Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Vite rossa: proprietà e benefici

La Vite rossa, il cui nome botanico è Vitis vinifera, è una pianta appartenente alla famiglia delle Vitacee. Le sue foglie, che durante l’autunno diventano di un intenso colore rosso, sono ricche di antocianosidi, flavonoidi, tannini e catechine, principi attivi che le conferiscono proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, ipocolesterolemizzanti e diuretiche. La Vite rossa ha inoltre una potente attività capillaro-protettrice e anti-essudativa: significa che protegge e rinforza i capillari e può essere utilizzata per coadiuvare in maniera naturale disturbi come l’insufficienza venosa degli arti inferiori, varici, gambe pesanti e fragilità capillari.

vite rossa proprieta

In quest’articolo vedremo insieme le principali proprietà della Vite rossa e come utilizzarla in associazione ad altre piante per aumentare la sua azione drenante e di sostegno al microcircolo.

Clicca qui per scaricare l’eBook gratuito: Rimedi naturali per eliminare la Cellulite (PDF)

Proprietà antiossidanti e cardioprotettive della Vite rossa

La Vite rossa ha una potente azione antiossidante, molto simile a quella esercitata dalla vitamina C, dalla vitamina A e dal Betacarotene. È quindi un’ottima arma per contrastare i radicali liberi e preservare il nostro organismo dai danni prodotti dallo stress ossidativo, soprattutto a livello tessutale.

Della Vite rossa però non vengono utilizzate soltanto le foglie, ma sono ricchissimi di principi attivi anche i sui frutti, l’olio ricavato dalla spremitura dei semi di vinaccioli e … il vino. In particolare il vino rosso ha proprietà antiossidanti e sarebbe in grado di inibire l’aggregazione piastrinica.

Tale proprietà benefiche dipenderebbero dall’alta concentrazione al suo interno di polifenoli, molecole in grado di agire favorevolmente contro il cosiddetto colesterolo cattivo e prevenire l’indurimento delle pareti arteriose.

Alcune ricerche1 hanno dimostrato che i polifenoli contenuti nel vino rosso, tra cui rientra il Resveratrolo, sarebbero in grado di inibire l’ossidazione delle LDL e aumentare i livelli di colesterolo HDL, riducendo così il rischio di incorrere in malattie cardiovascolari. Queste osservazioni sono state confermate da uno studio2 durante il quale sono stati somministrati a un gruppo di volontari 400 ml di vino rosso al giorno per due settimane. Dopo questo periodo i ricercatori hanno notato una maggiore resistenza delle LDL all’ossidazione e un incremento parallelo dei livelli di colesterolo HDL.

Il paradosso francese: leggenda o verità? Nel dubbio… cautela!

A proposito delle proprietà antiossidanti della Vite rossa voglio raccontarti del famoso “paradosso francese”, di cui non so se hai già avuto modo di sentirne parlare. Ora a tutti è noto quanto i francesi a tavola amino il buon cibo e siano dei veri e propri amanti dei formaggi e dei cibi ricchi di acidi grassi saturi in generale. Bene, nonostante le loro abitudini alimentari non siano tra le più salutari, in Francia l’incidenza delle malattie cardiovascolari sarebbe nettamente inferiore rispetto a quella registrata in altri paesi.

Il termine paradosso francese è frutto del confronto fatto in alcune ricerche da Serge Renaud, dell’Università di Bordeaux, tra la popolazione americana e quella francese. Ma attenzione! Ancora oggi la maggior parte degli studi che cercano di dimostrare la correttezza di quanto affermato da Renaud sono stati condotti in vitro e ancora non verificati in vivo, ossia sull’uomo. Per cui, anche se nessuno mette in dubbio le proprietà antiossidanti del Resveratrolo, il consiglio è quello di non eccedere mai con il consumo di alcool e di consultare sempre il proprio medico quando i valori di colesterolo superano quelli di riferimento.

Proprietà flebotoniche della Vite rossa: un sostegno naturale per il tuo microcircolo

La Vite rossa è perfetta per alleviare disturbi come gambe pesanti, edemi, formicolii, fragilità capillare e vene varicose.

cellulite fibrosa

Gli antocianosidi presenti nelle foglie della pianta infatti trovano un largo utilizzo nel trattamento dell’insufficienza venosa degli arti inferiori. Questo disturbo è largamente diffuso tra chi, magari per ragioni di lavoro, è costretto a passare la maggior parte del suo tempo in piedi oppure seduto o fa poco movimento camminando. Il risultato di questa situazione è quello di fare spesso ritorno a casa accompagnati dalla sensazione di avere le gambe stanche e pesanti.

In questi casi la Vite rossa può risultare un valido rimedio per migliorare la funzionalità del microcircolo, perché aiuta a:

  • Rinforzare le pareti dei capillari e diminuire la loro permeabilità, evitando così il formarsi di edemi e gonfiori specialmente intorno alle caviglie
  • Diminuire la stasi venosa e il rallentamento della circolazione sanguigna lungo le vene
  • Aiutare il ritorno venoso del sangue dalla periferia del corpo verso il cuore
  • Ridurre gli edemi
  • Riattivare il microcircolo

Inoltre, grazie alle procianidine, la Vite rossa riesce a stabilizzare le fibre di collagene inibendo l’elastasi, un enzima che agisce negativamente sulle fibre del tessuto connettivo, rendendolo meno elastico e più soggetto a invecchiare precocemente. Inibendo l’elastasi e stabilizzando il collagene, le pareti di capillari e vene rimangono forti, elastiche e perfettamente in grado di svolgere il loro lavoro.

Proprietà antinfiammatorie della Vite rossa

Quando a causa di un mal funzionamento del microcircolo si formano edemi e gonfiori anche l’ossigenazione dal sangue ai tessuti diventa più difficile. Questa riduzione di ossigeno provoca a sua volta un processo infiammatorio che altera la permeabilità dei capillari, innescando un vero e proprio circolo vizioso che arriverà presto a interessare anche le vene.

La Vite rossa, proteggendo la permeabilità dei capillari e migliorandone elasticità e robustezza, può risultare utile anche per trattare i processi infiammatori, riducendo gli edemi che li hanno provocati.

Vite rossa: le piante a cui puoi associarla per aumentarne le proprietà

La Vite rossa può essere associata ad altre piante in grado di aumentare le sue proprietà antinfiammatorie, lenitive, drenanti e flebotoniche. Mi sto riferendo all’Ananas, alla Centella, alla Garcinia Cambogia e alla Gynostemma. Piante importantissime per il benessere delle nostre gambe e presenti nella formulazione di Biosnel Formula Potenziata Salugea. Grazie a questo integratore è possibile non solo donare al microcircolo il supporto di cui ha bisogno, ma anche contrastare inestetismi come cellulite, ritenzione idrica e accumulo adiposo che spesso sono la conseguenza di una sua alterazione.

Biosnel è l’integratore giusto per te se vuoi:

  • Rafforzare le tue vene e capillari
  • Migliorare la tua circolazione sanguigna
  • Liberarti di edemi e gonfiori che rovinano l’aspetto delle tue gambe
  • Ridurre gli accumuli adiposi
  • Liberare i tuoi tessuti da tossine e scorie alimentari
  • Contrastare gli inestetismi della cellulite

Ora sai tutto quello che ti serve per iniziare a prenderti cura del benessere delle tue gambe e dire per sempre addio a pesantezza e gonfiore.

Biosnel

Ultimo aggiornamento il: 26/07/2019

Scritto da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 26/07/2019

"I veri amici condividono tutto"

Hai trovato questo articolo utile? Condividilo!

Cellulite in gravidanza cosa fare per contrastarla La gravidanza è un periodo che porta davvero tanti cambiamenti nel corpo di una donna. Uno dei meno ...
Snellimento cosce: cosa funziona davvero? Creme rassodanti, dieta, esercizi, integratori … quale sarà il vero segreto per snellire le cosce? P...
Cellulite a 20 anni: perchè così presto? Hai solo 20 anni e la cellulite ha già fatto la sua comparsa? Quella che all’inizio sembrava solo un...
Prevenzione cellulite: ecco come evitarla Prevenzione cellulite ... Sembra quasi il nome di una missione segreta dai connotati impossibili, ve...
Cellulite localizzata: ecco i rimedi naturali Nonostante tu sia magra hai notato un accumulo di grasso localizzato su pancia e stomaco? Lungo l’es...
I fanghi anticellulite funzionano? Non esiste donna su tutta la terra che - con l’arrivo delle belle giornate - non corra presso uno de...

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

BIBLIOGRAFIA

Curr Med Chem. 2004 May;11(10):1345-59. Proanthocyanidins in health care: current and new trends. Cos P, De Bruyne T, Hermans N, Apers S, Berghe DV, Vlietinck AJ.

Clin Chim Acta. 1995 Mar 31;235(2):207-19. The red wine phenolics trans-resveratrol and quercetin block human platelet aggregation and eicosanoid synthesis: implications for protection against coronary heart disease. Pace-Asciak CR, Hahn S, Diamandis EP, Soleas G, Goldberg DM.

1 Exp Clin Cardiol. 2007 Spring; 12(1): 5–10. Experimental Cardiology: Review Experimental evidence for the cardioprotective effects of red wine. Samarjit Das, Dev D Santani and Naranjan S Dhalla.

2 Am J Clin Nutr. 1995 Mar;61(3):549-54. Consumption of red wine with meals reduces the susceptibility of human plasma and low-density lipoprotein to lipid peroxidation. Fuhrman B, Lavy A, Aviram M.