molecules. 2019 Sep 11;24(18):3303. doi: 10.3390/molecules24183303. PMID: 31514332; PMCID: PMC6766929.

11Skrovankova S, Sumczynski D, Mlcek J, Jurikova T, Sochor J. Bioactive Compounds and Antioxidant Activity in Different Types of Berries. Int J Mol Sci. 2015 Oct 16;16(10):24673-706. doi: 10.3390/ijms161024673. PMID: 26501271; PMCID: PMC4632771.

Actaplantarum.org: Fraxinus excelsior L.

F.I.R. (Fondazione Italiana del Rene): Principali condizioni di rischio per lo sviluppo di una malattia renale.