Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Pastiglie naturali per dormire: quali scegliere

“Con un poco di zucchero la pillola va giù”: chi non ricorda la strepitosa Mary Poppins quando cantava queste rime? Non saremo sicuramente bravi come lei ma quello che stai per leggere potrà sicuramente farti ritrovare un  po’ di serenità (senza bisogno di zucchero :)! Stiamo per entrare nel mondo di Morfeo, in particolare in quello delle pastiglie per dormire bene… Naturali!

Fermi un secondo: le pastiglie naturali per dormire funzionano? La regina di tutte le domande è sempre questa e a ben vedere dal momento che la salute è una cosa seria! La risposta è quella che tutti noi vorremmo sentire: sì le pastiglie naturali per dormire bene funzionano solo se…

La condizionale non te l’aspettavi, vero? Ecco le tre caratteristiche che devi sempre trovare in un buon prodotto naturale:

  • Lista degli ingredienti: Immagina di avere ospiti a cena e di voler preparare un dolce per concludere al meglio la serata. La prima cosa che fai è leggere gli ingredienti necessari, sceglierli e infine combinarli assieme nelle dosi indicate, giusto? Anche chi prepara le pastiglie naturali per dormire bene è un piccolo pasticcere e deve scegliere solo le erbe migliori per completare la sua opera. Per capire se il nostro pasticcere naturale ha svolto bene i suoi compiti basta cercare la lista degli ingredienti del nostro prodotto: è l’elenco di tutti i componenti dell’integratore elencati in senso di quantità decrescente. I primi che dobbiamo sempre trovare sono proprio le piante! Se tra i primi posti leggiamo nomi complicati è facile che si tratti di eccipienti, composti inerti che non hanno nessuna funzione fisiologica e sono necessari solo per le realizzazione tecnologica del prodotto, e in effetti ne bastano davvero pochi! Quindi prima regola: le piante sempre all’inizio della lista!
  • L’efficacia è tutta una questione di titolazione: appurato che il nostro pasticcere naturale abbia scelto soprattutto erbe e piante per la sua ricetta dobbiamo essere ancora più pignoli e guardare quanto estratto secco titolato è stato utilizzato di ogni pianta. Gli estratti secchi titolati sono la più alta e sicura forma di concentrazione di prodotto vegetale esistente e la dicitura da leggere è per esempio: Valeriana radice e.s. tit. 0,8% valerenici.
  • Aggiungi Serena Notte al carrello »
  • Capsula e flaconi sono così importanti? Seguendo il filo della pasticceria, (fortuna che all’inizio avevamo detto senza zucchero :P) immagina la capsula come una pasta frolla che racchiude gli ingredienti selezionati con tanta cura e il flacone come il contenitore di tutte queste bontà. Tralasciando l’acquolina in bocca, questo esempio ci fa capire quanto è importante che tutte le componenti di un prodotto siano perfette in termini di qualità. La capsula che contiene gli estratti secchi titolati deve essere vegetale: è la migliore in termini di qualità e naturalità. Anche questa la troveremo indicata in etichetta fra gli ingredienti (il nome tecnico di quella vegetale è: capsula in Idrossipropilmetilcellulosa). Infine il flacone. Saremo rigorosi anche su questo punto: scegli sempre flaconi in vetro scuro di grado farmaceutico, l’unico materiale in grado di preservare a lungo e al meglio i principi attivi contenuti nell’integratore.

Le piante che non devono mai mancare nelle pastiglie naturali per dormire. Ora che abbiamo istruito i nostri occhi a cercare le informazioni giuste è il momento di andare più nel pratico e individuare le erbe più efficaci per dormire bene. Ecco qui le quattro piante che ti faranno davvero tornare a godere di un buon riposo:

  • Valeriana: Tanto efficace quanto decorativa! Lo sapevi che in molti utilizzano questa pianta per ornare il proprio giardino? La valeriana è una pianta medicinale nota fin dai tempi antichi. Il suo nome deriva dal latino valere, che significa “star bene” e i medici dell’antica Roma la utilizzavano di frequente per curare crisi di nervi, stati di ansia e inquietudine. Nel corso dei secoli gli erboristi continuarono a prescriverla in casi di isterismo, insonnia e per abbassare la pressione. Molto conosciuta per le sue proprietà rilassanti, è da sempre la pianta in grado di favorire il sonno anche ai più resistenti! Deve la sua grande efficacia ai flavonidi, sostanze in grado di agire su palpitazioni cardiache, alleviare lo stress e l’ansia. Le sue caratteristiche sono tanto potenti quanto innocue: è la pianta che può essere data in tutta tranquillità anche ai bambini piccoli.
  • Escolzia: E’ il rimedio per le insonnie più resistenti. Grazie a protopina e criptopina – due principi attivi ad effetto sedativo – facilita la fase di addormentamento. La sua estesa tollerabilità, inoltre, promette un risveglio privo dell’intorpidimento tipico dei sonniferi.
  • Luppolo: proprio lui quello della birra! I coni del luppolo favoriscono la digestione, hanno proprietà calmanti e rilassanti. Il principio attivo è costituito dalla luppolina, una polvere gialla, amara e dall’odore intenso contenuta alla base dei coni. E’ quindi ottimo per distendere i nervi e favorire il sonno; con questo non vuol dire che vi diamo via libera a bere birra tutte le sere, eh?! 🙂

Pastiglie naturali per dormire, rimedi e tecniche: il sonno è servito! A questo punto conosci tutti i segreti che ti permetteranno di trovare con successo le migliori pastiglie naturali per dormire.

Saprai anche che l’unione fa la forza quindi abbina qualche metodo per prendere sonno e qualche tecnica per rilassarsi in maniera più rapida o diventa anche tu un pasticcere naturale! Scoprirai tantissimi altri segreti sul mondo di Morfeo e potrai arrivare carico, si fa per dire, tra le sue braccia!

Serena Notte Salugea

Ultimo aggiornamento il: 17/12/2018

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

BIBLIOGRAFIA

B. Auriol (1982). Tutti i Metodi di Rilassamento. Red Edizioni.

Scritto da:

La Redazione
Naturopata

il 17/05/17 18.22

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 16/11/2018

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Come riuscire a dormire bene la notte, allontanando ansia e stress in modo naturale I ritmi di oggi sono molto frenetici per tutti: ci sono il lavoro, i bambini, la scuola e le loro at...
Dormire poco fa male? Vediamo cosa succede al nostro fisico se non si dorme Sono le 9. Hai iniziato a lavorare da poco ma già pensi a quando andare a prendere il caffè, il terz...
Insonnia in menopausa: rimedi naturali per dormire bene la notte Un'altra faticosa giornata di lavoro è finita. Tuo marito dorme già da un po' sdraiato sul divano (b...
Valeriana: ha controindicazioni ed effetti collaterali? La valeriana è una pianta officinale che viene utilizzata per le sue spiccate proprietà sedative, ca...
Valeriana in capsule o compresse: ecco la più efficace Stai cercando valeriana in capsule o compresse? In questo articolo ti guidiamo ad una scelta consape...
Valeriana: è davvero utile per il sonno? Un bel sonno riposante ci rigenera, ci fa iniziare la giornata con una marcia in più, ci aiuta a viv...