Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Dormire poco fa male? Vediamo cosa succede al nostro fisico se non si dorme

Sono le 9. Hai iniziato a lavorare da poco ma già pensi a quando andare a prendere il caffè, il terzo dalla giornata. Senti il viso gonfio e hai gli occhi cerchiati di nero, segno evidente che l’altra notte non hai dormito, come quella prima e quella prima ancora. Di là, poco distante dal tuo ufficio si discutono i dettagli di un progetto importante, tu vorresti alzarti per intervenire, ma il tuo unico pensiero è una tazza di caffè bollente ricca di zucchero. Dormire poco fa male, te lo ripeti ogni giorno e ogni sera ti riprometti di andare a dormire presto per essere carico/a la mattina, ma alla fine non ce la fai mai e le rare volte che riesci a prendere sonno, ti svegli ininterrottamente durante la notte. Forse hai iniziato a soffrire di insonnia.

dormire poco fa male

Cos’è e quali sono le cause dell’insonnia

L’insonnia è un disturbo del sonno, durante il quale diminuiscono le ore in cui riesci a riposare e quelle in cui finalmente ti addormenti non hanno più una capacità di ristorarti. È facile che al risveglio tu ti senta più stanco/a di quando sei andato/a a riposare. È così?

In alcuni casi può essere sporadica, in altri, invece, può diventare persistente, incidendo notevolmente sullo stato di benessere generale. Può essere di tre tipi:

  1. Iniziale: quando hai difficoltà ad addormentarti
  2. Centrale: se il sonno è interrotto da continui risvegli
  3. Terminale: quando ti svegli davvero troppo presto

Molto spesso il disturbo è legato a un evento stressante della vita che si instaura nella mente impedendoti di rilassarti. Altre volte può essere la conseguenza di stati d’ansia o piccoli cambi nella sfera umorale.

In questi casi estratti vegetali come il Biancospino, il Giuggiolo, la Griffonia e la Melissa, possono essere un valido aiuto per allontanare dalla mente le tensioni e i pensieri negativi che la affliggono e riprendere con la giusta carica lo svolgimento delle attività quotidiane. Dopo un po’ che li assumi i ritmi di lavoro sembreranno meno estenuanti e la soglia della tua concentrazione aumenterà notevolmente e tu sentirai di rendere di più anche sul lavoro.

L’importante è che siano sotto forma di estratti secchi titolati, la forma più concentrata di lavorazione di una pianta, così come li puoi trovare nel nostro Rilassa mente, l’integratore creato per supportarti duranti i periodi di stress prolungati e giornate di lavoro troppo pesanti.

Cosa succede se non si dorme?

Non dormire la notte fa male al nostro organismo, ne risentono la memoria, le capacità cognitive in genere, l’apparato intestinale e anche l’aspetto della nostra pelle e capelli.

Uno studio condotto dall’Università di Montreal e pubblicato sulla prestigiosa rivista Science, ha dimostrato come il consolidarsi della memoria sia strettamente legato al raggiungimento della fase REM, durante la quale il corpo pian piano si abbandona ma la mente rimane attiva per rigenerarsi e pronta a regalarti sogni straordinari. In questa fase si attivano le reti neuronali responsabili del consolidamento dei ricordi.

L’insonnia non è responsabile sole delle tue occhiaie, ma anche delle rughe e del colorito spento.

La pelle sfrutta il riposo notturno per rinnovarsi e proteggersi dalle aggressioni esterne e dai radicali liberi producendo antiossidanti che ne riparano i danni, produzione che cala vertiginosamente quando non riusciamo a dormire. Le nostre condizioni dermatologiche sono pertanto strettamente legate ai disturbi del sonno. 

L’intestino come ben saprai è il nostro secondo cervello, ed il primo a risentire dei nostri stati emotivi. Una mancanza di sonno o una situazione di stress prolungata può provocare crampi, dolori e gonfiore che generano un ulteriore stato di disagio che non aiuta certo molto il conseguimento di un sonno soddisfacente.

Su questa parte del nostro corpo così delicata e vulnerabile è possibile intervenire sia assumendo piante in grado di allentare lo stress, sia estratti vegetali capaci di ripristinarne le normali funzionalità gastro-intestinali. Malva, Melissa, Tarassaco, Zenzero e Finocchio lavorano in sinergia nel nostro Colonsan Formula Potenziata per aiutarti a combattere spasmi, dolori e tensioni dovute al gonfiore.

Quante ore bisogna dormire per stare bene?

quante ore di sonno servono

Le ore di sonno di cui ognuno di noi necessita cambiano da persona a persona e dipendono da fattori come l’età, lo stile di vita, dal lavoro che svolgiamo e anche dalla qualità del sonno.

In generale la National Sleep foundation per gli adulti tra i 26 e i 64 anni raccomanda dalle 7 alle 9 ore di riposo per notte. Mentre per gli anziani il numero di ore raccomandato va dalle 7 alle 8 ore per notte. Quindi no, dormire 6 ore a notte non è sufficiente per la nostra salute, anche se immagino che se stai leggendo quest’articolo per te sarebbe un traguardo anche quello!

Le cure naturali contro la mancanza di sonno

Quando si soffre di insonnia la prima cosa da fare è cercare di indurre il sonno utilizzando prodotti naturali e correggere il proprio stile di vita. So che sto per dire una cosa che forse non ti piacerà, ma assolutamente banditi l’uso di telefonini, I Pad, e computer prima di andare a dormire. Vai a letto solo quando ti senti veramente stanco e prepara una camera accogliente, con luce soffusa e silenziosa, oppure diffondendo in sottofondo una tenue musica rilassante.

Puoi bere anche una tisana distensiva vedrai che non solo ne gioverà il riposo, ma anche lo spirito!

Anche in questo caso ricorrere ad estratti secchi titolati delle migliori piante per favorire un sano riposo notturno, come Valeriana, Escolzia, Luppolo e Tiglio è una delle scelte migliori che puoi fare!

E se vuoi dare una mano al corpo e alla mente a riposarsi il nostro consiglio migliore è augurarti una Serena notte, un rimedio naturale che come farebbe Morfeo saprà condurti verso il sonno profondo e rilassante.

Ultimo aggiornamento il: 09/01/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il 3/01/2019

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 3/01/2019

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Come riuscire a dormire bene la notte, allontanando ansia e stress in modo naturale I ritmi di oggi sono molto frenetici per tutti: ci sono il lavoro, i bambini, la scuola e le loro at...
Insonnia in menopausa: rimedi naturali per dormire bene la notte Un'altra faticosa giornata di lavoro è finita. Tuo marito dorme già da un po' sdraiato sul divano (b...
Valeriana in capsule o compresse: ecco la più efficace Stai cercando valeriana in capsule o compresse? In questo articolo ti guidiamo ad una scelta consape...
Valeriana: è davvero utile per il sonno? Un bel sonno riposante ci rigenera, ci fa iniziare la giornata con una marcia in più, ci aiuta a viv...
Valeriana: ha controindicazioni ed effetti collaterali? La valeriana è una pianta officinale che viene utilizzata per le sue spiccate proprietà sedative, ca...
Tecniche di rilassamento per dormire Fai fatica a prendere sonno? Anche tu tutte le notti prendi a pugni il cuscino come se fosse un sacc...