Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Ortosiphon: descrizione della pianta, utilizzi e proprietà

ortosiphon

Ortosiphon: è un nome che non si sente tanto spesso e non è nemmeno tanto semplice da pronunciare, ma dietro alla forma si cela una pianta dalle proprietà davvero interessanti, che qui potremo conoscere meglio.

Ortosiphon: presentazione della pianta

Il nome scientifico è Orthosiphon aristatus, o anche Orthosiphon stamineus e appartiene la famiglia delle Lamiaceae.

È una pianta tipica del Sud-Est asiatico, la troviamo soprattutto in Indonesia, nello specifico sull’Isola di Giava, e si presenta sotto forma di piccolo alberello, sempre verde, con foglie dalla forma seghettata e caratteristici fiori bianchi e lilla.

Per via della sua provenienza, l’Ortosiphon viene chiamato anche Tè di Giava e, soprannome ancora più simpatico, Baffo di Gatto, per la struttura particolare in cui si presenta.

Di tutta la pianta, per le preparazioni ad uso fitoterapico vengono usate le foglie, particolarmente ricche di Sinensetina e di Acido rosmarinico, sui quali approfondiremo dopo.

Proprietà dell’Ortosiphon

All’interno del vasto mondo delle piante officinali, l’Ortosiphon è conosciuto grazie alle sue proprietà in grado di favorire il drenaggio dei liquidi in eccesso e promuovere il benessere e la funzionalità delle vie urinarie.

Ma non finisce qui: questa pianta nasconde davvero tante peculiarità, e la sua sfera d’ azione è molto ampia.

Infatti, una revisione scientifica1 molto interessante, ha elencato tutte le proprietà per cui l’Ortosiphon può essere ritenuto un prezioso alleato.

Vediamole insieme.

Ortosiphon e diuresi

L’Ortosiphon rientra tra le piante più utili per favorire il drenaggio dei liquidi che possono far fatica a fluire dal nostro organismo, causando gonfiori e pesantezza.

Le sue proprietà drenanti sono state citate anche da uno studio scientifico2, che ha osservato come l’estratto di Ortosiphon abbia aumentato la produzione e l’eliminazione di urina, nonché l’aumento della percentuale di sodio eliminato con la stessa.

Un’altra ricerca3 svolta sull’argomento ha valutato gli effetti dell’estratto di Ortosiphon in situazioni di iperuricemia, notando come fosse aumentato il volume delle urine eliminate e, allo stesso tempo, fosse diminuita la presenza di acido urico in circolo.

Utilizzi dell’Ortosiphon

L’Ortosiphon si presta bene sia per realizzare infusi drenanti impiegando il taglio tisana, sia con la forma in estratto secco titolato, utilizzabile all’interno di capsule e di più alta efficacia.

Infuso di Ortosiphon

Acquistando le foglie essiccate di Ortosiphon in erboristeria, possiamo aggiungerne un cucchiaio a 500 ml d’acqua precedentemente portata ad ebollizione e lasciarle in posa per circa 15 minuti.

L’infuso filtrato che ne otteniamo può essere sorseggiato durante la giornata, per favorire appunto la diuresi e la depurazione delle vie di allontanamento delle tossine.

Ricordiamo che gli infusi di erbe sono sempre di efficacia blanda rispetto agli integratori alimentari a base di estratti depurativi naturali, dove il principio attivo è presente in maggiore quantità.

Ortosiphon e integratori: una guida alla scelta

Attenzione all’etichetta! Negli integratori alimentari potrai trovare frequentemente l’Ortosiphon in una di queste forme:

  • Ortosiphon (Ortosiphon stamineus Benth) foglie polv.: pianta polverizzata senza indicazione di presenza di principio attivo. (scarsa qualità ed efficacia);
  • Ortosiphon (Ortosiphon stamineus Benth) foglie s.: estratto secco senza indicazione di presenza del principio attivo (buona qualità);
  • Ortosiphon (Ortosiphon stamineus Benth) foglie s. tit. …%: la titolazione indicata nella lista ingrediente in forma abbreviata “tit.” fornisce indicazione certa e costante dell’alta quantità di principio attivo (qualità e funzionalità eccellente);

Gli integratori alimentari è quindi bene che siano 100% naturali e ad alta titolazione, in modo da assumere una concentrazione di principio attivo significativa e sempre costante.

Troviamo l’Ortosiphon in estratto secco titolato, insieme ad altri ingredienti naturali dall’effetto drenante naturale, all’interno della formulazione di Diuresan Formula Potenziata di Salugea.

La sua formulazione è nata appositamente per favorire il drenaggio e la diuresi, e per andare in contro a chi vuole risolvere situazioni di ritenzione idrica.

integratore drenante

Ortosiphon e altre sue proprietà

L’Ortosiphon ha anche altre carte nella manica.

Secondo quando riportato da un lavoro pubblicato nel 20204, le foglie di Ortosiphon hanno dimostrato di avere interessanti proprietà, come quella antiossidante, oltre che a mostrare attività antibatteriche ed epatoprotettive.

Sempre in questo studio, è stato riportato nel dettaglio il meccanismo d’azione della Sinensetina, un attivo proprio dell’Ortosiphon.

Questa particolare molecola ha mostrato come possa ridurre il rilascio di istamina e quindi modulare la risposta infiammatoria, contribuendo ad un suo contenimento.

Le sorprese dell’Ortosiphon non sono ancora finite!

L’estratto di Ortosiphon contiene anche vari composti, tra cui i flavonoidi, alcuni derivati dell’Acido caffeico e i terpeni5.

Uno studio fatto su modelli animali5 si è concentrato in particolare sull’Acido rosmarinico e sulle sue proprietà.

Questo attivo appartiene alla classe dei flavonoidi e, in base a ciò che emerso da questo lavoro, manifesta proprietà antiossidanti, in grado quindi di neutralizzare l’azione dei radicali liberi.

Questa sua proprietà è stata monitorata valutando l’attivazione dei principali sistemi antiossidanti enzimatici.

In particolare si è visto che questi, in seguito all’apporto di Acido rosmarinico dell’Ortosiphon, venivano attivati in maniera inferiore, segno che i radicali liberi fossero neutralizzati da altre vie.

Per dirlo in parole più semplici:

è come se l’Acido rosmarinico facesse da spazzino antiossidante e ripulisca ciò che di dannoso trova sulla sua strada.

Dunque, l’Ortosiphon è una pianta dalle mille sfaccettature e, se parliamo di benessere e depurazione, merita di essere inserito nella lista dei nostri più cari amici!

Note e Bibliografia

1 Ameer OZ, Salman IM, Asmawi MZ, Ibraheem ZO, Yam MF. Orthosiphon stamineus: traditional uses, phytochemistry, pharmacology, and toxicology. J Med Food. 2012 Aug;15(8):678-90. doi: 10.1089/jmf.2011.1973. Epub 2012 Jun 25. PMID: 22846075.

2 Beaux D, Fleurentin J, Mortier F. Effect of extracts of Orthosiphon stamineus Benth, Hieracium pilosella L., Sambucus nigra L. and Arctostaphylos uva-ursi (L.) Spreng. in rats. Phytother Res. 1999 May;13(3):222-5. doi: 10.1002/(SICI)1099-1573(199905)13:3<222::AID-PTR447>3.0.CO;2-P. PMID: 10353162.

3 Arafat OM, Tham SY, Sadikun A, Zhari I, Haughton PJ, Asmawi MZ. Studies on diuretic and hypouricemic effects of Orthosiphon stamineus methanol extracts in rats. J Ethnopharmacol. 2008 Aug 13;118(3):354-60. doi: 10.1016/j.jep.2008.04.015. Epub 2008 Apr 22. PMID: 18602231.

4Han Jie L, Jantan I, Yusoff SD, Jalil J, Husain K. Sinensetin: An Insight on Its Pharmacological Activities, Mechanisms of Action and Toxicity. Front Pharmacol. 2021 Jan 20;11:553404. doi: 10.3389/fphar.2020.553404. PMID: 33628166; PMCID: PMC7898666.

5 Cai X, Yang F, Zhu L, Xia Y, Wu Q, Xue H, Lu Y. Rosmarinic Acid, the Main Effective Constituent of Orthosiphon stamineus, Inhibits Intestinal Epithelial Apoptosis Via Regulation of the Nrf2 Pathway in Mice. Molecules. 2019 Aug 21;24(17):3027. doi: 10.3390/molecules24173027. PMID: 31438521; PMCID: PMC6749311.